Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

CAPITOLO QUARTO: MORTI, EROI E DIVINITÀ CTONIE

Le sepolture fanno parte delle più antiche testimonianze della cultura umana. È per questo che l’archeologia

delle tombe è diventata una scienza specialistica e complessa, ma la descrizione di questi fenomeni non può

limitarsi a dati approssimativi. Rito e fede hanno quasi esclusivamente a che fare con la morte degli altri, in

quanto la propria rimane nel buio. Oltre alla questione storica, entrano in gioco anche fattori, come quello

psicologico e sociale:

Psicologico, perché si individuano sentimenti di dolore e sollievo dopo la morte di un

• congiunto;

Sociale, perché attraverso le usanze funebri si possono perpetrare le generazioni e si risveglia

• la coesione familiare.

Negli usi funebri greci, la frattura con la cultura micenea dopo il 1200 avvenne con l’affermarsi della:

SEPOLTURA SINGOLA;

• CREMAZIONE.

In singole località continua però l’uso della sepoltura a cupola o camera. La cremazione dei cadaveri

rappresenta il cambiamento però più spettacolare. In ambiente greco, questa pratica era praticamente

sconosciuta. In realtà, questo tipo di usanza funebre non avrebbe mai veramente preso piede. La zona più

studiata rimane il cimitero di Atene, il Ceramico, in cui la cremazione predomina nel periodo proto-geomentrico

e nel IX secolo.

L’interpretazione dei reperti è piuttosto controversa: nella sepoltura singola, il defunto è trattato come

individuo, pur rimanendo intatta l’unità familiare; le famiglie nobili possedevano anche ciascuna il proprio

recinto sepolcrale, a volte delimitato da mura. Inumazione e cremazione sono strettamente connesse alla

località e per spiegare l’alternarsi dell’uso è necessario considerare anche fattori esterni, come può essere la

MODA, e non si può parlare di un cambiamento delle credenze religiose e nemmeno di una differenza di tribù.

Con lo sviluppo della vita cittadina, viene demarcata la netta separazione tra:

Insediamento urbano;

• Recinto sepolcrale.

Le fasi fondamentali del rito funebre sono:

1. COMPOSIZIONE DELLA SALMA DEL DEFUNTO;

2. IL TRASFERIMENTO ALL’ESTERNO;

3. CERIMONIA DI SEPOLTURA.

La composizione della salma è raffigurata chiaramente sui sarcofagi tardomicenei e nei grandi vasi funebri

geometrici:

Il defunto viene lavato e vestito dalle donne con il capo avvolto da una benda o cinto da una

• corona;

Viene esposto alla vista nella sua casa attorniato dal lamento dei parenti. Il lamento è un

• fattore indispensabile, lo si può comprare o forzare.

L’intera casa cade in una situazione di non normalità e la prothesis dura un giorno intero.

Al terzo giorno, ha luogo il trasferimento all’esterno:

I nobili usano un carro funebre, come mostrano le scene dei vasi.

• Il defunto è accompagnato al sepolcro da un numeroso seguito e da un acuto lamento.

• Al parente più prossimo spetta raccogliere le ossa dalla cenere.

I sacrifici funebri fanno parte del funerale e possono essere di tre tipi:

1. Il defunto può ricevere le offerte in dono pari alle sue abitudini in vita e ala sua posizione

sociale. In questo modo i parenti facevano capire di non essere troppo attaccati ai beni del

defunto.

2. Offerte minimali sono i vasi di terracotta, che a volte contengono cibi e bevande e la loro

dimensione in miniatura, li rende praticamente inutilizzabili.

3. Agli uomini vengono spesso offerti armi, coltelli, altri oggetti d’uso, invece alle donne monili,

abiti e fusi. In tombe a camera si trovano una sedia e un letto.

  1  


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

4

PESO

81.04 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze dell'antichità: archeologia, storia, letterature
SSD:
Università: Udine - Uniud
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher jessicabortuzzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della religione e della storiografia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Udine - Uniud o del prof Camassa Giorgio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della religione e della storiografia greca

Riassunto esame Storia della religione, prof. Camassa, libro consigliato La religione greca, Burkert (terza parte)
Appunto
Riassunto esame Storia della religione, prof. Camassa, libro consigliato La religione greca, Burkert (quinta parte)
Appunto
Riassunto esame Storia della religione, prof. Camassa, libro consigliato La religione greca, Burkert (sesta parte)
Appunto
Riassunto esame Storia della religione, prof. Camassa, libro consigliato La religione greca, Burkert (seconda parte)
Appunto