Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL DELITTO DI VIOLENZA SESSUALE

A distanza di tempo dall'entrata in vigore della legge 15 febbraio 1996 n. 66, con la quale

legislatore ha posto la riforma dei delitti contro la libertà sessuale, non può rivelarsi che sui

contenuti di tale intervento legislativo ed in particolare sulla nuova fattispecie di violenza sessuale,

gran parte della dottrina si è espressa in senso negativo.

PROFILI STRUTTURALI DELLA NUOVA FATTISPECIE DI VIOLENZA SESSUALE

occorre analizzare a questo punto, le novità più importanti della nuova fattispecie di violenza

sessuale. L'articolo 609 bis unifica l'ipotesi dell'articolo 519 e 521 del vecchio codice; è da notare

che sul piano delle modalità del costringimento, oltre alla violenza e alla minaccia si aggiunge

riferimento all'abuso di autorità. Come ulteriore modalità di commissione del delitto di violenza

sessuale, il secondo comma dell'articolo in esame prevede il fatto di colui che induce taluno a

compiere o a subire atti sessuali:

1 ) abusando della condizione di inferiorità fisica o psichica della persona offesa al momento del

fatto.

2) traendo in inganno la persona offesa per essersi il colpevole sostituito ad altra persona.

Quanto al regime sanzionatorio, la fattispecie di violenza sessuale rispetto al passato, si leva nel

minimo passando alla reclusione dei 5 a 10 anni.

VIOLENZA SESSUALE E SCELTE DI POLITICA CRIMINALE: IL PERPETUARSI DEL

MODELLO DI INCRIMINAZIONE BASATO SULLA COSTRIZIONE DELLA VITTIMA.

In questo nuovo articolo si può individuare il perpetuarsi di modello di incriminazione basato sulla

costrizione della vittima. Quest'osservazione è rilevante perché nel dibattito dottrinale precedente

all'approvazione della legge si voleva costruire la nuova fattispecie di violenza sessuale attorno

all'amara mancanza di consenso della persona offesa. Il superamento di questa impostazione di

fondo avrebbe dovuto portare con sé una rimodulazione della tutela in chiave effettivamente

garantistica del diritto all’autodeterminazione sessuale. Del resto, in termini più generali, l’idea di

polarizzare la tutela della libertà sessuale intorno al mero dissenso della vittima è posta in

discussione da altra autorevole dottrina che sottolinea come sul piano pratico tale prospettiva di

riscrittura dei reati sessuali rischi di travisare le complesse dinamiche intersoggettive.

IL SUPERAMENTO DELLA DISTINZIONE FRA VIOLENZA CARNALE E ATTI DI

LIBIDINE VIOLENTI.

E’ necessario a questo punto occuparsi dell'innovazione più vistosa operata dalla legge n. 66 del

1996: la introduzione di un titolo di reato unitario "la violenza sessuale" al posto delle fattispecie di

violenza carnale e atti di libidine violenti.

A sostegno di questa innovazione possono individuarsi due ordini di giustificazione: in primo luogo

il legislatore voleva sottrarre le vittime di reati ad ulteriori accertamenti. In secondo luogo,

l'abolizione della precedente distinzione rappresentava una conseguenza obbligata, perché era

inutile distinguere tra condotte che incidevano sullo stesso oggetto di tutela. Queste giustificazioni

non sembrano convincenti. Infatti riguardo il primo punto, l'unificazione delle due fattispecie

accentua l'esigenza di un accertamento riguardo le modalità concrete dell'azione. Riguardo il

secondo punto, le motivazioni poste dal legislatore appaiono molto confuse.


PAGINE

3

PESO

61.86 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto penale sulle caratteristiche del delitto di violenza sessuale, con analisi dei seguenti argomenti: i profili strutturali della nuova fattispecie di violenza sessuale, le scelte di politica criminale, il modello di incriminazione basato sulla costrizione della vittima, il superamento della distinzione tra violenza carnale e gli atti di libidine violenti, le caratteristiche delle sanzioni e la circostanza attenuante per i casi di minore gravità.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Coppi Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Riassunto esame Diritto Penale, prof. Fiorella, libro consigliato Questioni Fondamentali della Parte Speciale del Diritto Penale
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Ramacci, libro consigliato Delitti di Omicidio
Appunto
Diritto penale - Parte speciale - Appunti
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Gambardella, libro consigliato Manuale di Diritto Penale, Antolisei
Appunto