Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Meccanismo d’azione degli Ormoni Tiroidei

ormoni FT ed FT frazioni biologicamente attive agiscono a livello

Gli rappresentano le che

4 3

delle cellule bersaglio interagendo con specifici recettori non nucleari e nucleari .

recettori di membrana citoplasmatici mitocondriali

I sono distinti in , e :

recettori non nucleari

 recettori di membrana localizzati sulla superficie delle cellule epatiche, renali,

: sono + +

stimolano l’attività Na /K -ATPasi dipendente captazione

eritrocitarie, linfociti e timociti , dove , la

di glucosio, aminoacidi e T .

3

 recettori citoplasmatici localizzati nella membrana basale del R.E. trasportano nel

: ,

citoplasma gli ormoni tiroidei, idrofobici fungendo da deposito per la T intracellulare

, .

3

 recettori mitocondriali localizzati nella membrana mitocondriale interna cellule

: delle

epatiche renali e muscolari enzimi della fosforilazione ossidativa

, , insieme agli .

superfamiglia dei recettori per gli ormoni steroidei/tiroidei

I appartengono alla , si

recettori nucleari recettori

proteine non istoniche associate alla cromatina ubiquitarie α

tratta di , , e sono distinti in

recettori β isoforme 1 e 2 β1 e β2

α α

(cr. 17) e (cr. 3), comprendenti le , :

recettori 1 espressi in quasi tutti i tessuti SNC muscolo scheletrico cuore

– α : , soprattutto nel , , ,

grasso bruno tessuto adiposo

e .

recettori 2 espressi soprattutto nel testicolo

– α : .

recettori β1 espressi soprattutto nel fegato e reni

– : .

recettori β2 espressi quasi esclusivamente nell’ipofisi

– : .

nucleo sono presenti dai 300 ai 20.000 recettori elevata affinità per la T pari

un’

Nel che hanno 3

all’85% 15% per la T

e pari al .

4 dominio di legame con il ligando C-

recettori nucleari α e β

Ciascuno dei è caratterizzato da un

terminale dominio di legame con il DNA localizzato al centro 2 fingers cisteina-zinco

e un , con

facilita il loro attacco specifico agli elementi di risposta all'ormone tiroideo

che (TREs) nel

promoter dei geni target regolano la loro trascrizione

e .

legame tra ormoni tiroidei e recettori nucleari proteine recettoriali

Infatti, in seguito al le

TRE o elemento responsivo all’ormone tiroideo omodimeri o

interagiscono con il , formando

eterodimeri recettore dell’ormone tiroideo recettore dell’acido retinoico retinoide

fra il e il (RAR) o

X fattori di trascrizione genica produzione di mRNA specifici

(RXR) che sono che modulano la

traduzione o sintesi di proteine crescita e funzioni metaboliche cellulari

per la importanti per la .

Le sono numerose:

Funzioni degli ormoni tiroidei

stimolano lo sviluppo fetale elevato contenuto di 5-

 ma dobbiamo ricoradre che a causa dell'

deiodasi di tipo 3 nella placenta maggior parte di T e T di origine materna viene inattivata

la 3 4

solo una piccola quota di ormone libero raggiunge la circolazione placentare sviluppo

e per lo

precoce del cervello fetale . In ogni modo a partire dalla 11^ settimana di gestazione si ha la

comparsa del TSH ipofisario fetale capacità della tiroide fetale di concentrare lo iodio

e la .

ipotiroidismo fetale deficit dello sviluppo cerebrale e della maturazione

In caso di si ha un

cretinismo

scheletrica ritardo mentale nanismo

con che si manifesta con e .

T aumenta il consumo di O produzione di calore stimolando in parte l'ATPasi Na -K in

 + +

la e la

3 2 aumento del metabolismo

tutti i tessuti tranne nel cervello, milza e testicoli

, , contribuendo all'

basale maggiore sensibilità al calore nell'ipertiroidismo

(consumo di O a riposo) e alla , mentre

2

ipotiroidismo deficit del metabolismo basale ridotta sensibilità al calore

nell' si ha un e una .

effetti cardiovascolari T aumenta la contrazione diastolica e la funzione sistolica del cuore

 : la ,

3

aumenta la velocità della polarizzazione e ripolarizzazione del nodo senoatriale aumentando la

,

frequenza cardiaca ormoni tiroidei hanno un marcato effetto inotropo e cronotropo +

. Per cui gli

sul cuore agendo in sinergia con le catecolamine stimolando le fibrocellule miocardiche

, , , ecco

> della frequenza e contrattilità cardiaca

perchè nei pz con ipertiroidismo si ha un , mentre

< della frequenza e contrattilità cardiaca

nell'ipotiroidismo si ha una .

< le resistenze periferiche > della gittata

Infine, gli ormoni tiroidei determinando un ulteriore

cardiaca

.


PAGINE

2

PESO

305.49 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Endocrinologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Cignarelli Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Endocrinologia

Endocrinologia - meccanismi di regolazione della sintesi e secrezione ormonale
Appunto
Endocrinologia - la sintesi e il metabolismo dell'acido urico
Appunto
Endocrinologia - il trasporto e il metabolismo dei lipidi
Appunto
Endocrinologia - atlante di endocrinologia
Appunto