Che materia stai cercando?

Competenze in Unicredit

Appunti di Sociologia dell'organizzazione della prof.ssa Pipan sulle competenze in Unicredit: definizione degli obiettivi aziendali e dei fattori critici di successo, definizione delle competenze richieste e dei comportamenti distintivi, misurazione dei risultati e valutazione delle modalità con cui essi sono stati raggiunti.

Esame di sociologia dell'organizzazione docente Prof. T. Pipan

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LE COMPETENZE IN UNICREDIT

La gestione per competenze è adottata nel 1998 dal management del Credito Italiano.

La successiva fusione rappresenta un forte stimolo a diffondere il nuovo sistema di

gestione del personale al resto del gruppo. Il sistema Performance management è

stato realizzato in 3 fasi:

• definizione degli obiettivi aziendali e dei fattori critici di successo: il

processo che ha condotto il management alla definizione delle competenze distintive

è sintetizzabile in 3 momenti, di cui i primi due hanno visto impegnato il top

management: la definizione della vision e l’identificazione della mission della banca;

l’identificazione dei fattori critici di successo, da presidiare per il perseguimento degli

obiettivi fissati; la definizione delle competenze distintive e dei comportamenti

distintivi. In quest’ultima fase, i responsabili di business, con il supporto della funzione

Risorse ed organizzazione, hanno definito le competenze distintive di ogni figura

professionale, cioè hanno individuato quelle più congeniali per presidiare i fattori

identificativi. Le competenze distintive sono quindi articolate in comportamenti

distintivi;

• definizione delle competenze richieste e dei comportamenti distintivi:

UniCredit vede le competenze come aggregati di conoscenze professionali, capacità,

orientamenti che si esprimono in comportamenti osservabili finalizzati a specifici

risultati. Ciò significa che le competenze riguarda ciò che una persona in concreto fa

per raggiungere i risultati. Le competenze più importanti sono definite distintive. Ogni

competenza distintiva è caratterizzata da 4 elementi: il titolo, che rappresenta il nome

della competenza distintiva; la definizione, che esprime il significato attribuito alla

competenza; i comportamenti che sono le componenti elementari nelle quali si può

scomporre la competenza distintiva; il grading che definisce la valutazione di ogni

comportamento che concorre a costituire la competenza;

• misurazione dei risultati e valutazione delle modalità con cui essi sono

stati raggiunti: le competenze distintive sono state divise in due macrotipologie: di

business, che si traducono in comportamenti direttamente correlati al raggiungimento

dei risultati economici – commerciali attesi per lo specifico business; aziendali, che

fungono da collante all’interno del gruppo in quanto rappresentano il modello di

comportamento trasversale ai diversi business. La gap analysis fornisce la

misurazione dello scarto tra patrimonio professionale atteso e patrimonio


PAGINE

2

PESO

9.91 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in sociologia
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di sociologia dell'organizzazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Pipan Tatiana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dell'organizzazione

Riassunto esame Sociologia dell'Organizzazione, prof. Nocifera, libro consigliato Storia del Pensiero Organizzativo, Bonazzi
Appunto
Evoluzione del sistema bancario
Appunto
Domande scritte
Appunto
Approccio neoistituzionalista
Appunto