Che materia stai cercando?

Diritto civile - situazioni reali di godimento Appunti scolastici Premium

Appunti di Istituzioni di diritto civile del professor Masi sui seguenti argomenti: situazioni reali di godimento, beni fuori commercio, beni pubblici, beni privati, beni mobili registrati, beni divisibili e indivisibili, beni fungibili e infungibili, beni generici e specifici, beni consumabili e inconsumabili,... Vedi di più

Esame di Diritto Civile docente Prof. A. Masi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

dell’ordinamento. Così non può impedire il passaggio sul proprio fondo, a chi esercita la caccia o a chi

ha la necessità per la ricostruzione o la riparazione di un muro o di un’opera. La disciplina generale in

materia è la legge urbanistica 1150-42, ma comunque si è conferito ai comuni il potere di classificare il

territorio comunale in zone, di realizzare specifiche opere ecc. La legge sull’edificabilità dei suoli

risponde all’esigenza di tutelare e garantire l’interesse della collettività ad un razionale e corretto

assetto del territorio. Un particolare limite è costituito dal rapporto tra superficie e volumetria, sicché

ad ogni area corrisponde un preciso volume di quanto è possibile costruire. Il consenso dei proprietari

si manifesta con il cosiddetto trasferimento di volumetria o cessione di cubatura.

La proprietà rurale: è la proprietà dei terreni agricoli. Essa incontra dei limiti, con specifiche finalità,

sociali, che attengono alla trasformazione dei terreni per il miglioramento della produzione ai vincoli

ideologici, nonché alla minima unità culturale.

Modo di acquisto della proprietà a titolo originario (articolo 922).

1. L’occupazione : consiste nel materiale impossessamento di una cosa, accompagnato dalla volontà di

farla propria. Bisogna però che l’acquisto avvenga su cose mobili che non sono proprietà di nessuno

o perché non lo sono mai state, per esempio animali oggetto di caccia, o perché sono state

volontariamente abbandonate dal proprietario.

2. L’invenzione : le cose smarrite, possono essere acquistate dal ritrovatore per invenzione. Poiché lo

smarrimento non fa perdere il diritto ma solo l’impossessamento, la cosa deve essere restituita al

proprietario. In quando però il proprietario non può essere sempre riconosciuto, il ritrovatore dovrà

consegnare la cosa ritrovata al comune, affinché sia reso pubblico il ritrovamento. Se il proprietario

reclama la cosa smarrita, il ritrovatore ha diritto ad un premio. Se trascorre un anno dalla

pubblicazione dell’avviso, il ritrovatore acquista la proprietà per invenzione.

3. Il Tesoro

: se viene trovata una mobile nulius di pregio, nascosta o sottratta, se la cosa non riveste un

particolare interesse storico, valgono le regole sul Tesoro dettate dall’articolo 932. Altrimenti lo

Stato vanta un diritto e al ritrovatore e al proprietario del fondo spetta un compenso.

4. L’accessione

: si ha in tutti i casi in cui il proprietario di un bene acquista le proprietà di un altro

bene che sia unito materialmente al suo. Mobili ad immobili o immobili ad immobili. Quest’ultima

ipotesi consegue a fatti naturali che danno luogo all’alluvione e all’avulsione.

L’alluvione: attiene all’incremento lento e progressivo di un fondo, causato dal distacco dei detriti

dell’altro fondo.

L’avulsione: riguarda gli incrementi di un fondo causati dal distacco di una parte considerevole di

un altro fondo. In questa ipotesi è dovuta un’indennità al proprietario del fondo staccatosi.

4b.L’accessione invertita : è l’occupazione in buona fede di una porzione di fondo, attiguo al

proprio per la costruzione di un edificio. Qui non è il proprietario del suolo che acquista la proprietà

della costruzione ma il proprietario di questa. Egli se non riceve opposizioni entro tre mesi

dall’inizio della costruzione, ne acquista la proprietà pagando il doppio del valore della superficie

occupata.

5. L’unione o commistione

: si verifica quando venti o più cose mobili, appartenenti a diversi

proprietari, vengono ad unirsi in modo tale da formare un tutto non più separabile.

6. La specificazione : si verifica quando si crea, lavorando del materiale, appartenente ad altri, una

nuova cosa. Per esempio dal legno una barca).

La superficie.

In via di principio, le proprietà del suolo tende a non essere separata dalla proprietà di ciò che si

costruisce su di esso. Una deroga è costituita dal cosiddetto diritto di superficie, con il quale si acquista

la proprietà sulla costruzione. Sotto questo aspetto, la superficie è situazione che qualifica un

particolare modello di proprietà (superficiaria). Se la costruzione già esiste, ciò che si acquista e’ un

diritto di proprietà sull’opera. Se il proprietario di un suolo conferisce ad uno alla possibilità di

costruire sul proprio suolo allora questo acquista prima il diritto di edificare ed eseguita la costruzione

la proprietà sull’edificio. Se si è acquistato un diritto di proprietà tale diritto è imprescrittibile. Se si è

acquistato un diritto di edificare tale diritto è sottoposto al regime della prescrizione, con la

conseguenza che se non si edifichi entro il termine di 20 anni il diritto stesso si prescrive. Il diritto di

superficie si costituisce per contratto o per testamento e può essere a tempo determinato o no.

La superficie si estingue per:

1. Decorrenza del termine,

2. Rinuncia del superficiario,

3. Consolidazione, cioè quando si ha la riunione della qualità del proprietario e superficiario.

L’enfiteusi:

può qualificarsi come modello di proprietà in senso sostanziale perché attribuisce al suo titolare il

godimento concesso al proprietario. Previo pagamento di un canone o con l’obbligo di migliorare il

fondo (oggetto del diritto) il proprietario si spoglia del suo potere di godimento, riconoscendo

all’enfiteuta tutti i diritti sul fondo è sulle accessioni. La situazione dell’enfiteuta si qualifica come

dominio utile e quella del proprietario come dominio diretto. Le enfiteusi, oltre che per usucapione, si

può costruire per contratto o per testamento, a tempo determinato o no, se è a tempo determinato non

può avere durata inferiore a vent’anni. L’enfiteuta può modificare la destinazione del fondo, può

disporre anche per testamento del proprio diritto, ma non può cederlo in subenfiteusi.

L’ enfiteusi se estingue:

1. Per prescrizione,

2. Per la mancanza d’uso protratto a vent’anni,

3. Per scadenza del termine,

4. Rinuncia,

5. Per consolidazione,

6. Per perimento totale del fondo (riduzione del canone o rinuncia),

7. Per espropriazione per pubblica utilità,

8. Per affrancazione (acquisto a titolo derivativo dell’enfiteuta),

9. Per devoluzione (che è un’azione di risoluzione tendente a tutelare il proprietario di fronte alle

inadempienze dell’enfiteuta. Quando l’enfiteuta non migliori il fondo o non paghi due annualità di

canone.).

Diritti di godimento su cosa altrui.

Sono definite situazioni limitate di godimento su cosa altrui. La proprietà può essere compromessa da

diritti altrui. Vi sono diritti verso il proprietario (cosiddetti personali) o sul bene che formano oggetto di

proprietà. La superficie e le enfiteusi rientrano nell’ambito della proprietà e le situazioni di godimento

su cosa altrui sono: l’usufrutto, l’abitazione, le servitù.

1. La servitù:

E’ un diritto reale di godimento, che consiste nel peso imposto sopra un fondo per l’utilità del fondo,

appartenente ad un diverso proprietario.

I presupposti della servitù prediali sono:

1. La contiguità dei due fondi,

2. La loro appartenenza a titolari diversi,

3. La previsione di un peso a carico del fondo servente,

4. La previsione di una e utilità derivante all’altro (dominante),

5. Una relazione di servizio tra due fondi.

Non sono ammesse delle servitù a favore esclusivamente nella persona (per passeggiare).In questo caso

si ha obbligazione personale. Le servitù si costituiscono:

1. per contratto,

2. Per testamento,

3. Per usucapione,

4. La destinazione di buon padre di famiglia solo per le servitù apparenti. Quest’ultimo è un modo di

acquisto a titolo originario che si ha quando su due fondi attualmente divisi ma originariamente

appartenente ad un unico titolare, sono state disposte prima della divisione, opere visibili a servizio

di una parte del fondo, tali da manifestare l’esigenza di una relazione di servizio.

Le servitù apparenti si caratterizzano dalla presenza di opere visibili permanenti, destinate

all’esercizio del diritto.

Le servitù non apparenti: in essa manca un’opera visibile.

Le servitù affermativa o positiva sono costituite a favore della situazione soggettiva dominante del

potere di svolgere un’attività sul fondo servente.

Le servitù negativa: costituiscono un divieto per esempio di sopraelevare la propria costruzione.

La servitù continua: in esse il termine di prescrizione decorre dal momento in cui non è possibile

esercitare il diritto.

La servitù discontinua: in esse il termine decorre dall’ultima volta che si è esercitato il diritto (per

esempio dall’ultimo passaggio).

Le servitù volontaria: per volontà dei singoli.

Le servitù coattive: per legge, per soddisfare la necessità di un fondo dominante è sempre necessario

un accordo, sentenza, atto normativo.

Le servitù si estinguono:

1. Per confusione,

2. Per decorrenza del termine,

3. Rinuncia,

4. Per abbandono del fondo servente,

5. Per prescrizione in seguito al non uso ventennale.

La comunione.


PAGINE

7

PESO

131.81 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Istituzioni di diritto civile del professor Masi sui seguenti argomenti: situazioni reali di godimento, beni fuori commercio, beni pubblici, beni privati, beni mobili registrati, beni divisibili e indivisibili, beni fungibili e infungibili, beni generici e specifici, beni consumabili e inconsumabili, proprietà fondiaria, proprietà edilizia, proprietà rurale, enfiteusi, usufrutto, abitazione, servitù, comunione, multiproprietà.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze giuridiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Hakuna_Matata di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Masi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto civile

Procedura civile - il processo di cognizione
Appunto
Diritto fallimentare
Appunto
Diritto civile - Situazioni possessorie riassunto
Appunto
Diritto civile - situazioni di garanzia
Appunto