Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DERMATITE ALLERGICA DA CONTATTO

E’ un’affezione cutanea infiammatoria superficiale

all’esposizione

conseguente a cause esterne di

natura chimica in ambiente professionale o

extraprofessionale.

E’ caratterizzata da manifestazioni cliniche pruriginose

localizzate, almeno inizialmente, nella sede di contatto

e’

ed caratterizzata da lesioni eritemato-vescicolari,

erose, sierogementi, crostose e desquamative, ma

spesso polimorfe, a seconda della fase evolutiva che

puo’ essere acuta, subacuta o cronica.

Nelle forme allergiche, si sviluppa per un fenomeno di

Sensibilizzazione di tipo ritardato mediato da cellule

(IV sec. Gell & Coombs)

PATOGENESI

I fattori patogenetici che influenzano l’insorgenza della

DAC sono vari. I piu’ rilevanti sono:

TIPO E STRUTTURA DELL’AGENTE SENSIBILIZZANTE

FATTORI INDIVIDUALI

FATTORI LOCALI

FATTORI INDIVIDUALI:

Marcata differenza da individuo ad individuo nella

suscettibilità ad ammalarsi di DAC

Differenze anche nella suscettibilità alla sensibilizzazione

nei confronti dei diversi apteni

Fattori genetici condizionano la diversa facilita’ di

penetrazione e di coniugazione alle proteine epidermiche

dei vari apteni.

FATTORI LOCALI PREDISPONENTI LA DAC:

FENOMENI OCCLUSIVI (da calzature, guanti di gomma,

medicazioni “chiuse”, etc.)

FATTORI IRRITATIVI CRONICI che danneggiano lo strato

corneo e modificano il film idro-lipidico di superficie

(es. traumatismi ripetuti, esposizione ad alcooli, continuo

lavaggio con detergenti + o - aggressivi)

DERMATITI ULCERATIVE

Auto-medicazioni e poli-medicazioni con topici inappropriati

DERMATITE ALLERGICA DA CONTATTO-

PATOGENESI

La DAC rappresenta dal punto di vista patogenetico un

modello di reazione di ipersensibilita’ ritardata, di IV

tipo, mediata da cellule (linfociti T helper) , sebbene

sia importante la compartecipazione della componente

umorale.

Si distinguono:

FASE AFFERENTE

clinicamente silente, in cui si instaura la sensibilizzazione

FASE EFFERENTE

elicitazione della risposta flogistica eczematosa

Fase I:

PENETRAZIONE

DELL’APTENE

Condizioni che facilitano

la penetrazione dell’aptene:

ALTERAZIONI DELLE

NATURALI DIFESE DELLA

BARRIERA EPIDERMICA:

alterazioni del:

-pH

-mantello idrolipidico

-soluzioni di continuo

dermo-epidermiche

FASE AFFERENTE:

DURATA 1-3 SETTIMANE

FASE EFFERENTE:

DURATA 48-72 ORE DALLA ESPOSIZIONE

ALL’ANTIGENE

RICONOSCIMENTO DELL’ANTIGENE DA PARTE

DEL LINFOCITA SENSIBILIZZATO

attivazione linfocitaria con produzione di IL-2

SCATENAMENTO

RISPOSTA FLOGISTICA

MODIFICAZIONI A CARICO DEL MICROCIRCOLO

ATTIVAZIONE E DEGRANULAZIONE DEI MASTOCITI

ESPRESSIONE DI MOLECOLE DI ADESIONE ALL’ENDOTELIO

MIGRAZIONE DI LINFOCITI E CELLULE INFIAMMATORIE ®

Cerotto (Al-test )

impiegato per

eseguire i tests

epicutanei


PAGINE

35

PESO

1.63 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Dermatologia e Venereologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Moffa Loredana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Dermatologia e venereologia

Semeiotica dermatologica
Appunto
Acne - Dermatologia
Appunto
Dermatite Seborroica
Appunto
Gonorrea - Venereologia
Appunto