Che materia stai cercando?

Chirurgia generale - il colon retto

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone sul colon-retto. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la sintomatologia, gli esami diagnostici e il trattamento della appendicite, le malattie diverticolari del colon (sintomi, diagnosi e terapia), i polipi (segni, sintomi, diagnosi, terapia), poliposi... Vedi di più

Esame di Chirurgia generale docente Prof. A. Milone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

4 fistolizzazione alla cute, in vescica, in vagina, con passaggio

- di feci e gas; occlusione intestinale, emorragia del

diverticolo. I POLIPI

I è una alterazione macroscopica che non porta

L POLIPO

necessariamente ad un adenoma o ad un carcinoma.

Ne distinguiamo 2 tipi:

- ;

IL POLIPO ADENOMATOSO PEDUNCOLATO

- .

IL POLIPO ADENOMATOSO SESSILE

I è più pericoloso perché, a differenza del

L POLIPO SESSILE POLIPO

, il passaggio tra la neoformazione e la parete del

PEDUNCOLATO

viscere è diretto.

Il polipo è costituito da una porzione epiteliale, una porzione

connettivale che è l’asse del peduncolo che è costituito dalla

sottomucosa e dai vasi; è una estroflessione della mucosa e della

sottomucosa.

I polipi che riscontriamo nel grosso intestino sono:

, sono legati alla sequenza -

I POLIPI ADENOMATOSI ADENOMA

- ;

ADENOCARCINOMA , non sono legati a questa sequenza.

I POLIPI IPERPLASTICI

-

SEGNI E SINTOMI

I piccoli polipi adenomatosi sono asintomatici mentre i polipi più

grandi ed i carcinomi polipoidi sono sintomatici.

Può essere presente sanguinamento dal retto: misto o

pennellato sulle feci, intermittente o continuo.

Sintomi comuni sono: il tenesmo, la stipsi o la diarrea, i dolori

crampiformi addominali, l’anemia secondaria.

DIAGNOSI 4 5

La diagnosi di poliposi del grosso intestino si basa:

- sui dati raccolti all’anamnesi,

- sull’esplorazione rettale,

- la colonscopia,

- il clisma opaco.

TERAPIA

Molti polipi possono essere rimossi per via colonscopica

mediante l’elettrocauterizzazione con ansa metallica. Per una

adeguata terapia chirurgica il polipo deve essere asportato

completamente, inclusa la base d’impianto. Dopo l’asportazione il

polipo viene sottoposto ad esame istologico e se dovesse risultare

benigno basterà che il pz sia seguito con controlli endoscopici

periodici.

POLIPOSI FAMILIARE

E’ una rara forma ereditaria di poliposi da considerare con

particolare attenzione. Tutti i pz che ne sono affetti, dopo 20-40

anni, sviluppano un cancro del grosso intestino. Nelle famiglie

colpite, metà dei figli ereditano la malattia. I polipi di aspetto e

dimensioni diverse coprono colon e retto in tutta la loro

lunghezza. La colectomia totale elimina il rischio della

cancerizzazione.

CANCRO DEL COLON RETTO

Il cancro del grosso intestino risulterebbe al 1° posto ed in

progressivo aumento soprattutto nei paesi occidentali. L’alta

incidenza sembrerebbe legata alle abitudini alimentari:

l’alimentazione povera di scorie tipica delle nostre regioni sembra

predisporre all’insorgenza di tumori intestinali. Colpisce entrambi

i sessi con una lieve predisposizione per il sesso maschile.

5

6

In ordine di frequenza sono colpiti il retto, il sigma, l’ascendente

con l’angolo epatico, il discendente con la flessura splenica, il

cieco ed il trasverso.

Macroscopicamente distinguiamo 3 tipi di carcinoma:

Carcinoma vegetante, prevale nel colon dx ed è

- caratterizzato da una massa bernoccoluta che occupa il lume.

Carcinoma ulcerato, frequenti nel colon trasverso e nel

- colon sn. rappresentato da un ulcera crateriforme con margini

irregolari.

Carcinoma stenosante, prevale nel colon sn, infiltra a

- manicotto la parete in senso longitudinale; il lume intestinale

risulta ristretto con dilatazione al di sopra della stenosi.

La proliferazione neoplastica può presentare successivamente una

rapida tendenza alla diffusione metastatica (per contiguità ad

organi e tessuti vicini, al fegato attraverso il sangue portale, ai

linfonodi adiacenti).

SINTOMI

I sintomi più importanti da prendere in considerazione sono:

modificazioni dell’alvo rappresentate dalla stipsi, dalla

- diarrea o dalla loro alternanza.

emorragia, sotto forma di sangue commisto o pennellato

- sulle feci.

dolore, come senso di tensione addominale o dolore presente

- al momento della defecazione accompagnato a tenesmo.

anemia, conseguente alla perdita di sangue.

- alterazione dello stato generale: dimagramento, febbre,

- ipoproteinemia.

DIAGNOSI 6 7

Si basa essenzialmente su 3 presidi principali:

Esplorazione rettale, fa apprezzare la massa tumorale

1. sviluppatasi nella parte bassa dell’ampolla.

Rettosigmoidoscopia o colonscopia, danno una visione

2. diretta della lesione e permettono la biopsia.

Clisma opaco a doppio contrasto, permette di riconoscere i

3. carcinomi del colon e del retto sup. evidenziando le stenosi,

difetti di riempimento e rigidità della parete.

COMPLICANZE

Sono fondamentalmente 5:

1. Occlusione

2. Perforazione

3. Ascessi paraneoplastici

4. Fistole

Emorragia massiva (rara)

5.

TERAPIA

I pz con carcinoma del colon e del retto che non vengono trattati

hanno una prognosi assolutamente infausta.

La terapia è essenzialmente chirurgica previa preparazione

all’intervento, allo scopo di effettuare una accurata pulizia

dell’intestino seguita da una terapia antibiotica. Lo scopo

dell’intervento chirurgico è l’asportazione del tumore con tutti i

linfonodi tributari.

L’emicolectomia dx : carcinomi del cieco,

- dell’ascendente,della flessura dx e del trasverso prossimale.

L’emicolectomia sn: carcinomi del trasverso, del colon sn e

- del sigma.

La resezione del retto-sigma (resezione anteriore):

- carcinomi del retto sup. e del retto medio.

7

8 Amputazione addomino-perineale del retto : carcinomi del

- retto inf. la cui distanza dal margine anale è minore di 6

cm.

Nel cancro dell’ano viene effettuata l’amputazione addomino-

perineale del retto allargata alla cute perineale con

asportazione dei linfonodi inguino-crurali; alla terapia

chirurgica può essere associata la terapia radiante.

MALATTIA INTESTINALE INFIAMMATORIA – RCU –

M.DI CHRON

Sono malattie infiammatorie del colon, croniche, recidivanti,

idiopatiche (eziologia non conosciuta).

Comprendono un gruppo di malattie racchiuso tra 2 forme

specifiche:

- C

MORBO DI ROHN

- COLITE ULCEROSA

Il 5-20% delle IBD hanno caratteristiche in comune tra le 2 forme,

e non possono essere nettamente classificate.

EPIDEMIOLOGIA

Sono comuni nel nostro paese con un incidenza maggiore di

C rispetto al M C , e 3 picchi di età:

OLITE ULCEROSA ORBO DI ROHN

20-24; 40-44; 60-64.

L’incidenza è alta nei paesi occidentali è bassa nei paesi asiatici.

Generalmente sono causate da una alterazione della regolazione

del sistema di sorveglianza della parete intestinale nei confronti di

sostanze estranee (antigeni), seguita da una risposta abnorme delle

cellule infiammatorie a danno della stessa.

8


PAGINE

12

PESO

50.89 KB

AUTORE

banzie

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone sul colon-retto. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la sintomatologia, gli esami diagnostici e il trattamento della appendicite, le malattie diverticolari del colon (sintomi, diagnosi e terapia), i polipi (segni, sintomi, diagnosi, terapia), poliposi familiare, cancro del colon-retto (carcinoma vegetante, ulcerato e stenosante) sintomi, diagnosi, complicanze e terapia, malattia intestinale infiammatoria - rcu- Morbo di Chron (epidemiologia, diagnosi, terapia medica e complicanze, retto colite ulcerosa (sintomi e complicanze).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (CALTAGIRONE, MESSINA, PIAZZA ARMERINA, REGGIO CALABRIA, ENNA, SIRACUSA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher banzie di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chirurgia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Milone Antonino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chirurgia generale

Chirurgia generale - i traumi addominali
Appunto
Chirurgia generale - le lesioni da ingestione di caustici
Appunto
Chrirurgia generale - le peritoniti
Appunto
Chirurgia generale - lo shock: omeostasi, fluidi, elettrolisi
Appunto