Che materia stai cercando?

Diritto civile - fatto giuridico Appunti scolastici Premium

Appunti di Istituzioni di diritto civile del prof. Masi sui seguenti argomenti: fatto giuridico, rapporto giuridico, atto giuridico, negozio giuridico, classificazione del negozio giuridico, attribuzioni patrimoniali, effetto costitutivo, effetto modificativo,... Vedi di più

Esame di Diritto Civile docente Prof. A. Masi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il fatto giuridico

È qualsiasi evento idoneo, secondo l'ordinamento giuridico, ad avere rilevanza

giuridica. E’ idoneo a produrre conseguenze giuridiche(effetti) È ciò che come

effetto ha la nascita, la modificazione e l'estinzione di una situazione soggettiva.

La relazione tra due situazioni soggettive correlate si definisce rapporto

giuridico. La situazione del soggetto rispetto alla norma è di potere(sit.attiva) o

di dovere(sit.passiva).Il soggetto che può o deve agire è il titolare della

situazione soggettiva. Il legame tra soggetto e situazione soggettiva si chiama

titolarità. Poichè il comportamento umano è sempre sociale e quindi

relazionale, il concetto di situazione soggettiva è inseparabile da quello di

rapporto giuridico. Se il soggetto ha il potere(sit.attiva) di pretendere un

comportamento, v’è necessariamente chi ha il dovere(sit.passiva)di tenere quel

comportamento.

Ogni fatto della realtà sociale ha giuridicità.

Il fatto è: concreto (sempre giuridicamente rilevante),

Rilevante se valutato da norme giuridiche e.

Efficace è l’atto al quale sono collegabili effetti giuridici cioè la nascita, la

modificazione o l’estinzione di situazioni soggettive.

Un fatto può essere rilevante ma non efficace(se la norma non collega a lui

effetti giuridici, ma in nessun modo può essere efficace se non è rilevante.

Il fatto si distingue in fatto naturale e fatto umano (atto giuridico).

Fatto naturale: gli eventi non ascrivibili alla volontà consapevole dell'uomo

(temporale, morte non provocata).

Atto giuridico: posto in essere dall'uomo, dalla sua coscienza e volontà. Vi

sono 2 tipi di atti giuridici:

-atti in senso stretto(sempre tipico): conta la volontà e la consapevolezza

dell'atto. Il soggetto pone in essere volontariamente gli atti, ma non si preoccupa

degli effetti i quali sono ricollegati immediatamente dall'ordinamento giuridico.

-negozi giuridici: la volontà è assunta dall'ordinamento in quanto diretta alla

produzione di determinati effetti.

E'la massima espressione dell'autonomia privata. E' un atto umano lecito che

consiste nella manifestazione di volontà di uno o più parti volta a costituire,

modificare o estinguere rapporti giuridici. I soggetti non solo pongono in essere

l'atto(volontario e consapevole)ma la loro volontà è diretta anche a regolare gli

effetti che tale atto deve avere.


PAGINE

4

PESO

51.13 KB

AUTORE

Moses

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Istituzioni di diritto civile del prof. Masi sui seguenti argomenti: fatto giuridico, rapporto giuridico, atto giuridico, negozio giuridico, classificazione del negozio giuridico, attribuzioni patrimoniali, effetto costitutivo, effetto modificativo, effetto estintivo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze giuridiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Masi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto civile

Procedura civile - il processo di cognizione
Appunto
Diritto fallimentare
Appunto
Diritto civile - situazioni reali di godimento
Appunto
Diritto civile - Situazioni possessorie riassunto
Appunto