Che materia stai cercando?

Diritto dell'Unione Europea - ordinamento comunitario Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto dell'Unione Europea sull'ordinamento comunitario. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: cosa dice la giurisprudenza costituzionale, la giurisprudenza granital, il diritto comunitario e le norme costituzionali, le procedure per obblighi posti dall'Unione.

Esame di Diritto dell'unione europea docente Prof. P. Mori

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA NELL’ORD. GIURIDICO

ITALIANO

Sappiamo che l’ogc è di nuovo genere nel campo del dirint, caratteristica principale è avere a

propri soggetti nn sl Stati ma anche loro cittadini. CG su TCE ha detto “crea non solo obblighi

reciproci tra Stati, ma ha portato a instaurazione organi con poteri sovrani vs Stati e cittadini”.

Problema però è che TUE non prevede rif a cittadini, che semmai si sviluppa in virtù della

mediazione normativa dello Stato.

Dal punto di vista del dircom, intervento Stato = funzionamento decentrato delle istituzioni, e non

è una inidoneità atto (infatti ad es direttiva ha effetti indipendendentemente da adozione atto

interno di recepimento, e cmq anche dp che ciò sia avvenuto).

CG affermò “OC e OS vivono rapporto di integrazione: oc x sua parzialità si avvale di os x molti

aspetti del suo funzionamento, arrivando a potenziali interferenza e conflitto tra rispettive norme.

Ma c’è prevalenza dircom, che è da osservare, e Stati non possono far prevalere un loro atto xkè in

condizione d reciprocità hanno accettato autorità Comunità, e quindi il diritto nato dal Trattato

non può trovare limite in ordinterno, se no scosso fondamento giuridico della Comunità” (sent.

Costa c. ENEL). Come si vede, Corte si basa non su prevalenza (gerarchica o no), bensì sul fatto

che accettazione T implica limitazione dei loro diritti sovrani.

Se no atti no effetti giuridici. E giudici non devono applicare norme Stato che, pur non

contrastando con dircom, ne impediscono l’applicazione effettiva.

COSA DICE LA GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE?

Prospettiva CG ha faticato non poco a farsi strada tra le giurisdizioni degli Stati. Queste

cercavano di trovare nell’ordinterno il fondamento dell’applicabilità dircom. CorteCost pian piano

si avvicinò a CG, sconfessando sue precedenti pronunce. Giudici misero in dubbio sufficienza

legge ordinaria x dare esecuzione ai T e agli atti affini. Ma Corte affermò che “legittimità di quegli

atti trovano sicuro fondamento nell’art.11 Cost, il quale sarebbe svuotato di contenuto normativo

se si ritenesse che x ogni limitazione di sovranità dovesse aversi legge costituzionale. C’è un valore

non solo sostanziale ma anche procedimentale, xkè queste limitazioni di sovranità avvengono

esonerando Parlamento da procedura revisione costituzionale” (sentenza Frontini).

Ma art.11Cost usato anche x giustificare supremazia dircom su dirinterno, ckè sulla base di esso si

è avuto trasferimento a organi Comunità potere emanare norme giuridiche. Contrasto con esse

sarebbe contrasto con art.11Cost, che dà quindi una coxtura e una efficacia stabile.

Ma sussistettero ancora x molto tempo i dubbi e i contrasti su COME si dovesse concretamente

sviluppare questa supremazia. Mentre prima, era previsto nel nostro ordinamento che il giudice

(obbligato ad applicare dircom) in caso di contrasto sollevasse questione di costituzionalità, e

quindi per applicare normacom si doveva attendere pronuncia CorteCost, in un secondo momento

la stessa dovette cedere alle esigenze che la Corte evidenziò, xmettendo disapplicazione immediata

della normainterna ad opera del giudice, all’occorrenza, di sua iniziativa

.

GIURISPRUDENZA GRANITAL.

N.170/1984. Ccomunitaria parte da forza autoapplicativa dell’ordcom che si integra in quello degli

Stati. Cortecost prosegue su qsta strada, riferendosi sempre ad art.11. ma qsta sentenza è novità

xkè prevede non la illegittimità costituzionale della norma che contrasta, bensì la sua

inapplicabilità al caso di specie. In altre parole, art.11Cost è fondamento oxatività e

coordinamento, ma cessa di essere parametro indiretto di legittimità costituzionale (a meno che

non si tratti di legge che impedisce o pregiudica perdurante osservanza del Trattato e dei suoi

principi, ipotesi certo diversa rispetto ad una incompatibilità tra ni e regcom o altro attocom con

efficacia diretta).


PAGINE

2

PESO

14.52 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Docente: Mori Paola
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto dell'unione europea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Magna Graecia - Unicz o del prof Mori Paola.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto dell'unione europea

Diritto dell'Unione Europea - Appunti
Appunto
Diritto dell'Unione Europea - processo decisionale
Appunto
Diritto del lavoro - Appunti
Appunto
Riassunto esame Filosofia del diritto, libro adottato Introduzione alla filosofia del diritto, Castignone
Appunto