Che materia stai cercando?

Scienze infermieristiche - il bilancio idrico Appunti scolastici Premium

Appunti di scienze infermieristiche della professoressa Caselli sul bilancio idrico: corso teorico e pratico per neo-inseriti area intensiva. Gli appunti contengono i concetti di acqua e la sua distribuzione nell'organismo, bilancio dell'acqua, volemia, misurazione del peso corporeo,... Vedi di più

Esame di Scienze infermieristiche docente Prof. A. Caselli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Bilancio dell’acqua 1

L’acqua è in continuo le barriere sono

# #

movimento tra i altamente permeabili

diversi settori grazie a all'acqua la cui

due grandi superfici di distribuzione è

scambio: determinata dalla

concentrazione di

la membrana cellulare

$ soluti di ciascun

la parete capillare

$ distretto 7

Bilancio dell’acqua 2

La pressione colloido-osmotica, dovuta

# alla concentrazione di soluti poco o non

permeabili attraverso le pareti capillari (per

lo più proteine), favorisce i movimenti

dell'acqua dal liquido interstiziale, che

possiede una relativamente bassa

concentrazione di proteine, entro lo spazio

intravascolare ed intracellulare (ricchi di

proteine). 8 4

Bilancio dell’acqua 3

La ripartizione dell’acqua tra il settore

# intra ed extracellulare è quindi determinata

dalla concentrazione di sostanze

osmoticamente attive: l’acqua sarà

richiamata dalle zone più ricche di

sostanze osmoticamente attive.

L’idratazione cellulare, quindi, dipende

dall’osmolarità plasmatica. 9

Bilancio dell’acqua 4

Gli elettroliti sono Il funzionamento della

# #

fondamentali per un pompa sodio-potassio e

corretto funzionamento l’integrità della

della cellula membrana

semipermeabile

Le alterazioni della

# cellulare sono quindi

concentrazione indispensabili al

plasmatica di elettroliti mantenimento

riflettono uno stato dell’equilibrio osmotico

metabolico alterato

Na+ Na+ POMPA IONICA

Cellula K+ sodio-potassio

K+ K+

K+

Na+ Na+ 10 5

Bilancio dell’acqua 5

L’equilibrio fra il volume

# dell’acqua in entrata e

quello in uscita è regolato

dal centro della sete

dell’ipotalamo tramite

l’ormone antidiuretico

ADH (prodotto dalla

I movimenti dell’acqua e

# neuro-ipofisi) che agisce

quelli del sodio risultano sull’assorbimento renale

quindi legati tra loro, per (riassorbimento di acqua)

cui le turbe di ripartizione

dell’acqua si

accompagnano a quelle

del Na+ 11

Bilancio dell’acqua 6

Valori quasi costanti

entrate e uscite

dell’acqua

il volume

la composizione

idroelettrolitica

dell’organismo

Questo equilibrio

costituisce il

bilancio idrico 12 6

VOLEMIA 1

Il malato in T.I., soprattutto

quando è in fase critica, può

subire variazioni del volume

plasmatico:

Per diminuzione del volume

plasmatici (stato emorragico con

perdita del volume plasmatico)

Per variazioni del tono vascolare

(stato settico con alterazione

della permeabilità capillare con

perdita del volume plasmatico)

13

VOLEMIA 2

La sola valutazione

# clinica dello stato

volemico del paziente è

inaffidabile, oltre che

risultare particolarmente

difficoltosa

La stima della volemia è

# quindi indispensabile

per una corretta valutazione

clinica

per l’ottimizzazione della

terapia e le sue variazioni 14 7

I metodi comunemente VOLEMIA 3

# più usati nella pratica

clinica sono: La misurazione delle pressioni

%

& vascolari intratoraciche

La stima dei volumi di sangue

'& intratoracico

La valutazione morfologica

(& della radiografia del torace 15

VOLEMIA 4

La misurazione delle

%

) pressioni vascolari Routinariamente

#

intratoraciche usate nei malati di T.I

come indicatori del

(PVC, pressione di precarico cardiaco

incuneamento

polmonare) Spesso non sono

# correlate ai volumi

ventricolari cardiaci e

possono quindi fornire

dati erronei 16 8

VOLEMIA 5

La stima dei volumi di

') sangue intratoracico Dà una valutazione della

#

(mediante tecniche di volemia e del precarico

diluizione dell’indicatore cardiaco

termico) Può essere più affidabile in

# pazienti con shock settico e

edema polmonare 17

VOLEMIA 6

!"#$"%&'"()*+, L’analisi morfologica della

() lastra del torace, che

-*./*%*0)1"#2,%%" potrebbe essere un affidabile

."2)*0."/)"#2,%#'*."1, indicatore della volemia, oltre

a essere time consuming,

-,2)"',#31"%,#*00,'')$, non può essere utilizzata nel

paziente instabile in quanto

richiederebbe numerose

esposizioni ai raggi X 18 9

Misurazione Peso Corporeo

Si potrebbero presentare

Valuta ogni due diverse situazioni:

# variazione del • reale aumento della

contenuto totale di volemia (permeabilità

acqua capillare intatta)

A parità di • un’ipovolemia relativa

# variazioni di peso (alterata permeabilità

corporeo, due capillare)

pazienti

potrebbero avere

andamenti opposti 19

volemia

Per una corretta

interpretazione globale

della volemia

bisognerebbe sempre

misurare in associazione

le pressioni o i volumi

intravascolari

il peso corporeo

il bilancio idrico

giornaliero 20 10

Bilancio idrico di un uomo di 70 Kg:

valori in litri di H2O

Liquido intracellulare

30 litri

Liquido interstiziale

12 litri

Quota alimenti Secrezioni intestinali Plasma

1,5-3 litri 8 litri 2,5-3 litri

Feci Urine

Perdite

insensibili

0,1 litri 1-2,5 litri

0,5 litri 21

ENTRATE

ALIMENTI BEVANDE: calcolare i ml

# #

Per os : calcolare il INFUSIONI: calcolare i ml

# #

contenuto idrico e Plasma e plasma expander:

#

calorico per razione calcolare il 90%

Enterale: calcolare la

# Albumina: calcolare l’ 80%

#

% di H2O Emazie concentrate: non si

# calcolano 22 11

PERSPIRATIO SENSIBILIS ET

INSENSIBILIS

Includono i meccanismi attivi e passivi di perdita di acqua da cute,

polmoni, attraverso la respirazione, traspirazione cutanea,

ventilazione, sudorazione .

Dipendono da una serie di fattori non modificabili quali:

età

superficie corporea

e da altri fattori che possono variare

nel tempo come:

umidità

# temperatura dell’ambiente

# temperatura corporea

# stato di idratazione del paziente

# eventuale intubazione

# tipo di ventilazione meccanica utilizzata

# 23

PERSPIRATIO INSENSIBILIS

Meccanismo passivo di perdita idrica

# Include le perdite invisibili di acqua da cute e polmoni

# Perdita di base

# 0,50 ml/Kg/h

Perdita incrementata per innalzamento della temperatura

# 0,20 ml/Kg/h

Moltiplicato per ogni ora febbrile

# Media matematica delle temperature

# Valore dimezzato se in ventilazione meccanica

# con umidificatore 24 12


PAGINE

21

PESO

5.44 MB

AUTORE

banzie

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di scienze infermieristiche della professoressa Caselli sul bilancio idrico: corso teorico e pratico per neo-inseriti area intensiva. Gli appunti contengono i concetti di acqua e la sua distribuzione nell'organismo, bilancio dell'acqua, volemia, misurazione del peso corporeo, respiratio sensibilis et insensibilis, acqua endogena, fabbisogno idrico, valutazione e sorveglianza del ristagno gastrico.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (CALTAGIRONE, MESSINA, PIAZZA ARMERINA, REGGIO CALABRIA, ENNA, SIRACUSA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher banzie di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienze infermieristiche e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Caselli Antonella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienze infermieristiche

Scienze infermieristiche - l'ambulanza infermieristica
Appunto
Scienza infermieriestica - le patologie particolari
Appunto
L'infermiere militare in prima linea nelle missioni del nuovo millennio.Soccorso immediato e assistenza specialistica ad un paziente con paraplegia post traumatica.
Tesi
Scienze infermieristiche - l'assistenza domiciliare
Appunto