Che materia stai cercando?

Deutschland - Germania 800/ Ottocento

Il testo presenta i rivolgimenti politici e territoriali dal Congresso di Vienna nel territorio di lingua tedesca, e dunque della Confederazione Germanica, e successivamente la costituione del II Reich e della DonauMonarchie.
I punti salienti trattati sono la costituziione della Confederazione Germanica, il volere del popolo, Geheimbuende del 1830, Zollverein, rivoluzione del '48, guerra austro/franco-prussiana,... Vedi di più

Esame di Letteratura tedesca docente Prof. A. Catone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La novità più rilevante della seconda metà dell’800 in campo politico fu l’affermazione

della Germania, che sarà tra i protagonisti della storia del 900. Anche la Germania

come l’Italia raggiunse l’unità nella seconda metà dell’800. Dal congresso di Vienna,

Metternich, che intanto era stato fatto principe, ridusse le espansioni territoriali di

Prussia e Russia e fondò la Confederazione Germanica, sotto la presidenza

dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, che divise la Germania in 39 stati. Tutti

questi stati aspiravano invece all’unità. Contro il reazionario <<sistema Metternich>>

il movimento studentesco tedesco, nato dalle passioni nazionali scatenatesi durante le

guerre napoleoniche, fondò nel 1815 la Deutsche Burschenschaft (associazione dei

goliardi tedeschi). Essi perseguivano in primo luogo l’unità nazionale. Nel 1819 i

rappresentanti della Confederazione tedesca si riunirono per deliberare una più severa

sorveglianza delle università e della stampa: risultato ne furono le <<decisioni di

Karlsbad>>; tutte le riviste e i libri dovevano essere sottoposti a censura.

Dopo la rivoluzione parigina di giugno 1830, gruppi di intellettuali si riunirono in

Europa per combattere contro il potere e la chiesa e per la libertà del popolo. Perciò

vennero fondate delle società segrete (Geheimbuende), z.B. il movimento Junges

Deutschland.

Nel 1834 avvenne il primo passo in direzione dell’unità, grazie ad una legge chiamata

Zollverein, cioè unione doganale, che aveva eliminato tutti i dazi e favorito la libera

circolazione delle merci nel territorio tedesco. Grazie a questa legge la Prussia, il più

grande stato della confederazione, si avviò velocemente verso l’industrializzazione e

divenne una grande potenza economica in grado di assumersi la guida del processo di

unificazione tedesca.

In seguito alle rivoluzioni parigine di febbraio del 1848, ci furono rivolte anche a Berlin

e Wien. Metternich dovette fuggire e Ferdinand I von Österreich concedette la

costituzione e abdicò. Durante i moti rivoluzionari del 1848 anche l'Ungheria dichiarò

la propria indipendenza dall'Impero Austriaco con l'intento di creare una repubblica,

ma la rivolta fallì e a dicembre Franz Joseph I divenne Kaiser von Österreich-Ungarn.

Nel 1848 venne riunita per la prima volta l’Assemblea Nazionale a Frankfurt am Main;

ma alla fine sia a Vienna, che Berlino e Praga, i sovrani ritirarono le promesse

costituzionali.

Nel 1862 in Prussia divenne cancelliere, cioè presidente del consiglio, un uomo abile e

astuto: Otto von Bismarck. Egli credeva in uno stato forte e autoritario inoltre mirava

all’unità della Germania e per ottenerla era pronto alla guerra. Bismarck dichiarò

guerra all’Austria che costituiva il principale ostacolo all’unificazione tedesca. Lo

scontro principale della guerra austro-prussiana avvenne nel 1866 a Sadowa; i

prussiani sconfissero gli austriaci, grazie a ciò la Prussia riunì sotto di sé tutti gli stati

sud,

tedeschi del nord; quelli del pur ottenendo l’indipendenza dall’Austria,

Napoleone III,

formarono una confederazione separata. Era stato imperatore di Francia,

ad imporre che la confederazione del Sud restasse autonoma, poiché la Francia era

preoccupata dal successo militare della Prussia, ed anche perché Bismarck era

interessato a due regioni francesi abitate da minoranze di lingua tedesca, l’Alsazia e la

Lorena ricche di risorse minerarie. Perciò nel 1870 scoppiò la guerra franco-prussiana,

la battaglia decisiva fu a Sédan dove i francesi furono sconfitti e lo stesso imperatore

Napoleone III fu fatto prigioniero. Gli stati della confederazione del sud furono annessi

immediatamente alla Prussia e nel gennaio del 1871 venne proclamata la nascita di un

nuovo Impero tedesco, il II Reich (considerando come primo il Sacro Romano impero

Germanico nato nel Medioevo), costituito come l'unione di tutte le corone tedesche,


PAGINE

2

PESO

14.54 KB

AUTORE

kiara.cz

PUBBLICATO

8 mesi fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Il testo presenta i rivolgimenti politici e territoriali dal Congresso di Vienna nel territorio di lingua tedesca, e dunque della Confederazione Germanica, e successivamente la costituione del II Reich e della DonauMonarchie.
I punti salienti trattati sono la costituziione della Confederazione Germanica, il volere del popolo, Geheimbuende del 1830, Zollverein, rivoluzione del '48, guerra austro/franco-prussiana, costituzione della Donaumonarchie e del II Reich. Le informazioni le ho ottenute tramite il manuale, libri, ricerche e studi precedenti.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e culture moderne
SSD:
Università: Calabria - Unical
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kiara.cz di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura tedesca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Calabria - Unical o del prof Catone Antonella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura tedesca

Storia della letteratura tedesca dalla Weimarer Klassik al Postmodernismo
Appunto
Robert Musil auf Deutsch
Appunto
6. Analyse - La Concorde de deux langages, J. de Belges
Appunto
3. Clément Marot
Appunto