Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1

La sincope

È un problema molto comune e di difficile interpretazione diagnostica e poco conosciuto perché di questo

problema se ne occupavano i neurologi che naturalmente nella loro esopopea non hanno mai approfondito

questo discorso, da quando se ne occupano i cardiologi molto è stato visto ed è stato stabilito e i meccanismi

sono stati raggirati come sono stati le classificazione.

La sincope è una perdita di coscienza improvvisa che compare bruscamente e soprattutto transitoria ,

praticamente questa perdita di conoscenza si risolve da sola, a differenza dell’arresto cardiaco che se non è

sottoposto a rianimazione cardiopolmonare si trasforma in morte. La sincope è un fenomeno transitorio in

quanto il pz riprende la sua normale vita , il pz non è capace di mantenere il tono posturale e questo cade a

terra e ciò è dovuto ad una stato di ipossia dei centri nervosi, ciò è dovuto al fatto che invece dell’ischemia

cardiaca c’è un’ischemia cerebrale. Bisogna distinguere dalle vertigini che è la sensazione per cui o

l’ambiente gira intorno a te o tu giri intorno all’ambiente, vertigini soggettiva o oggettiva e dalle lipotimie o dette

presincopi che sono caratterizzate dal pallore, sudorazione, senso di mancamento ,nausea e respiro

soporoso. Sono tutte quelle condizioni che chi ha visto svenire una persona ha chiaramente l’idea. Quale è la

fisiopatologia ?. a livello cerebrale le riserve energetiche sono scarse e che l’ATP dura non + 5 secondi

dall’arresto del flusso, l’ossigeno 10 secondi, il glicogeno non è sufficiente per superare 1-2 minuti di anossia.

Essendo l’ATP 5 secondi i sintomi compaiono dopo 7-8-10secondi di riduzione del flusso cerebrale. Tale

flusso cerebrale è il +importante dell’organismo, 55 ml/min/100gr il che ho 700-750cc/min, se teniamo conto

che la portata è di 5 litri vedete che il 20% di questi 5 litri vengono spesi per mantenere il flusso cerebrale., il

consumo di ossigeno è elevatissimo, 3,5 ml/ min /per 100 gr che porta un consumo di 50 ml/ min . il flusso

uguale alla portata ,è dato dalla differenza tra la pressione media meno la pressione venosa. Se si ha una

riduzione di flusso di almeno il 50% compare ischemia ed anaerobiosi. Come si distinguono le sincopi?. Le

sincopi si distinguono in non cardiaca, cardiaca , cardiaca e ad eziologia ignota. Cercare di individuare le

eziologie della sincope è importante perché varia notevolmente la mortalità, capire che una sincope è cardiaca

significa già prevedere la gravità del problema, definire una sincope non cardiaca significa dire che la mortalità

o la probabilità di avere problemi in questi pz è molto bassa. Perché è pericolosa la sincope?. Perché i pz

perdono conoscenza in posti assolutamente imprevedibili, quando guidano l’auto, quando salgono le scale,

quando stanno sulla scaletta a tinteggiare, quando stanno a lavorare sull’impalcatura e quindi la causa della

morte è legata prevalentemente al meccanismo della caduta. Se un pz anziano che ha sincope cade

all’interno del bagno si frattura le ossa perché cade sui sanitari, ha problemi alla testa, alle spalle, si frattura il

collo del femore e quindi sono + le complicanze legate al trauma che non legate alla perdita di coscienza che

è transitoria.

Sincope non associata a cardiopatia

Sincope associata a cardiopatia

Sincope ad eziologia ignota, sono quelle sincopi che per nostra ignoranza non riusciamo a capire da dove

derivano.

Quando viene il pz con la sincope nell’ambulatorio può essere un grosso problema perchè può essere tutto e

alla fine di tutta una serie di ricerche si può arrivare alla mancanza assolute di diagnosi.

Le sincopi non associate a cardiopatie sono

Sincope vaso-motoria ( vaso-vagale)

Sincope ortostatica (ipotensione ortostatica)

Sincope da malattie cerebrovascolari

Sincope riflessa (seno carotideo, esofagoscopia)

Sincope da riduzione del ritorno venoso(valsalva)

Sincope isterica e da emicrania

Sincope ipossiemica

Sincope da cause metaboliche

Quante ce ne sono e nella diagnostica bisogna esplorarle una per uno..


PAGINE

4

PESO

82.36 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Cardiologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Cardiologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Di Biase Matteo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Cardiologia

Cardiologia - Test
Esercitazione
Malattie dell'apparato cardiovascolare - aritmie
Appunto
Cardiologia - scompenso cardiaco
Appunto
Cardiologia - cardiopatia ischemica
Appunto