Che materia stai cercando?

Appunti di Storia: Processo di unificazione e Unità d'Italia

Appunti di Storia contemporanea su processo di unificazione e Unità d'Italia basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Amore Bianco dell’università degli Studi di Pisa - Unipi, Interfacoltà, Corso di laurea in scienze del turismo. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Storia contemporanea docente Prof. F. Amore Bianco

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il 23 aprile 1859 l’Austria indirizza un ultimatum militare al Regno di Sardegna perché da

alcune settimane stava facendo affluire una grande quantità di volontari a Torino senza

dichiarare nulla. Non venne ovviamente accolto.

Il 26 aprile 1859 scoppiò la guerra. Come accordato i francesi arrivano in soccorso.

Il 4 giugno 1859 i francesi battono in maniera nettissima gli austriaci nella battaglia di

Magenta. L’8 giugno 1859 Vittorio Emanuele II e Napoleone III entrano a Milano. Il 24

giugno ci furono le Battaglie di Solferino e S. Martino, grandi vittorie sabaude contro

l’Austria. A fine giugno 1859 la Lombardia è libera!

insorsero la Toscana, la Romagna, le Marche e l’Umbria, proprio

In maniera imprevista,

ciò che Napoleone III temeva. Il 6 luglio 1859 Napoleone III stipulò un armistizio

unilaterale, senza consultare Cavour, con gli austriaci in base al quale l’Austria cedeva alla

Francia la Lombardia, la quale Francia a sua volta cedeva la Lombardia al Regno di

Sardegna. Tanto umiliante fu questo esito che Cavour dopo due giorni rassegna le sue

dimissioni e va in crisi depressiva. Venne sostituito dal Ministero La Marmora - Rattazzi.

centrale le insurrezioni vengono soffocate grazie al trattato franco-austriaco.

Nell’Italia

L’Inghilterra del premier Glavstone è, a livello marittimo, la potenza più forte e decise di

inviare la sua flotta nel Mediterraneo, facendo intendere che non era favorevole alla

creazione di uno stato centrale italiano unito.

Il 16 gennaio 1860 Cavour venne richiamato al potere. Napoleone III si rese conto che non

aveva più bisogno dell’appoggio dei cattolici e quindi fermare il processo di unificazione

italiana ormai è impossibile, decidendo di chiudere un occhio verso le successive fasi di

questo periodo ed era favorevole a una riduzione dello stato pontificio.

L’11-12 marzo 1860 in Toscana, in Emilia e nei Ducati ex-austriaci, i Governi legittimi

accettano lo svolgimento dei plebisciti (a suffragio universale) : la quasi totalità dei votanti

vota a favore dell’annessione al Regno di Sardegna. Il Granducato di Toscana cessa di

esistere e lo stato pontificio venne amputato.

Nell’aprile 1860, nel Regno di Sardegna, Cavour cedette, come da accordo, Nizza e

Savoia alla Francia. Per Cavour il processo di unificazione nazionale si chiudeva con i

plebisciti del marzo 1860.

Garibaldi e i democratici decisero di dare il loro contributo per completare questo

processo. Decisero di andare ad attaccare il Regno delle 2 Sicilie. Questo regno era un

regno arretrato e aveva il problema della Sicilia, da sempre autonomista. I Borbone ormai

avevano il controllo solo di una parte del loro regno ormai.

Garibaldi e i suoi mille uomini si imbarcarono il 5-6 maggio 1860, direzione Sicilia, con

l’intenzione di attaccare il Regno delle 2 Sicilie. Purtroppo questi uomini erano male armati

e anche gli stessi democratici nutrivano forti dubbi di vittoria perché numericamente

l’esercito del Regno delle 2 Sicilie era fortemente superiore. Anche dal punto di vista

culturale erano molto avanzati.

sbarcò a Marsala l’11 maggio 1860 e in pochi giorni batte l’esercito borbonico.

Garibaldi

Cavour quando vede che Garibaldi riesce in poco tempo e con facilità in questa missione,

apre un contrasto fortissimo tra il fronte liberale piemontese e il fronte democratico di

Garibaldi. Il 20 agosto 1860 sbarca in Calabria e, dopo poco più di 10 giorni, il 7 settembre

1860 entra a Napoli e quindi “libera” il regno ponendo fine al regno dei Borbone.

2


PAGINE

4

PESO

382.99 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze del turismo (Facoltà di Economia, di Giurisprudenza, di Lettere e Filosofia, di Lingue e Letterature Straniere e di Scienze Politiche) (LUCCA)
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher fabi.mess di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia contemporanea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Amore Bianco Fabrizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia contemporanea

Appunti di Storia: Tra Crispi e Giolitti
Appunto
Appunti di Storia: Da Bismarck alla Triplice Alleanza
Appunto
Appunti di Storia: L'Italia dal '48 all'Unità d'Italia
Appunto
Appunti di Storia: L'Italia dal '48 all'Unità d'Italia
Appunto