Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

il governo e l’amministrazione del comune

Esiste l’ufficio del camerlengo che tiene la contabilità del comune, cresce e si struttura un

complesso di uffici di natura giuridica: i notai che registrano e regolarizzano le deliberazioni

degli organi esecutivi sia deliberativi sia dell’attività di amministrazione della giustizia Si

definisce nell’amministrazione del comune anche una cancelleria che è un organo di

gestione dei rapporti anche tra comuni con caratteri politici legali diplomatici. I balivi

deputati alla realizzazione e al controllo delle opere pubbliche, gli ufficiali delegati ai

rifornimenti annonari. L’amministrazione comunale nel corso del ‘200 si organizza in una

serie di uffici con specializzazioni e competenze ben definite. Contemporaneamente si

definisce la fiscalità, perché i comuni hanno bisogno di soldi nel momento in cui prendono

una fisionomia di ordine statale, proprio per una serie di esigenze fisse: quali i pagamenti

dei funzionari, podestà, collaboratori del podestà e anche ufficiali comunali. Un’altra

importante attività dei comuni, attività costosa è la guerra. I comuni devono difendere la

propria posizione sul territorio, devono difendere i loro interessi innanzitutto nei confronti

del territorio esterno e nei confronti di quei residui di aristocrazia feudale che ha i suoi

castelli nel territorio e non sempre va d’accordo con il governo comunale. Devono avere un

apparato militare che consenta anche l’aggressione e la difesa dall’aggressione, in quanto le

città hanno interessi concorrenti e questi interessi vengono difesi appunto con le armi

I comuni devono così organizzare il servizio militare. Tutti i cittadini maschi sono

potenzialmente tenuti al servizio militare in forme diverse a seconda della tradizione

familiare e della condizione economica. Tradizioni familiari che risalgono a quella

aristocrazia feudale che aveva avuto tanto importanza nel comune consolare. Tradizione che

abilita ed obbliga gli esponenti di quella aristocrazia al servizio al cavallo. Così sono tenuti

al servizio a cavallo i cittadini più facoltosi artigiani e mercanti che non avendo una

vocazione militare molto spinta possono pagare chi li può sostituire. Il resto dei cittadini

sono obbligati al servizio militare a piedi e il reclutamento avviene su base rionale. I

comuni devono organizzare un sistema fiscale articolato e capillare. Infatti esercitano e

impongono tasse imposte dirette e indirette

Inizialmente le imposte dirette erano fondate sui fuochi cioè sul nuclei familiare

indipendentemente dalla loro consistenza numerica e patrimoniale, ma si sviluppa nel corso

del ‘200 un sistema di tassazione più vicino ai criteri moderni per cui viene tassata la

ricchezza, il patrimonio in base alla denuncia che gli interessati devono fare e che viene

registrata da appositi funzionari comunali chiamati allibratori che definiscono il potenziale

contributivo dei diversi cittadini e dividono le imposte che il comune delibera in base a

questi censimenti e questi catasti che vengono realizzati. Il Comune ha una pluralità di

competenze che vanno dal controllo del territorio urbano, dell’edilizia, dalla promozione

delle opere pubbliche essenziali, la cura dei rifornimenti annonari, la cura delle strade, cioè

esiste una politica urbanistica e dell’ambiente, un controllo sulle produzioni industriali ed

artigianali, e sul mantenimento della vivibilità dell’ambiente, il controllo sulle corporazioni,

sui salari che le corporazioni pagano ai dipendenti, il controllo del livello dei prezzi. Il

comune esercita una grossa attività di gestione della società cittadina, minuziosa e capillare

che si configura come attività statale. Se questa è la struttura istituzionale, di governo la

forma statale dei comuni, dobbiamo dire che esiste nei comuni italiani un lotta politica


PAGINE

4

PESO

72.41 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto medievale e moderno sui seguenti argomenti: la figure del podestà nel governo comunale, la borghesia cittadina nel XIII secolo, influenza della borghesia sui governi comunali, i governi cittadini in Italia,funzionario esterno alla città, ufficio del camerlengo, contabilità del comune, imposte dirette.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze storiche
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2007-2008

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del diritto medievale e moderno e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Piccinini Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!