Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

strafottente. Con tutte. E anche con lei. (…) Quando poi fosse impazzata anche lei, allora

plac, plac, plac, la pioggia dei fogli da mille.” E’ il primo a scoprire il corpo di Liliana e

diventa il primo sospettato insieme al Commendator Angeloni.

“L’ASSASSINO”: “era un giovane alto col berretto, in tuta grigia da meccanico, almeno le

parve, scuto in viso, con una sciarpa di lana verde-bruno. Un bel giovane, sì, un toso

franco. Ma un tipo che incuteva subito un’impressione di paura. “Pareva il garzone di un

pizzicarolo, co la parannanza tutta intorcinata intorno a la vita, ciaveva li carzoni sportivi

però, coi calzettoni verdi.”

GAUDENZIO (ER BIONDONE): braccio destro di Ingravallo

POMPEO (LO SGRANFIA): braccio destro di Ingravallo

MANUELA PETTACCHIONI: portiera e una delle vicine. Napoletana.

I BOTTAFAVI : coppia uscita non appena hanno sentito le urla della Menegazzi. Lui con

una pistola.

COMMENDATOR FILIPPO ANGELONI: quello che si fa portare i prosciutti e altro dai

garzoni. Primo sospettato dell’omicidio di Liliana. E’ funzionario del Ministero dell’Economia

Nazionale.

MADDALENA FELICETTI: bimba del 219 che sembrerebbe aver visto l’assassino.

DOTTOR FUMI: capo della squadra investigativa. Legge il testamento di Liliana.

INES CIONINI: cucitrice senza dimora fissa, anni 20, da Torraccio, nubile. Professione

“cucitrice pant. Disocc. domestica” Aveva lavorato dalla Zamira per più di un anno. “Na

bugiarda, che s’impegolava nelle su’ bugie”.

ELIA/ENEA CUCCO: vedova Bolenfi, abita in cima alla scala B, una delle vicine dei

Balducci.

BRIGADIERE DI PIETRANTONIO: brigadiere in divisa

CECCHERELLI: orefice a cui Liliana porta la collana

MILENA, INES, VIRGINIA : nipoti della Balducci.

Milena, la prima, viene mandata via perché rubava.

Ines se ne va perché si sposa.

Virginia aveva il diavolo in corpo. Alzava le mani su Liliana la mandano via.

ENEA RETALLI: detto Luiginio o Iginio di anni 19, nato e dimorante al Torraccio. Ragazzo

che è stato visto uscire dal 219 con la sciarpa verde, data a tingere alla Zamira. Viene

identificato come l’autore del furto dalla Menegazzi.

ZAMIRA PACORI: nota a tutti per i suoi “molti meriti”, vecchia ruffiana, sarta. “Nota a

tutti, tra Marino e Ariccia, per la mancanza degli otto denti davanti”. Per i carabinieri era


PAGINE

3

PESO

42.65 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti con citazioni dal testo sui personaggi dell'opera Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana.

Personaggi

Commissario Francesco Ingravallo: detto Don Ciccio, é il commissario-capo. Alterego di Gadda e portatore della sua filosofia. “Di statura media, piuttosto rotondo della persona, o forse un po’ tozzo, di capelli neri e folti e cresputi che gli venivan fuori dalla metà della fronte (…)


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e civiltà moderne e contemporanee
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher emmebivenezia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura Italiana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Tamiozzo Silvana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura italiana

Riassunto esame Letteratura Italiana, prof. Tamiozzo, libro consigliato Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana, Gadda
Appunto
Riassunto esame Letteratura Inglese, prof. Clegg, libro consigliato Tom Jones, Fielding
Appunto
Riassunto esame Letteratura Spagnola, prof. Rigobon, libro consigliato Soldati di Salamina, Cercas
Appunto
Letteratura Inglese - XVI, XVII, XVIII secolo
Appunto