Che materia stai cercando?

Diritto penale - fonti di prova

Appunti per l’esame di Diritto penale. sulle fonti della prova di reato penale e sulle principali nozioni della materia, tra le quali: la prova indiziaria (e le varie tipologie di indizi gravi, precisi e concordanti), la chiamata in correità, i mezzi di prova, l’importanza della testimonianza,... Vedi di più

Esame di Diritto penale docente Prof. M. Ronco

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Q ,

UANDO UN TESTIMONE RENDA DICHIARAZIONI CONTRADDITTORIE INCOMPLETE O CONTRASTANTI

CON LE PROVE GIÀ ACQUISITE

C :

ONSEGUENZE

. 497/2 (

ART ANKE SE UN TESTIMONE RIFIUTA DI DEPORRE FUORI DEI CASI ESPRESSAMENTE PREVISTI

, )

DALLA LEGGE E SE IL TESTIMONE PERSISTE NEL RIFIUTO , PM

SE IL GIUDICE RAVVISA INDIZI DI FALSA TESTIMONIANZA NE INFORMA IL TRASMETTENDOGLI I

→ .

RELATIVI ATTI

C ROSS EXAMINATION

D :

EFINIZIONE ’ ,

ESAME INCROCIATO DEI TESTIMONI DA PARTE DELL ACCUSA E DELLA DIFESA NATURALMENTE CHI HA

CHIAMATO IL TESTE A DEPORRE È IL PRIMO KE FORMULA LE DOMANDE E L ALTRA PARTE

. N ,

CONTROBATTERÀ EL CASO DI MINORI PERSONE INCAPACI DI INTENDERE E DI VOLERE LE DOMANDE

G .

VERRANNO POSTE DAL IUDICE

L’ ESAME DELLE PARTI

D :

EFINIZIONE ,

DICHIARAZIONI RESE IN QUALITÀ DI PARTE PROCESSUALE COSTITUISCE UN MEZZO DI ISTRUZIONE

(

PROBATORIA CHE HA LUOGO NELLE SEDI IN CUI SI FORMA LA PROVA DIBATTIMENTO O INCIDENTE

) (I PM

PROBATORIO E CHE INVESTE LE PARTI PROCESSUALI PRIVATE L IN QUANTO PARTE PUBBLICA

).

NON PUÒ ESSERE SOTTOPOSTO NÉ A ESAME NÉ A TESTIMONIANZA

’ ,

I TESTIMONI HANNO L OBBLIGO DI DEPORRE LE PARTI HANNO SOLO LA FACOLTÀ DI ASSOGGETTARSI

→ , ESSENDO ESSE TITOLARI DI UN INTERESSE PROPRIO NEL PROCESSO E QUINDI LEGITTIMATE

AD ESAME ’ (D

AD ESERCITARE IL DIRITTO DI DIFESA ANCHE MEDIANTE IL RIFIUTO DELL ESAME AL RIFIUTO

’ . P

DELL ESAME NON POSSONO TRARSI DEDUZIONI SFAVOREVOLI ERÒ SE LA PARTE SCEGLIE DI ESSERE

,

ESAMINATA IL RIFIUTO DI RISPONDERE A TALUNE DOMANDE È SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE

).

PROBATORIA

I ( . 211).

CONFRONTI ART

D :

EFINIZIONE

M

EZZO DI PROVA DI TIPO PLURIMO ESPERIBILE QUALORA FRA DUE O PIÙ PERSONE GIÀ ESAMINATE O

(I ,

INTERROGATE SUSSISTANO DIVERGENZE L GIUDICE RICHIAMATE LE PRECEDENTI DICHIARAZIONI AI

,

SOGGETTI TRA I QUALI DEVE SVOLGERSI IL CONFRONTO CHIEDE LORO SE LE CONFERMANO O LE

, , , . N

MODIFICANO INVITANDOLI OVE OCCORRA ALLE RECIPROCHE CONTESTAZIONI EL VERBALE È

75

,

FATTA MENZIONE DELLE DOMANDE RIVOLTE DAL GIUDICE DELLE DICHIARAZIONI RESE DALLE

).

PERSONE MESSE A CONFRONTO E DI QUANTO ALTRO È AVVENUTO DURANTE IL CONFRONTO

ATTO NN È ESPERIBILE ESCLUSIVAMENTE ATTRAVERSO LA TESTIMONIANZA MA ANKE ATTRAVERSO

’ .

L ESAME DELLE PARTI E SI PUÒ USARE ANKE PER DUE PERSONE INFORMATE SUI FATTI

L

E RICOGNIZIONI

D :

EFINIZIONE

A ,

TTO CHE MIRA ALLA INDIVIDUAZIONE DI PERSONE COSE ED ALTRE REALTÀ SENSORIALI AD OPERA DI

.

TESTIMONE

T :

IPOLOGIE

1. PERSONALE

2. REALE ( )

RIGUARDA OGGETTI O COSE

3. FENOMENICA ( ,

NN VENGONO DISCIPLINATE PERCHÉ GENERALMENTE RIGUARDANO UN SUONO

)

UNA VOCE O ALTRI ELEMENTI PERCEPIBILI SENSORIALMENTE

M :

ETODO PER LA RICOGNIZIONE PERSONALE

DESCRIZIONE DELLA PERSONA INDICANDO TUTTI I PARTICOLARI CHE RICORDA

SE È GIÀ STATO CHIAMATO AL RICONOSCIMENTO IN ALTRA SEDE

, ,

SE PRIMA E DOPO IL FATTO ABBIA VISTO ANCHE SE RIPRODOTTA IN FOTOGRAFIA LA PERSONA

DA RICONOSCERE

SE LA STESSA GLI SIA STATA INDICATA O DESCRITTA E SE VI SIANO ALTRE CIRCOSTANZE CHE

'

POSSANO INFLUIRE SULL ATTENDIBILITÀ DEL RICONOSCIMENTO ,

IL GIUDICE PROCURA LA PRESENZA DI ALMENO DUE PERSONE IL PIÙ POSSIBILE SOMIGLIANTI

' ,

ANCHE NELL ABBIGLIAMENTO A QUELLA SOTTOPOSTA A RICOGNIZIONE

, ,

CHIEDE SE RICONOSCA TALUNO DEI PRESENTI E IN CASO AFFERMATIVO LA INVITA A INDICARE

(S

CHI ABBIA RICONOSCIUTO E A PRECISARE SE NE SIA CERTA E VI È FONDATA RAGIONE DI

RITENERE CHE LA PERSONA CHIAMATA ALLA RICOGNIZIONE POSSA SUBIRE INTIMIDAZIONE O

,

ALTRA INFLUENZA DALLA PRESENZA DI QUELLA SOTTOPOSTA A RICOGNIZIONE IL GIUDICE

' ' ).

DISPONE CHE L ATTO SIA COMPIUTO SENZA CHE QUEST ULTIMA POSSA VEDERE LA PRIMA

M : . 213

ETODO PER LA RICOGNIZIONE REALE ART

1. P

ROCURATI ALMENO DUE OGGETTI SIMILI A QUELLO DA RICONOSCERE

2. SI CHIEDE ALLA PERSONA CHIAMATA ALLA RICOGNIZIONE SE RICONOSCA TALUNO TRA ESSI

3. .

LA SI INVITA A DICHIARARE QUALE ABBIA RICONOSCIUTO E A PRECISARE SE NE SIA CERTA 76

V , ,

IENE REDATTO VERBALE DOVE VIENE FATTA MENZIONE A PENA DI NULLITÀ DELLE MODALITÀ DI

→ (I

SVOLGIMENTO E RICOGNIZIONE L GIUDICE PUÒ DISPORRE CHE LO SVOLGIMENTO DELLA

RICOGNIZIONE SIA DOCUMENTATO ANCHE MEDIANTE RILEVAZIONI FOTOGRAFICHE O

)

CINEMATOGRAFICHE

G

LI ESPERIMENTI GIUDIZIALI

D :

EFINIZIONE , ,

RIPRODUZIONE PER QUANTO È POSSIBILE DELLA SITUAZIONE IN CUI IL FATTO SI AFFERMA O SI RITIENE

ESSERE AVVENUTO E NELLA RIPETIZIONE DELLE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL FATTO STESSO

È AMMESSO QUANDO OCCORRE ACCERTARE SE UN FATTO SIA O POSSA ESSERE AVVENUTO IN UN

→ ( . 218).

DETERMINATO MODO ART

D IP, ’

URANTE LE LE ESIGENZE COGNITIVE CHE SONO A FONDAMENTO DELL ESPERIMENTO GIUDIZIALE

“ ” PM “

SONO ASSICURATE MEDIANTE ACCERTAMENTI TECNICI DA PARTE DEL E MEDIANTE ATTI O

” PG, , , ’

OPERAZIONI TECNICHE DA PARTE DELLA SEMPRE PERÒ NELL OTTICA DI FINALITÀ

, .

INVESTIGATIVE E MAI PROBATORIE

L . 220

A PERIZIA ART

È AMMESSA QUANDO OCCORRE SVOLGERE INDAGINI O ACQUISIRE DATI O VALUTAZIONI CHE

, .

RICHIEDONO SPECIFICHE COMPETENZE TECNICHE SCIENTIFICHE O ARTISTICHE

GIUDICE PERITO

PARTI PROCESSUALI CONSULENTE

IL GIUDICE LO SCEGLIE TRA GLI ISCRITTI NEGLI APPOSITI ALBI O TRA PERSONE FORNITE DI

PARTICOLARE COMPETENZA NELLA SPECIFICA DISCIPLINA

'

AFFIDA L ESPLETAMENTO DELLA PERIZIA A PIÙ PERSONE QUANDO LE INDAGINI E LE VALUTAZIONI

RISULTANO DI NOTEVOLE COMPLESSITÀ OVVERO RICHIEDONO DISTINTE CONOSCENZE IN

DIFFERENTI DISCIPLINE

I ' ,

L PERITO HA L OBBLIGO DI PRESTARE IL SUO UFFICIO SALVO CHE RICORRA UNO DEI MOTIVI DI

' . 36 (

A )

ASTENSIONE PREVISTI DALL ART STENSIONE

P ,

UÒ ESSERE DISPOSTA ANCHE DI UFFICIO DAL GIUDICE PER GARANTE LA CORRETTEZZA DEL

PROCESSO E DELLE PROCEDURE VOLTE AD ACQUISIRE LA VERITÀ REALE

PM

IL E LE PARTI PRIVATE HANNO FACOLTÀ DI NOMINARE PROPRI CONSULENTI TECNICI IN

, , (L ,

NUMERO NON SUPERIORE PER CIASCUNA PARTE A QUELLO DEI PERITI E PARTI PRIVATE NEI

,

CASI E ALLE CONDIZIONI PREVISTE DALLA LEGGE SUL PATROCINIO STATALE DEI NON ABBIENTI

S )

HANNO DIRITTO DI FARSI ASSISTERE DA UN CONSULENTE TECNICO A SPESE DELLO TATO 77


PAGINE

8

PESO

56.96 KB

AUTORE

anita K

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti per l’esame di Diritto penale. sulle fonti della prova di reato penale e sulle principali nozioni della materia, tra le quali: la prova indiziaria (e le varie tipologie di indizi gravi, precisi e concordanti), la chiamata in correità, i mezzi di prova, l’importanza della testimonianza, il cross examination.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (PADOVA, TREVISO)
SSD:
Docente: Ronco Mauro
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher anita K di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Ronco Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Diritto penale - il procedimento minorile
Appunto
Diritto penale - mezzi di ricerca della prova
Appunto
Diritto penale - apertura delle indagini
Appunto
Diritto penale - misure precautelari
Appunto