Che materia stai cercando?

Chirurgia generale - le ferite, le piaghe e le ustioni

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone su ferite, piaghe e ustioni. Gli argomenti trattati sono i seguenti: le definizioni e le classificazioni delle ferite (con immagini), la descrizione della manovra di emostasi, la semeiotica delle ferite, l'ematoma e il sieroma.... Vedi di più

Esame di Chirurgia generale docente Prof. A. Milone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

EMOSTASI

Manovra che si impiega per prevenire od arrestare l’emorragia

Emostasi terapeutica temporanea :

Compressione dei vasi con laccio, con le mani,

con un manicotto pneumatico o fasciatura

Emostasi terapeutica definitiva :

Legatura dei vasi con laccio o dopo transfissione,

elettrocoagulazione, sutura riparativa della parete vasale

Guarigione per prima intenzione:

I margini sono contrapposti, condizione che si verifica con

la sutura

Guarigione per

seconda intenzione:

La perdita di sostanza sarà

colmata prima da tessuto

di granulazione

e poi da una massa

cicatriziale Semeiotica delle ferite

Sede

Morfologia

Orientamento

Profondità (superficiali, profonde, penetranti)

Sanguinamento

Vitalità margini (lineari, contuse ,lacere, da punta)

Ematoma

Raccolta di sangue misto a coaguli nel contesto della ferita

• Per emostasi incompleta, terapia anticoagulante,trauma

• Tumefazione dolente della ferita ricoperta di cute bluastra ed

emorragia dalla ferita

• Ematomi sotto pressione procedere alla revisione ferita

• Profondi del collo possono comprimere la trachea (evacuare)

• Trattamento conservativo per gli altri

Gli ematomi aumentano il rischio di infezione

Sieroma ( raccolta sierosa )

Raccolta di liquido sterile nella ferita ( siero, linfa,

trasudato, tessuto adiposo in necrosi, tracce di sangue

Tende a formarsi dopo estese dissezioni di adipe o

svuotamenti linfoghiandolari

Raccolte piccole tendono a riassorbirsi le voluminose

vanno drenate perché determinano deiscenza o ritardo

di guarigione SINTESI

Ripristino totale o parziale dell’integrità anatomica e

funzionale dei tessuti incisi o sezionati al fine di guidare i

processi di riparazione e cicatrizzazione

Strisce adesive (steri-strip)

Suture Suturatrici cutanee

Suture

Materiali riassorbibili: degradati in pochi giorni con un processo

enzimatico per idrolisi lenta in 3-6 mesi (acido poliglicolico, acido

poliglattico,polidiossanone)

Materiali non riassorbibili o a lento riassorbimento:

per la sutura di strutture sottoposte a trazione o di ferite

potenzialmente contaminate (seta, lino, nylon, polipropilene

monofilamento, acciaio)

La lunghezza dei fili, preparati in confezioni sterili sigillate, è

intorno ai 50 cm (da 30 a 90 cm).

Il diametro è variabile: il numero del filo equivale al suo valore in

decimi di millimetri e va da 0.1 a 8

Gli aghi vengono suddivisi in base alla

forma (retti, mezzi curvi, curvi

La punta degli aghi, scelta in rapporto al

tessuto da suturare, può essere smussa, conica o piramidale

Deiscenza

Apertura spontanea della ferita per cedimento parziale o totale delle

sutura o della cicatrice recente

• Può essere a carico dei piani superficiali o profondi

• si manifesta a seguito infezione od ematoma

• si manifesta con sanguinamento per strappamento dei vasi

neoformati ed apertura della ferita alla fine della 1a settimana

• Revisione e risutura della ferita dopo risoluzione della eventuale

infezione

La deiscenza della ferita laparatomica se completa porta ad

eviscerazione complicanza grave gravata da aumento della

mortalità Contusioni

Lesioni traumatiche provocate con meccanismo di

compressione o schiacciamento delle parti molli tra un

corpo contundente ed un piano di resistenza (scheletro)

senza soluzioni di continuo del rivestimento epidermico

il trauma determina lesioni di vasi sanguigni e linfatici

con soffusione di sangue nei tessuti circostanti

(soffusioni, ecchimosi, ematomi)

Contusioni

Sintomatologia

• Tumefazione

• Ecchimosi

• Dolore

Terapia

• Impacchi freddi

• Fasciatura compressiva (ematoma)

• In un secondo tempo impacchi caldi, pomate

epariniche Ustioni

L’ ustione è una lesione di continuo della cute dovuta a

calore, freddo, agenti chimici, radiazioni o corrente

elettrica


PAGINE

30

PESO

525.60 KB

AUTORE

banzie

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone su ferite, piaghe e ustioni. Gli argomenti trattati sono i seguenti: le definizioni e le classificazioni delle ferite (con immagini), la descrizione della manovra di emostasi, la semeiotica delle ferite, l'ematoma e il sieroma. Sono descritte le suture, la deiscenza e le contusioni. Sono spiegate e classificate le ustioni e la terapia legata ad esse (debridamento, medicazione); il test di autovalutazione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (CALTAGIRONE, MESSINA, PIAZZA ARMERINA, REGGIO CALABRIA, ENNA, SIRACUSA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher banzie di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chirurgia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Milone Antonino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chirurgia generale

Chirurgia generale - i traumi addominali
Appunto
Chirurgia generale - le lesioni da ingestione di caustici
Appunto
Chrirurgia generale - le peritoniti
Appunto
Chirurgia generale - lo shock: omeostasi, fluidi, elettrolisi
Appunto