Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ENDOCARDITE

È l’infezione del rivestimento endoteliale del cuore in cui la lesione tipica è la vegetazione. Praticamente voi

sapete che il cuore è rivestito all’interno dall’endocardio che è anche la struttura che riveste le valvole, le

valvole che sono formate da endocardio + tessuto connettivo + cellule muscolari lisce . la lesione + tipica è

rappresentata dalla vegetazione che è una escrescenza tipo fiore che si realizza sia sull’endocardio attaccato

alle pareti del muscolo sia soprattutto a livello delle valvole. Questa vegetazione può staccarsi e creare quelle

complicanze che vedremo. Chi sono i sg che possono andare incontro alla endocardite? Sono i sg a rischio. E

sono tutti quelli che hanno le cardiopatie preesistenti ed in particolari quelli che hanno le protesi valvolari sia

meccaniche che biologiche, quelli che hanno le valvulopatie , la malattia reumatica o una malattia delle valvole

(prolasso della mitrale), quelli che hanno un disturbo o una comunicazione interventricolare e quelli che

presentano il dotto di botallo pervio. Tutte quelli condizioni in cui vi è una cardiopatia di base per cui c’è una

maggiore predisposizione di questo endotelio che sta attaccato alle colonne di endocardite. Poi naturalmente

i tossicodipedenti sono quelli + a rischio di endocardite perchè si iniettano sostanze non sterili con siringhe

non sterili e quindi le miocardite dei tossicodipendenti ed in particolare del cuore destro e le + gravi sono

quelle da funghi. Poi ci sono tutte le endocarditi post-chirurgiche perché sapete bene che è possibile quando

si fa un intervento di cuore , le manipolazioni a livello endocardico possono determinare la comparsa di minus,

loci di minore resistenza dove si possono attaccare gli attacchi che generano l’endocardite. Naturalmente i

bambini , poi ci sono le infezioni nosocomiali , pz sottoposti ad emodialisi e quelli che hanno i problemi di

endoarterite.

La classificazione varia da libro a libro , da anatomia patologica ad anatomia patologica, quella cliniche noi

utilizziamo comunemente è quella , l’endocardite infettiva che distinguiamo in acuta e subacuta. Acuta è

insorta da meno di un mese, subacuta quando persiste oltre questo periodo. Esistono poi le endocarditi non

infettive, la forma reumatica che è legata ad un meccanismo di tipo auto-immunitario (acuta), poi la forma

atipica di Libman-sachs, la forma fibroblastica e poi l’endocardite terminale che si ha nei pz defedati che

vanno a morte diciamo per esaurimento fisico. Poi le forme particolari, le forme virali anche l’AIDS adesso sta

dando le miocarditi, le forme da lue , tbc prima molto frequenti quelli da lue adesso qualche caso di tbc, poi le

collagenopatie , tossodipendenti e le endocardite su protesi.

La sintomatologia: i sintomi sono quelli dell’infezione acuta, soprattutto un andamento della febbre con

esacerbazione e riduzioni legate alla presenza dio batteriemia , la febbre , astenia , calo ponderale , anemia,

cioè sono tutti sintomi collegati allo stato settico, importante la febbre che ha questa caratteristica di avere

delle pulsè , aumenta a 39-40 gradi per poi ridursi nei giorni successivi ed è legata alla presenza all’interno del

sangue di un elevata batteriemia. ci possono essere emorragie, le petecchie, microembolia, cioè piccoli

frammenti di queste vegetazioni possono staccarsi , andare in periferia , ci sono i noduli di osler che sono dei

noduli particolari che purtroppo non sempre presenti, ci può essere embolia cerebrale in particolare che

determina poi la disseminazione a distanza dell’infezione e quindi l’ascesso cerebrale , non solo embolia in

senso stretto, quindi emiparesi ma anche la formazione di un ascesso, la splenomegalia legata ad infezione

molto imponente, l’anemia e soprattutto le modificazione dell’ascoltazione con la comparsa e l’aggravamento

dei soffi perché la lesione determina lacerazione delle valvole, distruzione delle valvole e quindi la comparsa

dei segni legate a queste alterazioni.

La diagnosi bisogna sempre fare la routine in questi pz e tutti i segni di flogosi sono positivi (ves , pcr, , tas,

fibrinogeno, c3 c4, leucocitosi). Importante è l’emocoltura e l’antibiogramma.

L’emocoltura: si fanno i prelievi di sangue appena la febbre comincia ad aumentare , il pz ha 37,5 dopo di un

po’ 38 poi 37, 37,5 appena la febbre comincia ad aumentare bisogna fare il prelievo , e vedete che in quel

momento vi è una batteriemia + elevata, naturalmente bisogna predisporre di + terreni di coltura perché noi

non sappiamo quale è il germe che è in causa . naturalmente l’emocultura + è un grosso risultato clinico

perché permette di fare l’antibiogramma e di verificare qual è l’antibiotico a cui il germe è sensibile e quindi

curare in maniera mirata. L’ecocardiogramma è l’esame principe perché ci permette di verificare la situazione

anatomica e soprattutto di fare la diagnosi di presenza di vegetazioni sull’andamento di queste vegetazioni e

sulla comparsa di rotture o fratture delle valvole. Qual è la prognosi dell’endocardite? .è infausta se non si

identifica l’eziologia e se non si instaura un corretto trattamento. Molti pz portatori di protesi valvolare, bisogna


PAGINE

2

PESO

64.27 KB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Cardiologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Cardiologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Di Biase Matteo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Cardiologia

Cardiologia - Test
Esercitazione
Malattie dell'apparato cardiovascolare - aritmie
Appunto
Cardiologia - scompenso cardiaco
Appunto
Cardiologia - cardiopatia ischemica
Appunto