Che materia stai cercando?

Riassunto esame Diritto privato, prof. Scognamiglio, libro consigliato Illiceità della causa e negozio in frode di legge Appunti scolastici Premium

Riassunto di Diritto privato sull'illiceità della causa, negozio in frode di legge, simulazione del contratto, negozio fiduciario, contratto in frode alla legge art. 1344, commistione di due o più schemi negoziali tipici per il perseguimento dell’interesse concreto delle parti, negozio indiretto. Vedi di più

Esame di Diritto privato docente Prof. C. Scognamiglio

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Oppure quando cade sull’oggetto del contratto

Assoluta. Quando al di là dell’apparenza creata dal contratto, in realtà non si intende modificare la realtà preesistente. In poche parole le parti

stipulano un contratto ma in realtà non vogliono nessun contratto.

Es. Per sottrarre i miei beni dai creditori, simulo una vendita ma in realtà rimango io il proprietario.

Interposizione fittizia di persona

La simulazione può investire anche le parti del contratto: quando la parte sostanziale del contratto è diversa da quella formale.

Caio finge di stipulare un contratto di lavoro con Mario ma in realtà lavorerà per Luca.

Presupposto per la simulazione:

Intesa simulatoria o controdichiarazione. L’accordo in forza del quale si ha la situazione apparente.

Può esserci anche in un negozio unilaterale: Il creditore sin accordo con il debitore simula la remissione del debito facendolo apparire estinto

per sottrarlo alle pretese dei propri creditori.

La simulazione non è vietata dall’ordinamento a meno che si perseguano scopi illeciti.

Disciplina del contratto simulato

Effetti tra le parti-.

Il contratto simulato( quello fittizio) non produce effetti tra le parti.

Però in caso di simulazione relativa produce il contratto dissimulato( quello in realtà voluto dalle parti) effetti tra le parti a condizione che

sussistano i requisiti di forma e sostanza eventualmente richiesti per tale contratto

Es. per far valere la donazione come compravendita fittizia, deve essere redatta come atto pubblico alla presenza di 2 testimone non deve avere

come oggetto beni futuri(requisito della sostanza per la donazione art 771)

In caso di Interposizione fittizia ha effetto il contratto tra interponente e interposto, non ha invece effetti il contratto simulato tra terzo ed

interposto.

E’ netta la differenza con l’interposizione reale, in questo caso il mandatario è parte del contratto e come tale acquista diritti e assume

obblighi derivanti dagli atti compiuti con terzi.

E’ nullo il contratto dissimulato qualora sia viziato che lo rende un contratto illecito secondo le norme generali.

Effetti nei confronti con i terzi

Può accadere che il simulato acquirente abusi del suo potere e venda a terzi il bene di cui sembra proprietario. Questi terzi sono gli aventi

causa del simulato acquirente e possono entrare in conflitto con il simulato alienante (vero proprietario)

• Il simulato alienante vorrà dimostrare simulazione per riavere indietro il suo bene.

• Anche i terzi aventi causa del simulato alienante possono far accertare la simulazione in giudizio .

• I creditori del simulato alienante possono anche loro far accertare la simulazione sia nei confronti del titolare apparente sia verso i

terzi aventi causa di costui per tutelare la garanzia patrimoniale del simulato alienante.

• I creditori del titolare apparente in linea di principio non possono vantare alcun diritto sul bene oggetto di simulazione poiché esso

non è entrato nel patrimonio del loro debitore. Ma nel caso abbiano compiuto in buonafede atti di esecuzione sul bene sono tutelati

nei confronti del simulato alienante che non potrà far valere la simulazione.

• Può infine sorgere il conflitto tra creditori chirografari del simulato alienante e i creditori chirografari del simulato acquirente. In tal

caso prevalgono i primi se il loro debito risale a prima della simulazione altrimenti prevarranno i chirografari del simulato

acquirente

Però per tutelare la sicurezza delle contrattazioni e l’affidamento incolpevole della controparte contrattuale assume rilievo la buonafede (art

1415)del sub acquirente(intesa come non conoscenza della simulazione) che è presunta.

In questo caso prevalgono i terzi del simulato acquirente(cioè se erano in buonafede) ai quali non è possibile opporre la simulazione .

L’acquisto del terzo rientra nella categoria degli acquisti a non domino ma a differenza della regola generale non è necessario che il terso

ottenga anche il possesso.

Il simulato alienante perde la proprietà del bene e può solo richiedere il risarcimento danni al simulato acquirente infedele.

Il simulato alienante e i suoi creditori invece prevalgono nel caso:

• il terzo è d’accordo con il simulato acquirente

• la buonafede dipende da colpa grave nel valutare la posizione del titolare apparente8 simulato acquirente)

Se si tratta di atti soggetti a trascrizione:

il conflitto si risolve collegando il criterio della buonafede con quello della priorità di trascrizione( art 2652 comma 1 n.4)

• prevale sempre il simulato alienate( il suo creditore o avente causa)se la domanda di simulazione( di accertamento) viene trascritta

prima che il terzo avente causa del titolare apparente trascriva il suo atto di acquisto.

• Prevale il terzo in buonafede nel caso in cui egli trascriva il suo contratto d’acquisto prima che il simulato alienante od i suoi terzi

aventi causa abbiamo trascritto la domanda giudiziale di accertamento della simulazione.

La prova della simulazione

Se una delle due parti agisce in giudizio per accertare la simulazione:

• dovrà esibire la controdichiarazione scritta in cui è contenuto l’accordo simulatorio. Non è consentito in linea di massima il ricorso

alla prova testimoniale o per presunzioni.

• La prova testimoniale è ammessa solo nel caso in cui il contraente abbia perduto senza colpa la controdichiarazione.

• La prova testimoniale è sempre ammessa per dimostrare l’illiceità del contratto dissimulato

• La simulazione potrà essere provata anche in assenza di controdichiarazione attraverso la confessione giudiziale, stragiudiziale o

giuramento dell’altro contraente.

Quando è un creditore o un terzo:

• E’ invece consentita la prova testimoniale e per presunzioni. Tale agevolazione è dovuta dal fatto che per questi soggetti è difficile

reperire la controdichiarazione

Negozio fiduciario

Da non confondere con il contratto simulato il contratto fiduciario

Un soggetto (fiduciante) trasferisce la proprietà di un suo bene ad un altro( fiduciario) con l’accordo che il fiduciario farà uso del bene

trasferitogli secondo le istruzioni impartite dal fiduciante

Assolve ad una duplice funzione:

• Di mandato. Il fiduciario acquista la proprietà del bene con l’obbligo di seguire le istruzioni impartite dal fiduciante e poi

ritrasferire il bene al fiduciante oppure ad altri indicati.

• Di garanzia. Il fiduciario creditore del fiduciante acquista la proprietà del bene come garanzia del credito e duna volta ottenuta la

prorietà dovrà restituire il bene

Struttura del negozio


PAGINE

5

PESO

113.13 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto di Diritto privato sull'illiceità della causa, negozio in frode di legge, simulazione del contratto, negozio fiduciario, contratto in frode alla legge art. 1344, commistione di due o più schemi negoziali tipici per il perseguimento dell’interesse concreto delle parti, negozio indiretto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Scognamiglio Claudio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Manuale di diritto privato, Scognamiglio - il fatto illecito
Appunto
Riassunto esame Diritto privato: causa del contratto, prof. Scognamiglio
Appunto
Diritto privato - la rescissione del contratto - Appunti
Appunto
Diritto privato - ipoteca
Appunto