Che materia stai cercando?

Diritto dell'Unione Europea - il diritto comunitario delle comunicazioni elettroniche

Appunti per l'esame di Diritto dell'Unione Europea del professor Tosato sul diritto comunitario delle comunicazioni elettroniche. Con la direttiva 90/388/CE della Commissione del 28 giugno 1990 si avviava il processo di liberalizzazione del mercato dei servizi di telecomunicazioni.

Esame di DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA docente Prof. G. Tosato

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

stabilisce i diritti amministrativi ed i contributi per la concessione di diritti d’uso e di diritti di

- installare strutture;

regolamenta le autorizzazioni preesistenti.

-

L’allegato alla direttiva riporta: le condizioni che possono corredare l’autorizzazione generale, la

concessione di diritti d’uso delle frequenze radio, la concessione di diritti d’uso dei numeri.

4.La direttiva quadro

La direttiva 2002/21/CE istituisce un quadro normativo comune per le reti ed i servizi di

comunicazione elettronica. La direttiva istituisce un quadro normativo armonizzato per la disciplina

dei servizi di comunicazione elettronica, delle reti di comunicazione elettronica e delle risorse e

servizi correlati.La direttiva definisce le funzioni delle autorità nazionali di regolamentazione ed i

stituisce le procedure atte a garantire l’applicazione armonizzata del quadro normativo nella

Comunità.

In particolare, la direttiva definisce le funzioni delle autorità con riferimento al diritto di ricorso, alle

comunicazioni di informazioni, al meccanismo di consultazione e di trasparenza, al consolidamento

del mercato interno per le comunicazioni elettroniche.

Le autorità nazionali di regolamentazione promuovono la concorrenza nella fornitura delle reti di

comunicazione elettronica, dei servizi di comunicazione elettronica e delle risorse e dei servizi

correlati. L’art.8 definisce in dettaglio le funzioni delle autorità di regolamentazione.

La direttiva definisce le competenze delle autorità nella gestione delle radiofrequenze per i servizi

di comunicazione elettronica (art.9), nella numerazione, assegnazione dei nomi a dominio e

indirizzamento (art.10), per l’esercizio dei diritti di passaggio (art.11).

La direttiva stabilisce principi in materia di separazione contabile e rendiconti finanziari (art.13); di

imprese che dispongono di un significativo potere di mercato (art.14); di procedura per la

definizione dei mercati (art.15); di procedura per l’analisi del mercato (art.16); di normalizzazione

(art.17); di interoperabilità dei servizi di televisione interattiva digitale (art.18); di procedure di

armonizzazione (art.19); di risoluzione di controversie tra imprese (art.20); di risoluzione delle

controversie transazionali (art.21).

L’allegato 1 contiene l’elenco dei mercati che dovranno figurare nella raccomandazione iniziale

della Commissione relativa ai mercati dei prodotti e dei servizi.

L’allegato 2 riguarda i criteri cui le autorità nazionali di regolamentazione devono ottemperare

nell’accertare l’esistenza di una posizione dominante condivisa ai sensi dell’articolo 14,paragrafo

2,secondo comma.

5.La direttiva relativa al servizio universale

La direttiva 2002/22/CE riguarda il servizio universale e i diritti degli utenti in materia di reti e servizi

di comunicazione elettronica. In particolare, la direttiva ha come scopo quello di garantire la

disponibilità in tutta la Comunità di servizi di buona qualità accessibili al pubblico attraverso una

concorrenza ed un’opportunità di scelta effettive, nonché di disciplinare le circostanze in cui le

esigenze degli utenti finali non sono adeguatamente soddisfatte mediante il mercato.

La direttiva definisce l’insieme minimo di servizi di qualità specifica cui gli utenti finali hanno

accesso a prezzo abbordabile tenuto conto delle specifiche circostanze nazionali, senza

distorsioni di concorrenza.

La direttiva stabilisce principi in materia di:

disponibilità del servizio universale;

- fornitura dell’accesso da una postazione fissa;

- elenco abbonati e servizi di consultazione;di telefoni pubblici a pagamento;

-


PAGINE

4

PESO

46.11 KB

AUTORE

nadia_87

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze giuridiche
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nadia_87 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Tosato Gianluigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto dell'unione europea

Diritto dell'Unione Europea - le Istituzioni
Appunto
Lezioni, Diritto dell'Unione Europea
Appunto
Lezioni parte due, Diritto dell'Unione Europea
Appunto
Diritto dell'Unione Europea - la storia dell'Unione Europea
Appunto