Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1. Spiegare che si intende per struttura e per strutturalismo facendo riferimento alle principali

correnti e ai principali autori del ‘900.

Si parla di linguistica strutturale con riferimento al termine e alla nozione di “struttura”.

L’aggettivo “strutturalistico” si rifà allo strutturalismo, cioè al movimento culturale designato da tale

termine.

2. Sintetizzare per grandi linee i contenuti e il ruolo delle teorie di Chomsky nella linguistica del

secondo ‘900.

Chomsky elaborò la teoria della grammatica generativa. Questa teoria ci dice che, come nelle espressioni

algebriche, applicando le regole, possiamo generare infiniti risultati.

3. Introdurre la differenza tra fonema e allofoni spiegando come si classificano gli allofoni e fornendo

degli esempi.

Fonema: Suono emesso dall'apparato fonatorio. È una unità linguistica dotata di valore distintivo, ossia una

unità che può produrre variazioni di significato se scambiata con un'altra unità.

Allofono: insieme di foni

-> La differenza decisiva tra fonemi e allofoni è data dal fatto che, sostituendo un fonema con un altro, si

otterrà una parola con un significato diverso (oltre che una pronuncia diversa), mentre la sostituzione di

allofoni darà solo una pronuncia diversa (e forse strana) della stessa parola.

-> Gli allofoni di un fonema possono essere:

• varianti condizionate se le diverse realizzazioni di un fonema sono determinate dal contesto (come le

varianti di /k/ che dipendono dal tipo di fonema che segue);

• varianti libere quando in un sistema linguistico è tollerata una pronuncia o l'altra senza che questo provochi

mutamento di significato. Ad esempio, in italiano, parole come casa possono essere pronunciate come ca[s]a

o ca[z]a, senza che questo ne alteri il significato.

4. Costruire una serie nella quale siano presenti almeno un allomorfo debole e uno forte del termine

base e spiegare cosa si intende per allomorfo e in che ambito ci si trova.

Nell’ambito della morfologia, un allomorfo è una serie di diversi morfi tutti versioni di uno stesso morfema.

Allomorfo debole:

Allomorfo forte (suppletivismo): Uomo -> Andr- ologo forma più forte di ominide ad esempio.

5. Spiegare la differenza tra significato di un segno linguistico e il significato di un segno artificiale

come la luce rossa di un semaforo.

Segno linguistico: è un entità più complessa della parola ma che comprende anche la parola e che esiste ogni

qual volta che c’è un’associazione tra espressione e contenuto.

Segno artificiale: sono segni convenzionali, non necessari ai quali normalmente gli esseri umani

attribuiscono un significato.

* 6. Spiegare la differenza tra reclame, advertising e pubblicity.

Reclame, advertising e pubblicity sono 3 fasi dell’evoluzione della pubblicità.

La reclame si sviluppa tra l’800 e la metà del 900, aveva il compito di fare da tramite tra la produzione di un

bene e la sua presenza sul mercato; i mezzi utilizzati erano: vetrine, catalogo, volantino e cartellone.

Successivamente, tra il 1920 e il 1970 si sviluppò l’advertising che aveva lo scopo di far conoscere un nuovo

prodotto stimolando il consumatore all’acquisto (cosa del tutto innovativa).

La terza ed ultima fase, tuttora in pieno sviluppo, è quella della Pubblicity, che si propone di avvalorare la

collocazione del prodotto riportandolo a un ambiente ideologico ben preciso.

* 7. Pubblicità e stili di vita all’insegna del BIO e della decrescita. Fare un esempio di campagna e

commentarne le strategie.

Con “Decrescita” si intende quando un piccolo imprenditore utilizza “utensili comunicativi” diversi dalla

normale tecnica pubblicitaria al fine di farsi conoscere. Questo è quello che sta accadendo con il BIO; “una

nuova visione che si fa strada a forza nella coscienza dell’uomo”.

8. Dopo avere elencato i modi di articolazione delle consonanti, spiegare come si articola una vocale.

I modi di articolazione delle consonanti sono: occlusive, fricative, affricative, nasali, liquide, approssimanti,

colpo di glottide e manovibrante.

Mentre le consonanti sono per lo più articolate con una chiusura o un ostacolo lungo il tratto vocale, le vocali

sono prodotte mantenendo il flusso d’aria relativamente libero. Le vocali sono tutte sonore.

9. Spiegare cosa si intende per atto linguistico e in che ambito ci si trova.

Nell’ambito della pragmatica, si usa il termine atto linguistico per definire “azioni” quali “richiedere”,

“ordinare”, “domandare” e “informare”. Un atto linguistico è un’azione eseguita da un parlante per mezzo di

un enunciato. Gli atti linguistici possono essere diretti e indiretti.

10. Spiegare che si intende per facoltà di linguaggio e che rapporto ha con l’acquisizione di una lingua.

La facoltà di linguaggio è quella che permette ad ogni neonato e quindi ad ogni bambino di imparare una

lingua a patto di venire esposto ad essa. Per la sua realizzazione necessita di un ambiente ricco di stimoli

linguistici, in particolare durante un ben preciso momento di vita dell’individuo chiamato periodo critico (0-

12 anni).

* 11. Fare un esempio di campagna pubblicitaria significativa dal punto di vista della cosiddetta

comunicazione attesa. Spiegare che rapporto ha con la cornice cognitiva e con gli script di un

individuo e spiegare la propria scelta.

Con “comunicazione attesa” si intende una comunicazione che rientra nella nostra cornice cognitiva.

Le cornici cognitive agiscono senza che l’individuo se ne renda conto e finiscono con generare un orizzonte

di attese tra coloro che ne condividono una porzione sufficientemente estesa (es. membri di una stessa

società). Un esempio lampante di comunicazione attesa può essere la campagna del Cif Crema intitolata “Il

pentolone e la corona” che offre tutto ciò che ci si aspetta da una favola.

* 12. Spiegare che si intende per stereotipo sociale e che rapporto ha con la profilazione dei

consumatori alla base della creazione delle campagne pubblicitarie.

Le campagne pubblicitarie spesso vengono indirizzate verso determinate classi sociali, all’interno delle quali

risultano esserci maggiori consumatori.

Per fare questo si ricorre al socioletto e a immagini in cui quella determinata classe sociale, a cui è

indirizzato il prodotto, possa riconoscersi.

13. Spiegare anche con esempi, che si intende con variabilità della lingua e quali sono i maggiori fattori

che la determinano.

Per variabilità della lingua si intendono i modi in cui la lingua può variare:

in base al tempo (diacronia), in base allo spazio (diatopia), in base al mezzo (diamesia), in base alla

situazione (diafasia) e in base alla provenienza, all’età, al sesso, al livello di istruzione… dei parlanti

(diastratia).

14. Spiegare che rapporto c’è tra lingua e dialetto da un punto di vista linguistico e da un punto di

vista sociolinguistico.

Dal punto di vista linguistico, il dialetto è una varietà della lingua.

Dal punto di vista sociolinguistico il dialetto può indicare una determinata classe sociale.

* 15. Spiegare in che consiste il progetto Mapping sterotypes e che utilità può avere nella progettazione

di una campagna pubblicitaria.

Mapping stereotypes è un proggetto di Alphadeseigner che mostra cosa pensa un dato popolo di tutti gli altri

popoli del globo, suddividendo i vari territori in base a stereotipi.

Questo può essere molto utile per la progettazione di una campagna pubblicitaria in una data nazione in

quanto, se ad esempio, dovrò pubblicizzare un prodotto tipico italiano ai francesi lo farò seguendo il loro

immaginario di italiano al fine di avere una comunicazione migliore e mirata.

* 16. Pubblicità e retorica. Spiegare le ragioni per cui le figure retoriche abbondano negli slogan e nei

jinlge pubblicitari. Fornire degli esempi.

Gli slogan pubblicitari abbondano di figure retoriche e jingle, in modo che il messaggio sia il più efficace


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

6

PESO

22.11 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher milopallino di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguistica italiana e sociolinguistica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Dragotto Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze della comunicazione

Riassunto esame linguistica e sociolinguistica, prof. Dragotto, libro consigliato Non solo marketing, Dragotto
Appunto
Riassunto esame Storia del Cinema Italiano, prof. Natalini, libro consigliato Guida alla Storia del Cinema Italiano di Brunetta
Appunto
Riassunto esame Linguistica generale e sociolinguistica, prof. Dragotto, libro consigliato Introduzione alla linguistica
Appunto
Riassunto esame linguistica e sociolinguistica, prof. Dragotto, libro consigliato Introduzione alla sociologia, Yule
Appunto