Che materia stai cercando?

Diritto civile - le situazioni reali di godimento Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto civile sulle situazioni reali di godimento. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la definizione dei beni e la loro classificazione, la proprietà privata, il potere di godimento e di disposizione, i rapporti di vicinato, la proprietà fondiaria, edilizia e rurale,... Vedi di più

Esame di Diritto civile docente Prof. A. Masi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La superficie.

In via di principio, le proprietà del suolo tende a non essere separata dalla proprietà di ciò che si

costruisce su di esso. Una deroga è costituita dal cosiddetto diritto di superficie, con il quale si acquista

la proprietà sulla costruzione. Sotto questo aspetto, la superficie è situazione che qualifica un

particolare modello di proprietà (superficiaria). Se la costruzione già esiste, ciò che si acquista e’ un

diritto di proprietà sull’opera. Se il proprietario di un suolo conferisce ad uno alla possibilità di

costruire sul proprio suolo allora questo acquista prima il diritto di edificare ed eseguita la costruzione

la proprietà sull’edificio. Se si è acquistato un diritto di proprietà tale diritto è imprescrittibile. Se si è

acquistato un diritto di edificare tale diritto è sottoposto al regime della prescrizione, con la

conseguenza che se non si edifichi entro il termine di 20 anni il diritto stesso si prescrive. Il diritto di

superficie si costituisce per contratto o per testamento e può essere a tempo determinato o no.

La superficie si estingue per:

1. Decorrenza del termine,

2. Rinuncia del superficiario,

3. Consolidazione, cioè quando si ha la riunione della qualità del proprietario e superficiario.

L’enfiteusi:

può qualificarsi come modello di proprietà in senso sostanziale perché attribuisce al suo titolare il

godimento concesso al proprietario. Previo pagamento di un canone o con l’obbligo di migliorare il

fondo (oggetto del diritto) il proprietario si spoglia del suo potere di godimento, riconoscendo

all’enfiteuta tutti i diritti sul fondo è sulle accessioni. La situazione dell’enfiteuta si qualifica come

dominio utile e quella del proprietario come dominio diretto. Le enfiteusi, oltre che per usucapione, si

può costruire per contratto o per testamento, a tempo determinato o no, se è a tempo determinato non

può avere durata inferiore a vent’anni. L’enfiteuta può modificare la destinazione del fondo, può

disporre anche per testamento del proprio diritto, ma non può cederlo in subenfiteusi.

L’ enfiteusi se estingue:

1. Per prescrizione,

2. Per la mancanza d’uso protratto a vent’anni,

3. Per scadenza del termine,

4. Rinuncia,

5. Per consolidazione,

6. Per perimento totale del fondo (riduzione del canone o rinuncia),

7. Per espropriazione per pubblica utilità,

8. Per affrancazione (acquisto a titolo derivativo dell’enfiteuta),

9. Per devoluzione (che è un’azione di risoluzione tendente a tutelare il proprietario di fronte alle

inadempienze dell’enfiteuta. Quando l’enfiteuta non migliori il fondo o non paghi due annualità di

canone.).

Diritti di godimento su cosa altrui.

Sono definite situazioni limitate di godimento su cosa altrui. La proprietà può essere compromessa da

diritti altrui. Vi sono diritti verso il proprietario (cosiddetti personali) o sul bene che formano oggetto di

proprietà. La superficie e le enfiteusi rientrano nell’ambito della proprietà e le situazioni di godimento

su cosa altrui sono: l’usufrutto, l’abitazione, le servitù.

1. La servitù:

E’ un diritto reale di godimento, che consiste nel peso imposto sopra un fondo per l’utilità del fondo,

appartenente ad un diverso proprietario.

I presupposti della servitù prediali sono:

1. La contiguità dei due fondi,

2. La loro appartenenza a titolari diversi,

3. La previsione di un peso a carico del fondo servente,

4. La previsione di una e utilità derivante all’altro (dominante),

5. Una relazione di servizio tra due fondi.

Non sono ammesse delle servitù a favore esclusivamente nella persona (per passeggiare).In questo caso

si ha obbligazione personale. Le servitù si costituiscono:

1. per contratto,

2. Per testamento,

3. Per usucapione,

4. La destinazione di buon padre di famiglia solo per le servitù apparenti. Quest’ultimo è un modo di

acquisto a titolo originario che si ha quando su due fondi attualmente divisi ma originariamente

appartenente ad un unico titolare, sono state disposte prima della divisione, opere visibili a servizio

di una parte del fondo, tali da manifestare l’esigenza di una relazione di servizio.

Le servitù apparenti si caratterizzano dalla presenza di opere visibili permanenti, destinate

all’esercizio del diritto.

Le servitù non apparenti: in essa manca un’opera visibile.

Le servitù affermativa o positiva sono costituite a favore della situazione soggettiva dominante del

potere di svolgere un’attività sul fondo servente.

Le servitù negativa: costituiscono un divieto per esempio di sopraelevare la propria costruzione.

La servitù continua: in esse il termine di prescrizione decorre dal momento in cui non è possibile

esercitare il diritto.

La servitù discontinua: in esse il termine decorre dall’ultima volta che si è esercitato il diritto (per

esempio dall’ultimo passaggio).

Le servitù volontaria: per volontà dei singoli.

Le servitù coattive: per legge, per soddisfare la necessità di un fondo dominante è sempre necessario

un accordo, sentenza, atto normativo.

Le servitù si estinguono:

1. Per confusione,

2. Per decorrenza del termine,

3. Rinuncia,

4. Per abbandono del fondo servente,

5. Per prescrizione in seguito al non uso ventennale.

La comunione.

Quando una medesima situazione di godimento è nella titolarità di una pluralità di soggetti si ha

comunione. Ciò è comprensibile con riferimento alle situazioni di godimento su cosa altrui in quanto si

tratta di situazioni limitate. La comunione può essere:

1. Volontaria,

2. Legale,

3. Incidentale.

Nella comunione, il potere di godimento sono necessariamente diversi da quelli che ha l’unico titolare.

Essa attribuisce a ciascun soggetto la titolarità di una quota sulla quale vanta un diritto esclusivo. In

quanto tale può disporre della sua quota cedendola. Si può pure chiedere lo scioglimento se non vi è un

tempo prestabilito. Per gli atti di ordinaria amministrazione può essere formato un regolamento e

nominato un amministratore. Le maggioranze sono calcolate sulla base del valore delle quote.

Il condominio degli edifici

Si ha una finalità strumentale alla realizzazione di più diritti esclusivi, appartenenti a patrimoni distinti.

Sua peculiarità sta nella coesistenza su un edificio di più diritti di proprietà. È una comunione forzata e

perpetua in quanto non ammette divisione, che nasce dal fatto che vi sono delle parti dell’edificio

(scale, tetto, suolo) che non possono che essere in comunione così il singolo condomino, oltre ad essere

proprietario esclusivo del suo immobile è anche comproprietario delle parti comuni. La disciplina del

condominio è regolata sia dalla legge che del regolamento.

La multiproprietà

Si ha, quando uno stesso immobile viene alienato a più soggetti, a ciascuno dei quali è attribuito il

diritto di godere di quel immobile in modo esclusivo, ma a turno con gli altri proprietari. Vi sono

inoltre quella alberghiera è quella azionaria.

L’usufrutto :

Il diritto dell’usufruttuario sulla cosa altrui comprende:

1. La facoltà di godere della cosa cioè di utilizzarla per il proprio vantaggio, con le eventuali

successive accessioni, ma nel rispetto della destinazione economica impressa alla cosa del

proprietario.

2. La facoltà di fare propri i frutti naturali o civili della cosa.

L’usufruttuario non ha come il proprietario la facoltà di modificare la destinazione economica della

cosa, così se l’usufrutto ha per esempio ad oggetto un fondo rustico destinato alla coltivazione,

l’usufruttuario non può trasformarlo in suolo destinato al pascolo. Il diritto di usufrutto è temporaneo

non dura oltre il termine di trent’anni se l’usufruttuario è una persona giuridica, se e una persona fisica

non dura oltre la vita dell’usufruttuario perciò l’usufrutto si estingue alla morte dell’usufruttuario e non

passa ai suoi eredi. L’usufrutto può essere volontario costituito cioè per contratto o per testamento,

oppure legale cioè costituito direttamente dalla legge, indipendentemente dalla volontà degli interessati

(per esempio: l’usufrutto spettante ai genitori sui beni dei figli minori). Come ogni diritto reale,

l’usufrutto si può acquistare per usucapione.

Azioni a difesa dei diritti di godimento

1. La rivendicazione : presuppone la mancanza di possesso da parte di chi reputa di essere proprietario

e di regola tende ad ottenere a seguito al riconoscimento del proprio diritto, la restituzione della


PAGINE

7

PESO

173.17 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto civile sulle situazioni reali di godimento. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la definizione dei beni e la loro classificazione, la proprietà privata, il potere di godimento e di disposizione, i rapporti di vicinato, la proprietà fondiaria, edilizia e rurale, il modo di acquisto della proprietà a titolo originario (articolo 922), i diritti di godimento su cosa altrui.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Masi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto civile

Riassunto esame Diritto civile, prof. Alpa, libro consigliato La responsabilità civile
Appunto
Riassunto esame diritto civile 2, libro consigliato dal prof. Brutti: Nuovi orizzonti della responsabilità contrattuale, Nivarra
Appunto
Riassunto esame Diritto Civile, prof. Alpa, libro consigliato Casi di Diritto Contrattuale
Appunto
Riassunto esame Diritto civile I, prof. Alpa, libro consigliato Cultura delle regole, Alpa
Appunto