Che materia stai cercando?

Diritto penale - procedimenti speciali Appunti scolastici Premium

Appunti per l’esame di Diritto penale. Gli appunti sono incentrati sugli aspetti legati ai cosiddetti procedimenti speciali, ovvero quei procedimenti che consentono di eliminare una delle fasi successive alle indagini preliminari, così da giungere più rapidamente alla decisione finale. Inoltre vengono analizzati i seguenti argomenti:... Vedi di più

Esame di Diritto penale docente Prof. M. Ronco

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

, 'UP , ;

PROCESSO ORDINARIO CELEBRAZIONE DELL O DEL DIBATTIMENTO A SECONDA DEI CASI

'

LA NUOVA DISPOSIZIONE CONSENTE ALL IMPUTATO LE GARANZIE DEL DIBATTIMENTO IN

'

PRESENZA DI UN ACCUSA DIVERSA DA QUELLA CONTESTATAGLI ALLORCHÉ AVEVA RICHIESTO

)

IL RITO SPECIALE IP

A DECISIONE DEL GIUDICE SI BASA SUGLI ATTI DELLE E SULLE FONTI DI PROVA OTTENUTE

→L ’ . L

DURANTE L UDIENZA SE SI HA INTEGRAZIONE PROBATORIA A SENTENZA PUÒ ESSERE DI CONDANNA

( )

O ASSOLUZIONE ESISTONO DEI LIMITI PER PROPORRE APPELLO ALLA SENTENZA

PATTEGGIAMENTO

1. GIUDIZIO ALLO STATO DEGLI ATTI

2. PM ’

POSSONO RICHIEDERELA IL E L IMPUTATO IN ACCORDO E IL GIUDICE DECIDE SE APPLICARLA

3. ' ,

L IMPUTATO NON DEVE DICHIARARE LA SUA RESPONSABILITÀ MA RINUNCIA A FAR VALERE LE

EVENTUALI PROVE A DISCARICO E LE ALTRE DIFESE ),

4. ’ PM ( CON ADDUZIONE DI MOTIVAZIONE QUESTO PROBLEMA

SE L IMPUTATO LO VUOLE MA IL NO ' PM,

PUÒ ESSERE SUPERATO DAL GIUDICE CHE POTRÀ ESSERE D ACCORDO CON IL OPPURE

, ' ,

APPLICARE EGUALMENTE ALL ESITO DEL DIBATTIMENTO LO SCONTO DI PENA

5. I G ,

L IUDICE VERIFICA CHE NON RICORRANO LE CONDIZIONI PER IL PROSCIOGLIMENTO QUINDI

CONSIDERA SE LA PENA PROPOSTA È EQUA

6. LA DECISIONE AVVIENE SULLA BASE DEGLI ATTI CONTENUTI NEL FASCICOLO DEL DIBATTIMENTO

PM,

E DI QUELLO DEL MENTRE È DA ESCLUDERSI QUALSIASI ACQUISIZIONE O PRODUZIONE

( , , )

PROBATORIA PROPRIO PERCHÉ QUESTA FASE PER LA NATURA STESSA DEL RITO VIENE OMESSA

7. ( ' ,

LA PARTE CIVILE NN ENTRA NEL PROCEDIMENTO IL GIUDICE NON DECIDE SULL AZIONE CIVILE

)

CHE PUÒ AUTONOMAMENTE PROSEGUIRE NELLA SUA NATURALE SEDE

8. ' ,

DOPO UN UDIENZA IN CAMERA DI CONSIGLIO IL GIUDICE DEVE EMANARE LA SENTENZA DI

(

APPLICAZIONE DELLA PENA NN È UNA VERA E PROPRIA SENTENZA DI CONDANNAIN QUANTO NN

’ )

CONTIENE UN AMMISSIONE DI COLPEVOLEZZA

9. I ’ IP,

L PATTEGGAMENTO È L UNICO RITO CHE IL SOGGETTO PUÒ RICHIEDERE GIÀ NELLE MENTRE

GLI ALTRI RITI SPECIALI DEVONO ESSERE RICHIESTI SONO NEL CASO IN CUI IL SOGGETTO SIA

.

STATO RINVIATO A GIUDIZIO

10. I ’UP

L LIMITE MASSIMO PER LA RICHIESTA DI PATTEGGIAMENTO È L SE VIENE EFFETTUATA O LA

.

FASE PRELIMINARE DEL GIUDIZIO QUINDI PRIMA DELLA FASE DIBATTIMENTALE

I

L PATTEGGIAMENTO PUÒ ESSERE CELEBRATO E CONVALIDATO DA TRE GIUDICI IN BASE ALLA FASE

:

PROCEDIMENTALE IN CUI È STATO RICHIESTO

1. GIP

2. GUP

3. G

IUDICE DEL DIBATTIMENTO 105

B :

ENEFICI

1. SCONTO DI PENA

2. ' ;

L ESCLUSIONE DEL PAGAMENTO DELLE SPESE PROCESSUALI

3. ,

LA POSSIBILITÀ DI APPLICAZIONE DI PENE ACCESSORIE E DI MISURE DI SICUREZZA CON

;

ESCLUSIONE PERÒ DELLA CONFISCA

4. ;

LA POSSIBILTÀ DI APPLICAZIONI DI SANZIONI SOSTITUTIVE

5. ,

SONO ESCLUSI GLI EFFETTI PREGIUDIZIEVOLI NEI CONNESSI GIUDIZI CIVILI E AMMINISTRATIVI

MA NEI GIUDIZI DISCIPLINARI INNANZI ALLE PUBBLICHE AUTORITÀ

6. ( .

PREVISIONE DI ESTINZIONE DEL REATO E DI OGNI ALTRO EFFETTO PENALE AD ES PER LA

)

RECIDIVA DOPO IL DECORSO DI UN CERTO INTERVALLO DI TEMPO DALLA PRONUNCIA DELLA

( , ).

SENTENZA SUL PATTEGGIAMENTO CINQUE ANNI PER DELITTI DUE PER CONTRAVVENZIONI

IL GIUDICE PUÒ CONCEDERE LA SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA SE NON SUSSISTONO

(

INESISTENZA DI OSTACOLI GIURIDICI ED

CONDIZIONI OSTATIVE ALLA CONCEDIBILITÀ DEL BENEFICIO ),

ESATTEZZA NEL MERITO DELLA PROGNOSI DI FUTURA ASTENSIONE DA REITERAZIONI CRIMINOSE NON

,

PUÒ ESSERE CONCESSA DI UFFICIO DAL GIUDICE DOVENDOSI QUESTI ATTENERE AD UNA MERA

' . Q , ,

OPERAZIONE DI CONTROLLO DELL OPERATO DELLE PARTI UESTE POSSONO PERÒ INSERIRE NEL

,

QUADRO DEL LORO ACCORDO LA CONCESSIONE DELLA SOSPENSIONE DELLA PENA SEMPRE SE IL

.

GIUDICE LA RITERRÀ EFFETTUABILE

L ,

A SENTENZA DI PATTEGGIAMENTO È INAPPELLABILE MA SOLO RICORRIBILE IN CASSAZIONE PER

→ .

MOTIVI DI LEGITTIMITÀ

P

ATTEGGIAMENTO ALLARGATO

S 2 5 ,

I SCEGLIE SE LA PENA È TRA I E I ANNI QUESTO PREVEDE UNA VERA E PROPRIA SENTENZA DI

.

CONDANNA CON TUTTE LE CONSEGUENZE CHE NE DERIVANO NN PUÒ ESSERE CHIESTA LA

SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA POICHÉ QUESTA SI APPLICA SOLO PER REATI CON PENE

2

INFERIORI A ANNI

P

ATTEGGIAMENTO IN APPELLO

N PM

ON È UN RITO PREMIALE COME SOPRA MA PERMETTE DI GIUNGERE AD UN ACCORDO CON IL

’ , .

DELL APPELLO SI PUÒ QUINDI AVERE UNA VARIAZIONE DELLA PENA SENZA UN NECESSARIO SCONTO

I

L PROCEDIMENTO PER DECRETO

D :

EFINIZIONE 106

'UP, ; ,

PROCEDIMENTO CHE SI PREFIGGE DI EVITARE SIA L SIA IL DIBATTIMENTO IN OGNI CASO ANCHE SE

, ’UP, '

VI È OPPOSIZIONE AL DECRETO EMESSO NON VI SARÀ MAI L MA L OPPONENTE POTRÀ CHIEDERE O

,

DI CELEBRARE IL DIBATTIMENTO OVVERO AVANZARE RICHIESTA DI GIUDIZIO ABBREVIATO DI

( , , ).

PATTEGGIAMENTO OVVERO RICORRENDONE I CASI DI OBLAZIONE

IP

NA VOLTA SVOLTE LE ED ACQUISITE CHIARE FONTI DI PROVA DELLA COLPEVOLEZZA

→U ' PM 'UP ,

DELL IMPUTATO TALI DA FAR RITENERE AL INUTILE L ED IL DIBATTIMENTO QUESTI PUÒ

GIP

CHIEDERE AL DI EMETTERE UN DECRETO PENALE CONTENENETE LA CONTESTAZIONE DEL REATO E

' ( ).

L APPLICAZIONE DELLA PENA SOLO PECUNIARIA , , PM

NON CONTEMPLA ALCUN CONTRADDITTORIO NEMMENO SCRITTO TRA RICHIEDENTE IL

→ . I ' ;

DECRETO E IMPUTATO L DECRETO CONTIENE L IMPUTAZIONE E LA CONDANNA ESSO SI

, ,

CARATTERIZZA QUINDI PER LA SOMMARIETÀ DELLA COGNIZIONE NELLA SPERANZA DI UNA

.

DEFLAZIONE DEL CARICO PROCESSUALE

P :

RESUPPOSTI DEL RITO

1. PM ' ,

CHE IL RICHIEDA L APPLICAZIONE SOLO DI UNA PENA PECUNIARIA ANCHE SE LA PENA

;

PECUNIARIA ABBIA NATURA SOSTITUTIVA DI PENA DETENTIVA

2. PM 6 '

CHE LA RICHIESTA VENGA AVANZATA DAL ENTRO MESI DALL ISCRIZIONE DELLA NOTIZIA DI

( );

REATO TERMINE RITENUTO DALLA GIURISPRUDENZA ORDINATORIO

3. ' ;

CHE NON SIA NECESSARIA L APPLICAZIONE DI UNA MISURA DI SICUREZZA

4. , ( ,

NEI REATI PROCEDIBILI A QUERELA LA NON OPPOSIZIONE DEL QUERELANTE AL QUALE PER

' ,

CONSENTIRE L ESERCIZIO DEL POTERE DI VETO DEVE ESSERE DATA COMUNICAZIONE

)

'

DELL EMISSIONE DEL DECRETO

5. PM,

ATTIVATO DAL SOLO PRIMA ANCORA CHE EGLI ABBIA FORMULATO LA RICHIESTA DI RINVIO A

, '

GIUDIZIO E CHE LUI STESSO O L IMPUTATO ABBIANO PROMOSSO UNO DEGLI ALTRI RITI

.

ALTERNATIVI

6. PM GIP, ( .

LA RICHIESTA DEL DEVE ESSERE ACCOLTA DAL SE NON ACCOGLIE LA RICHIESTA AD ES

) PM

PERCHÉ NE DIFETTANO I PRESUPPOSTI LA RIGETTA E RESTITUISCE GLI ATTI AL AFFINCHÉ

; ' , ,

PROCEDA IN VIA ORDINARIA OVVERO SE L ACCOGLIE EMETTE IL DETTO DECRETO CHE OLTRE

' ,

ALL IMPUTAZIONE ED ALLA DETERMINAZIONE DELLA PENA PECUNIARIA DEVE CONTENERE

' .

L ESPOSIZIONE SOMMARIA DELLE FONTI DI PROVA

7. I , (

L DECRETO DEVE ESSERE NOTIFICATO AL CONDANNATO AL DIFENSORE ED EVENTUALMENTE

);

ALLA PERSONA CIVILMENTE OBBLIGATA PER LA PENA PECUNIARIA DEVE INOLTRE ESSERE

PM.

COMUNICATO AL

8. I GIP

L PER EMETTERE IL DECRETO DEVE VALUTARE LA CORRETTEZZA DELLA QUALIFICAZIONE

,

GIURIDICA E LA ESATTEZZA DELLA RIDUZIONE DELLA PENA PECUNIARIA LIMITANDOSI AD

107

PM, .

APPLICARE LA PENA NELLA MISURA RICHIESTA DAL SENZA ALCUN POTERE DI MODIFICARLA

C :

ARATTERI PREMIALI

1. GIP

CON IL DECRETO IL PUÒ IRROGARE UNA PENA PECUNIARIA DIMINUITA SINO ALLA METÀ DEL

. T

MINIMO EDITTALE RATTASI DELLA RIDUZIONE DI PENA POTENZIALMENTE PIÙ CONSISTENTE

(

RISPETTO ALLE ALTRE RIDUZIONI PREMIALI DI UN TERZO PER IL GIUDIZIO ABBREVIATO E FINO AD

);

UN TERZO PER IL PATTEGGIAMENTO

2. ;

NON SONO APPLICATE PENE ACCESSORIE

3. ;

LA CONFISCA PUÒ ESSERE DISPOSTA SOLO SE OBBLIGATORIA

4. ;

A CARICO DEL CONDANNATO NON SONO POSTE LE SPESE DEL PROCEDIMENTO

5. LA CONDANNA NON È DI OSTACOLO AD UNA SUCCESSIVA SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA

;

PENA

6. 5 ( ) 2 ( )

IL REATO SI ESTINGUE DOPO ANNI PER I DELITTI O DOPO ANNI PER LE CONTRAVVENZIONI SE

' ;

L IMPUTATO NON COMMETTE UN DELITTO O UNA CONTRAVVENZIONE DELLA STESSA INDOLE

7. ' ' ,

ESCLUSIONE DELL EFFICACIA DELL ACCERTAMENTO CONTENUTO NEL DECRETO DIVENUTO

, , .

ESECUTIVO RISPETTO AD ALTRI GIUDIZI CIVILI O AMMINISTRATIVI

L’

IMPUTATO PUÒ PROPORRE OPPOSIZIONE AL MEDESIMO 15

ENTRO GIORNI DALLA NOTIFICA DEL

→ , ;

CHIEDENDO IL GIUDIZIO IMMEDIATO OVVERO ATTIVANDO IL RITO ABBREVIATO O

DECRETO ' . I ,

RICHIEDENDO IL PATTEGGIAMENTO O L OBLAZIONE N DIFETTO DI OPPOSIZIONE IL DECRETO PENALE

.

DIVIENE ESECUTIVO ED IRRETRATTABILE AL PARI DI UNA SENTENZA ' ;

IL PROCEDIMENTO PER DECRETO NON È AMMISSIBILE IN CASO DI IRREPERIBILITÀ DELL IMPUTATO IN

→ , ' GIP

TAL CASO L EVENTUALE DECRETO GIÀ EMESSO VA REVOCATO DI UFFICIO DALLO STESSO ED IL

' '

PROCEDIMENTO PROSEGUIRÀ OLTRE ATTIVANDO UN ALTRA FORMA DI ESERCIZIO DELL AZIONE

.

PENALE , '

IN CASO DI REATO ASCRITTO IN CONCORSO A PIÙ IMPUTATI L OPPOSIZIONE PROPOSTA DA UNO DI

→ , '

ESSI GIOVA ANCHE AGLI ALTRI PROVOCANDO PRIMA LA SOSPENSIONE DELL ESECUZIONE DEL

DECRETO NEI CONFRONTI DEI NON OPPONENTI E POI LA ESTENSIONE ANCHE A COSTORO DELLE

.

FORMULE DI PROSCIOGLIMENTO NON PERSONALI CONSEGUITE EVENTUALMENTE DAGLI OPPONENTI

A ' :

SEGUITO DELL OPPOSIZIONE IL PROCESSO PUÒ SEGUIRE LE SEGUENTI VIE

1. ' , GIP

SE L IMPUTATO AVANZA ESPLICITA RICHIESTA DEL DIBATTIMENTO IL È TENUTO AD EMETTERE

DECRETO DI GIUDIZIO IMMEDIATO E QUINDI GLI ATTI SONO TRASMESSI AL GIUDICE

;

DIBATTIMENTALE

2. ' ( PM)

SE L IMPUTATO CHIEDE IL PATTEGGIAMENTO E VI È CONSENSO DEL O IL GIUDIZIO

, GIP ,

ABBREVIATO IL PROCEDERÀ ALLA CELEBRAZIONE DI DETTI RITI SPECIALI SECONDO LE

.

RISPETTIVA NORME 108


PAGINE

10

PESO

76.48 KB

AUTORE

anita K

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti per l’esame di Diritto penale. Gli appunti sono incentrati sugli aspetti legati ai cosiddetti procedimenti speciali, ovvero quei procedimenti che consentono di eliminare una delle fasi successive alle indagini preliminari, così da giungere più rapidamente alla decisione finale. Inoltre vengono analizzati i seguenti argomenti: il giudizio abbreviato (art. 438), il patteggiamento (patteggiamento allargato e in appello) e il procedimento per decreto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (PADOVA, TREVISO)
SSD:
Docente: Ronco Mauro
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher anita K di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Ronco Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Diritto penale - il procedimento minorile
Appunto
Diritto penale - mezzi di ricerca della prova
Appunto
Diritto penale - apertura delle indagini
Appunto
Diritto penale - misure precautelari
Appunto