Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

era del trustee, mentre dinnanzi alle corti dell’equity una tutela assai vicina a quella tipica

del proprietario veniva garantita al beneficiary.

Le riforme giurisdizionali del XIX secolo, che vanno sotto il nome di Judicature Acts,

trovano la propria giustificazione nelle esigenze sociali avvertite a seguito della

rivoluzione industriale. In Inghilterra la scelta politica fu quella di liberare i giudici dalle

gabbie organizzative e procedurali, che ne limitavano la capacità di auoriforma. La prima

riforma fu l’abolizione delle forms of action; venne così meno la tipicità delle azioni: gli

atti introduttivi furono sostituiti con un semplice atto di citazione aperto, in cui l’attore

non deve cercare di incasellare le sue pretese in una di queste gabbie. Con riguardo ai

writs quindi occorre ricordare: 1066, anno di nascita; 1258, loro fissazione; 1873,

abolizione delle forms of action. L’abolizione dei writs produsse l’effetto nelle corti di

aver un più scrupoloso rispetto dei precedenti, ossia di conformarsi alle decisioni già

assunte dai giudici, altrimenti si sarebbe lasciato eccessivo spazio alla discrezionalità dei

giudici. Nel XIX secolo prende quindi piede la teoria del precedente giudiziario

giuridicamente vincolante in modo assoluto.

Per fondare concettualmente tale radicalizzazione del principio del precedente si ricorre

alla teoria dichiarativa del diritto: l’obbligo di rispettare il precedente deriva da l fatto che

il predecessore nell’emettere quella regola, non ha creato diritto (to make the law), ma ha

reperito, formalizzato e verbalizzato una regola consuetudinaria da sempre esistente

presso il popolo inglese (to find the law). Da ciò consiste che quando una regola del

diritto consuetudinario è stata scoperta e verbalizzata dal giudice, essa cessa per sempre

di esistere allo stato amorfo, e il giudice seguente, se se ne discostasse commetterebbe un

errore giuridico, censurabile per motivi tecnici. Questo principio è temperato da due

limiti: se il giudice ritiene assolutamente inadeguata la regola precedente ricorre

all’escamotage di accentuare i caratteri differenti delle due fattispecie, per sostenere la

non coincidenza dei due casi e per poter disapplicare così il precedente; dal 1966, poi,

l’House of Lords può superare i propri precedenti quando vi siano eccezionali esigenze;

quindi vi è un’apertura formale al superamento del principio dello stare decisis per il

supremo organo giudiziario del Paese.

La seconde riforma concerne la fusione della competenza giurisdizionale tra corti di

common law e corti di equità. Gli inconvenienti che derivarono agli utenti da una simile

separazione erano gravi: anzitutto perché la complementarietà dei rimedi di common law

ed equity faceva sì che per una medesima lite fosse necessario adire entrambi le

giurisdizioni, con notevole incremento di costi; inoltre non vi era più alcuna

giustificazione ragionevole al persistere di tale separazione, poiché l’evoluzione che

aveva portato l’equity a cristallizzarsi l’aveva sostanzialmente omologata al common law.

Da qui l’unificazione delle giurisdizioni che comportò una riorganizzazione delle corti, e

questa è la terza riforma realizzata con i Judicature Acts, nell’ottica di una progressiva

autonomizzazione e emancipazione dei giudici. Ne risultò il seguente ordinamento: la

maggior parte delle controversie civili ed amministrative vengono risolte dalle country

courts, nonché da special tribunals. Esse applicano il diritto e seguono le indicazioni delle

corti superiori, la Supreme Court of Judicature e il Commitee della House of Lords.

La supreme Court od Judicature è scomposta in due gradi:

- la High Court of Justice, divisa in 3 sezioni, una con competenze sull’equity e in

materia successoria, una sul diritto di famiglia e delle persone, l’altra residuale per

tutte le altre materie;

- La Court of Appeal, alla quale si presentano le impugnazioni avverso le sentenze

rese dalla High Court, le quali impugnazioni non sono oggetto di un diritto ma

rientrani nella discrezionalità dei giudici. Le condizioni per il ricorso sono che: la

parte soccombente ne faccia richiesta; il giudice a quo lo consenta; il giudice

d’appello consenta a rivedere il giudizio;

- In terzo grado c’è il Judicial Commitee della House of Lords, per accedere al

quale occorre il consenso del giudice d’appello e l’accettazione della House of

Lords.

La House of Lords costituisce dunque l'organo giurisdizionale sovraordinato rispetto ad

ogni altro giudice del regno.

finora si è parlato del formante giurisprudenziale. ma a partire degli anni 20-30 di questo

secolo, in coincidenza con l'edificazione del Welfare State, si è assistito all'abbandono

della centralità del formante giurisprudenziale e ad una crescita consistente del formante

legislativo, ritenendo la legge formale mezzo più idoneo per garantire i diritti riconosciuti

ai cittadini. sono così intervenute riforme radicali attraverso l'emanazione di leggi

organiche.

Da dire che la legge scitta è considerata come una correzione all'insieme di regole di

common law, secondo una interpretazione assai restrittiva, che la vede strumento per

colmare le lacune. per questi motivi lo statute è interpretato letteralmente, senza

possibilità di ricorrere nè ai lavori preparatori, nè all'analogia. Il fatto che il legislatore

intervenga a correggere segnala il persistere della supremazia del formante

giurisprudenziale.

Il SISTEMA SCOZZESE si configura come sistema misto, caratterizzato dalla

compresenza di civil law e di common law.

Gli attuali STATI UNITI si proclamarono stato indipendente e sovrano nel 1776. La

ricezione del diritto inglese avvenne nel corso del XVII secolo, attraverso il successo che

ebbero negli stati Uniti i Commentaries di Blackstone, utilizzati come un breviario

giuridico di facile impiego.Ma si registrarono anche allora elementi di differenziazione

del sistema americano rispetto a quello inglese:

- La storia americana conobbe casi in cui sono state anticipate riforme e sviluppi poi

registratisi anche in Inghilterra;

-Inoltre è sempre stata presente una Costituzione scritta, cuore dell'ordinamento

americano sin dall'Indipendenza.

Vi è un equilibrio tra in poteri dell'ordinamento: -il potere esecutivo è affidato al

Presidente degli Stati Uniti; -il congresso è il titolare del potere legislativo (Camera dei

Rappresentanti e Senato); -il potere giurisdizionale è affidato ad un sistema di corti, i cui

giudici sono nominati dal Presidente e approvazione del Senato.

Vi è poi un equilibrio tra Stato federale e singoli stati federali: il compromesso tra

federalisti e repubblicani si articola sulla definizione delle materie di competenza

legislativa federale o statale (nella Costituzione è contenuto un elenco di materie di

competenza dell'assemblea dello stato federale, prevedendo che tutti i poteri non delegati

al sistema federale siano conservati dai singoli Stati e dal popolo. Vediamo da vicino che

la Costituzione affida alla competenza legislativa del Congresso federale: la materia

fallimentare, la materia commerciale e il diritto della navigazione) e sulla composizione

del Congresso.

Emerge poi dalla costituzione la volontà di porre una qualche limitazione alla possibilità


PAGINE

5

PESO

24.13 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato comparato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Lener Raffaele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato comparato

Diritto privato comparato - Domande
Esercitazione
Diritto privato comparato - Schema
Appunto
Diritto privato comparato - parte speciale
Appunto
Diritto privato comparato - il contratto di Common Law
Appunto