Che materia stai cercando?

Dermatologia - le dermatiti seborroiche Appunti scolastici Premium

Appunti di Dermatologia per l'esame della professoressa Cannavò sulle dermatiti seborroiche. Gli argomenti trattati sono: la definizione di seborrea, le varie forme di seborrea (oleosa e secca), la patogenesi della seborrea, le sedi della seborrea, la classificazione, l'acne volgare, la rosacea.

Esame di dermatologia docente Prof. S. Cannavò

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DERMATITI SEBORROICHE

Definizione: gruppo di dermatosi nelle sedi della seborrea, a questa

patogeneticamente correlate.

La seborrea è un'alterazione quantitativa e qualitativa del mantello lipidico

cutaneo.

Normalmente il mantello lipidico cutaneo è costituito dal prodotto delle

ghiandole sebacee e da sostanze lipidiche liberate dall'epidermocita durante

la sua degenerazione in elemento dello strato corneo. La composizione del

mantello è: squalene, colesterolo, esteri del colesterolo, vit.D, fosfolipidi,

mono-, di- e trigliceridi e cere (importanti per la resistenza cutanea agli

agenti esterni).

Nella seborrea si ha un aumento e una maggiore oleosità del sebo, che tende

ad espandersi.

Un sebo abbondante e troppo fluido non garantisce una buona difesa della

cute.

Esistono varie forme di seborrea:

OLEOSA, spt al capillizio⇒ untuosità dei capelli, sebo maleodorante

 anche poco dopo il lavaggio, capelli grassi e lucenti.

SECCA, cioè pitiriasi semplice o seborroica, spt al capillizio, determina la

 presenza di squame biancastre, furfuracee (forfora).

Lo stato seborroico compare alla pubertà, persiste nell'adulto e si attenua in

vecchiaia (può però aumentare nella zona centrale del volto.

Patogenesi della seborrea: non è del tutto chiara, ma sono importanti

alcuni fattori:

fattori ENDOCRINI: le gh. sebacee si sviluppano nella pubertà sotto

 l'influsso degli androgeni, mentre gli estrogeni ad alte dosi sembrano

inibire la secrezione sebacea.

Fattori PSICHICI: stress emotivi, preoccupazioni sono stimolanti la

 secrezione.

Fattori DIETETICI: possibile interferenza di diete ricche di grassi

 animali.

Fattori METABOLICI...

Sedi della seborrea:

capillizio in sede centrale

 volto: fronte, naso, solchi naso-labiali, solchi naso-genieni, orecchie

 regioni medio-toracica e medio-dorsale

 regione ombelicale, pubica e ascellare

Classificazione

1. ACNE VOLGARE

2. ROSACEA

3. ECZEMATIDE SEBORROICA INFANTILE

4. ECZEMATIDE SEBORROICA DELL'ADULTO

5. ERITRODERMIA DESQUAMATIVA DI LEINER

6. ALOPECIA SEBORROICA

7. PITIRIASI

ACNE VOLGARE

La lesione elementare è la papulo-pustola, cioè un essudato purulento che

va a riempire un follicolo pilifero atresico, circondato da un infiltrato flogistico

dermico.

Eziopatogenesi: 4F

Follicles : tendenza alla sebostasi per l'occlusione degli osti piliferi a

 causa di tappi discheratosici

Fats : alterazione qualitativa e quantitativa del sebo⇒ ruolo del

 testosterone che localmente, grazie alla 5α reduttasi presente nella gh

sebacea, viene convertito in diidrotestosterone che stimola la

secrezione; si rileva un aumento di squalene e di cere che

contribuiscono all'occlusione.

La ghiandola è contemporaneamente produttrice di testosterone e

bersaglio dello stesso ormone, ne deriva la possibilità di autocontrollo

per feed-back interno; sarebbe questo meccanismo che viene a

mancare nell'acne, quindi è improprio parlare di patogenesi endocrina

(livelli ematici normali).

Flora : Corynebacterium acnes, Pytrosporum ovale, Stafilococcus albus,

 saprofiti non patogeni della cute, possono idrolizzare i trigliceridi in

mono- e di- gliceridi e acidi grassi, che hanno potere irritante. Se

intervengono i piogeni si ha una superinfezione.

Feeling : importanti i fattori psichici, spesso i soggetti hanno labilità

 emotiva.

Formazione della papulo-pustola:

Il substrato è il comedone, microcisti superficiale da ritenzione che

1. ingloba un follicolo pilifero atresico. Lo sbocco dell'ostio follicolare è

ostruito da un tappo cheratinico squamoso. Appare come un punto

nero oppure come una piccola cisti bianca, detta milio.

2. Processo infiammatorio reattivo con infiltrato pericomedonico e

accumulo di piccola qtà di pus.

La papulo-pustola può rompersi, si forma una crosta che cadendo dà

3. restitutio ad integrum.

Se il processo si approfonda al derma profondo, si formano noduli duri

4. e dolenti (acne tuberosa), con infiltrato da corpo estraneo (L, Mc, Pc, c

giganti polinucleate). Esiti cicatriziali e atrofici.

5. Si può verificare l'ascessualizzazione delle lesioni (acne foruncoloide).

Complicanze: eczematizzazione per topici incongrui e lesioni da

grattamento.

Decorso: cronico recidivante; non sempre miglioramento ai 25 anni.

Altre espressioni di acne:

Acne del neonato : passaggio transplacentare di H materni, spt M,

 regressione spontanea.

Acne necrotica : implicato lo Stafilococcus aureus; le papulo-pustole

 evolvono in cicatrici depresse, sede periombelicale e margini capillizio;

spt M.

Acne cheloidea della nuca : spt M, papulo-pustole e follicolite del

 capillizio esitante in fibrosi cheloidea.

Acne professionale : sostanze varie causano alterazione del sebo.

 Acne medicamentosa : alcuni farmaci possono occludere gli osti

 follicolari (ACTH, isoniazide, corticosteroidi).

Acne conglobata : spt in pz con Klineferter (XXY). Noduli, fluidificazione,

 ascessualizzazione. Possibili fistole. Dopo molti anni cicatrici introflesse

retraenti e ipertrofiche (cheloidi) deturpanti.

ROSACEA

Chiamata anche couperose (da coup = rame, per il colore rosso rameico).

Il termine rosacea deriva da gutta rosacea, le lesioni infatti derivano dal

diffondersi di lesioni elementari a goccia.

Non è acne, in quanto manca il comedone e l'età di insorgenza è il climaterio.

Patogenesi:

Componente ORMONALE: si ha nel climaterio.

 Componente SEBORROICA: insorge su terreno seborroico, ma risparmia

 la parte alta della fronte, la sede periorifiziale e il mento.

Componente NERVOSA RIFLESSA: emozioni, pasti abbondanti,

 cambiamenti del microclima, possono scatenare il riflesso vaso-

trigeminale→ iperafflusso ematico nella zona congestizia del volto (ci

sono 3 distretti circolatori per la testa).


PAGINE

9

PESO

87.43 KB

AUTORE

banzie

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: dermatologia
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (CALTAGIRONE, MESSINA, PIAZZA ARMERINA, REGGIO CALABRIA, ENNA, SIRACUSA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher banzie di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di dermatologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Cannavò Serafinella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Dermatologia

Dermatologia - l'epitelioma basocellulare
Appunto
Dermatologia - l'epitelioma spinocellulare
Appunto
Dermatologia - la psoriasi
Appunto
Dermatologia - il carcinoma orale
Appunto