Che materia stai cercando?

Appunti apparato endocrino

Appunti di anatomia umana sull'apparato digerente basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof. Dolci dell’università degli Studi di Milano - Unimi, facoltà di Medicina e chirurgia, Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Anatomia umana docente Prof. C. Dolci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

anteriormente a ipotalamo c’è il chiasma ottico

 lateralmente a sella turcica ci sono due seni cavernosi che danno passaggio a strutture

 vascolari e nervose (carotide interna).

Neuroipofisi: tessuto di tipo nervoso, fibre nervose intercalate a cellule di tipo neuro-gliale

chiamate pituiciti. Fibre nervose del parenchima della neuroipofisi provengono dall’ipotalamo,

sono assoni di fibre nervose che provengono da neuroni, localizzate in due nuclei

dell’ipotalamo anteriore che sono nucleo paraventricolare e nucleo sopraottico al di sopra del

chiasma ottico. Neuroni dei nuclei sono di grosse dimensioni e inviano loro assoni verso la

neuroipofisi. Nucleo paraventricolare produce ossitocina che è un ormone prodotto da

ipotalamo e inviato a neuroipofisi, stimola contrazioni uterine per parto, favorisce anche la

produzione di latte da parte della ghiandola mammaria. Ossitocina prodotta sia in maschi che

in femmine, viene secreta durante rapporto sessuale per favorire trasporto di sperma in vie

genitali, maschili e femminili, stimola anche legami affettivi tra due persone che hanno

rapporto sessuale e anche affetto verso figli. Ormone ADH antidiuretico, vasopressina. ADH

favorisce il riassorbimento di sodio e acqua a livello renale riducendo la diuresi. Mancanza di

produzione di ormone antidiuretico o insensibilità di recettori per ormone determina il diabete

insipido perché in urine non è presente il glucosio. Adenoipofisi: ghiandola endocrina costituita

da epitelio ghiandolare endocrino, cordoni di cellule ghiandolari endocrine. Sintesi e

secrezione di almeno 7 diversi ormoni. Ghiandola ipofisaria vascolarizzata da arterie ipofisarie

superiori e inferiori, due coppie di arterie, rami della carotide interna. Le ipofisarie inferiori

vascolarizzano la neuroipofisi, le superiori raggiungono peduncolo ipofisario. Terminazioni

nervose di neuroni localizzati in ipotalamo sono inviate in corrispondenza di prima

capillarizzazione arteriosa che è plesso primario di sistema portale ipotalamo-ipofisario.

Capillari si continuano lungo il peduncolo ipofisario attraverso vene chiamate vene portali che

raggiungono l’adenoipofisi e si capillarizzano formano plesso secondario del sistema portale

ipotalamo-ipofisario. Risparmio di secrezione di ormoni, ormoni ipotalamici che favoriscono o

inibiscono secrezione di ormoni di adenoipofisi la raggiungono rapidamente attraverso circolo

sanguigno, quindi c’è rapidità d’azione e risparmio di ormoni. Non c’è mai presenza di dotti

escretori in preparati di microscopia di ipofisi. Cellule acidofile, cellule basofile, cellule a gruppi

che si colorano poco. Fessura in residuo di tasca di Rathke è costituita da formazioni amorfe.

Piccole dilatazioni cistiche spesso in ipofisi. Cellule cromofile tra cui ci sono le acidofile e le

basofile, cellule cromofobe. Cellula acidofila secerne ormoni di natura proteica, cellula basofila

secerne ormoni di natura glicoproteica. Cellula cromofoba non ha granuli di secrezione, non si

sa se sia cellula endocrina non funzionante oppure una cellula tanto attiva che ha già

esocitato tutto il suo contenuto di sintesi. Adenoipofisi produce e secerne almeno 7 ormoni

grazie a stimolazione di ipotalamo e a feed back regolatorio attraverso recettori a livello di

ghiandola ipofisaria, ormoni di natura proteica responsabili di acidofilia: l’ormone GH che è

ormone somatotropo o somatotropina o della crescita, favorisce l’accrescimento corporeo,

l’ormone PRL o LTH ovvero la prolattina. Nanismo ipofisario armonico perché c’è proporzione

tra le parti, dovuto a carenza di ormone GH, eccesso di ormone GH provoca gigantismo che è

armonico con corretta proporzione tra le parti. Se GH si accresce a seguito di terminazione di

crescita si ha ingrossamento di ossa soprattutto di faccia e di arti (acrometageria). Ormoni

prodotti da adenoipofisi sono: FSH o follicolo-stimolante, LH o luteinizzante o gonadotropina,

TSH o tireotropo o tireotropina, ACTH o adrenocorticotropo o corticotropina, MSH o

melanocito-stimolante. L’MSH ha valori dosabili solo quando si instaura una patologia.

Epifisi o ghiandola pituitaria: ghiandola endocrina costituita da pinealociti ovvero neuroni

modificati, neurosecernenti, intercalati a cellule gliali. È responsabile di produzione di

melatonina, prodotta nell’organismo soprattutto durante le ore di buio, livelli di melatonina

bassi durante il giorno. Ghiandola pineale è informata da ipotalamo che a sua volta è

informato da retina relativamente a condizioni di illuminazione ambientale. Tratto retino-

ipotalamico per inviare segnale di luce o buio da retina a ipotalamo, ipotalamo attraverso

nucleo sovrachiasmatico o direttamente o tramite sistema nervoso autonomo vegetativo

informa pinealociti di secernere melatonina. Melatonina: segnale importante per organismo

per eventi di tipo giornaliero, insieme a nucleo sovrachiasmatico dell’ipotalamo informa

organismo riguardo a eventi che si ripetono ogni 24 ore, segnale anche di tipo stagionale

soprattutto in animali. Melatonina può avere proprietà antiossidanti.

A livello della linea mediana del collo, anteriormente c’è la prominenza laringea o pomo

d’Adamo: è data da cartilagine tiroidea della laringe, ha forma di scudo con prominenza

anteriore. Ghiandola tiroide ha rapporto stretto con laringe e con cartilagine tiroidea, ogni

volta che si muove la laringe, si muove anche la ghiandola tiroide. Laringe si muove verso

l’alto ogni volta che noi deglutiamo e ioide e tiroide e cartilagine tiroidea insieme a laringe.

Tiroide nel collo in spazio viscerale mediano del collo anteriormente a condotto laringo-

tracheale, occupa posizione molto anteriore nel collo. Tiroide ha rapporto con muscoli

sternoioideo e sternotiroideo, asportato piano muscolare si osserva ghiandola. La tiroide è la

ghiandola di maggiori dimensioni di organismo, ha forma ad ali di farfalla, con due lobi laterali.

Istmo della ghiandola tiroide su piano mediano di simmetria. Due lobi tiroidei hanno

dimensioni di un pollice, da 3 a 5 cm. Peso circa 20-30 g. Ghiandola aumenta dimensioni in

caso in cui iodio scarseggi. Stretta protuberanza di forma piramidale è lobo piramidale, è

presente in almeno il 50% dei soggetti. Lobo piramidale è legato a modalità di sviluppo della

ghiandola. A fine della 3^ settimana di sviluppo in corrispondenza di endoderma di faringe, un

diverticolo endodermico si invagina verso basso, in corrispondenza di base della lingua.

Diverticolo si allunga verso basso e forma condotto tireoglosso che presenta a estremità

inferiore abbozzo di tiroide e a estremità superiore connessione con abbozzo di lingua. Da

estremità inferiore del dotto gemmano due lobi tiroidei. Può capitare che porzione inferiore del

nucleo tireoglosso mantenga e sviluppi proprietà tipiche di tessuto ghiandolare con

formazione di piccole ghiandole tiroidee. Dotto tireoglosso va poi incontro a regressione e si

atrofizza. Se dotto tireoglosso si ferma a base della lingua si forma tiroide linguale, si può

formare anche cisti di dotto tireoglosso. Foro cieco collocato a limite tra corpo della lingua e

base della lingua a apice di solco terminale di lingua stessa. Rapporti di tiroide:

Addossata a condotto laringo-tracheale

 Istmo corrisponde a primi anelli tracheali

 Lobi corrispondono a semianelli tracheali

 Parte superiore raggiunge cartilagine tiroide di laringe

 Laringe

 Trachea: quando tiroide si ingrossa può comprimere trachea, con difficoltà di

 respirazione. Esofago posteriormente a trachea

Lobo tiroideo sinistro ha possibile rapporto con esofago, se tiroide si ingrossa si hanno

 problemi di deglutizione

Lateralmente: fascio vascolonervoso del collo formato da carotide comune, vena

 giugulare interna e posteriormente alle due il nervo vago.

Rapporto con due rami del nervo vago: nervo laringeo superiore in stretto rapporto

 posteriormente con parte superiore di lobo. Nervo laringeo superiore innerva mucosa

della laringe e il muscolo responsabile di variazione di tensione delle corde vocali

(muscolo cricotiroideo). Nervo laringeo inferiore o nervo ricorrente perché dopo essere

emesso da nervo vago risale verso l’alto, descrive a sinistra ansa intorno a arco aortico,

a destra ansa intorno a succlavia di destra. Nervi laringei inferiori decorrono

posteriormente a ghiandola tiroide.

Posteriormente: ghiandole paratiroidi sono 4 piccole ghiandole endocrine, 2

 posteriormente a lobo destro e 2 posteriormente a lobo sinistro, se asportate viene

meno paratormone che regola livelli di calcio nel sangue, calcio diventa troppo e si

hanno contrazioni continue e incontrollabili di muscolatura striata che provocano anche

problemi respiratori.

Tiroide può espandersi solo posteriormente e verso il basso e anteriormente, se si espande

lateralmente non provoca problemi, non si può espandere superiormente.

Vascolarizzazione e innervazione della tiroide: vascolarizzata da due paia di arterie che sono

arteria tiroidea superiore che raggiunge apice del lobo superiore di tiroide, è ramo di carotide

esterna, l’arteria tiroidea inferiore è un ramo del tronco tireocervicale della succlavia e si

distribuisce soprattutto posteriormente. Nel 10% dei soggetti si aggiunge l’arteria tiroidea ima

che può essere un ramo dell’arteria anonima o dell’arco aortico. Arterie raggiungono

ghiandola costituendo plesso arterioso su superficie dell’organo che penetra all’interno della

ghiandola. Vene: vena tiroidea superiore satellite di arteria, raggiunge la giugulare interna, poi

vena tiroidea media e inferiore, la media giunge a giugulare interna e la inferiore al tronco

brachiocefalico.

Esternamente a capsula connettivale di tiroide c’è plesso arterioso e rami venosi, il tutto

racchiuso in guaina connettivale che è guaina peritoroidea che invia verso laringe e trachea

espansioni connettivali in modo che ghiandola aderisca a laringe e trachea. Si definisce spazio

anteriormente a tiroide che è spazio pericoloso del collo perché riccamente vascolarizzato.

Tiroide è ghiandola a follicoli, a organizzazione lobulare, setti connettivali che dividono lobi

sono molto irregolari. Tireoglobulina immessa all’interno di follicolo tiroideo. Tireociti devono

captare iodio, ioni ioduro devono essere ossidati da iodio per legarsi a tirosina. Iodio

attraversa tireocita, raggiunge cavità di follicolo dove c’è sostanza colloidale costituita da

tireoglobulina e si attacca a tirosina, residui di tirosina si iodano una o due volte. Ghiandola

tiroide accumula a interno una grande quantità di ormoni. Tireociti sono in grado di riassorbire

colloide, vescicole riassorbite si fondono con lisosomi che tagliano tireoglobulina e liberano

residui tirosinici iodati che si accoppiano formando ormone T3 o ormone T4 che vengono

esocitati nel circolo sanguigno. Ormoni tiroidei hanno ruolo importante in regolazione di

metabolismo corporeo, favoriscono consumo di ossigeno e metabolismo corporeo. Ormoni

tiroidei favoriscono accrescimento scheletrico collaborando con ormone della crescita, in

primissime fasi di vita hanno ruolo importante in sviluppo del sistema nervoso centrale.

Nanismo di tipo disarmonico con testa e tronco di dimensioni normali e molto brevi gli arti,

ritardo mentale, nel caso di carenza di ormoni tiroidei in prime fasi di vita. Screening

neonatale per ipotiroidismo congenito alla nascita. Cellule parafollicolari di ghiandola tiroide

sono cellule C e hanno derivazione ectodermica, da creste neurali, sono secernenti, producono

la calcitonina che collabora con paratormone in regolazione di calcio nel sangue. Paratormone

favorisce aumento di calcio nel sangue, calcitonina favorisce riduzione di concentrazione di

calcio nel sangue e deposito di calcio nelle ossa, usata anche nel trattamento dell’osteoporosi

come coadiuvante di trattamento a base di calcio. Follicoli tiroidei possono avere dimensioni

diverse uno rispetto all’altro, possono avere caratteristiche morfologiche distinte, hanno

epitelio cubico monostratificato. Può capitare preparato con parete dei follicoli formata da

tireociti con altezze diverse, epitelio pavimentoso semplice o cubico o cubico alto quasi

prismatico. Se tiroide è molto stimolata parete di follicoli si abbassa, se poco stimolata si alza

parete di follicoli con epitelio quasi prismatico.

Paratiroidi: 4 formazioni ovalari lentiformi, derivano da endoderma, da 3^ e 4^ tasca faringea

di intestino faringeo. Paratiroidi inferiori derivano da 3^ tasca, le superiori dalla 4^. Da 3^

tasca faringea deriva anche timo che quando discende porta con sé ciò che diventerà le

paratiroidi inferiori. Sono posteriormente a due lobi tiroidei. Sono addossate a lobi tiroidei,

sono subito esternamente a capsula di tiroide. A volte sono al di fuori di guaina a volte

all’interno del parenchima tiroideo. Parenchima formato da cellule principali e da cellule

ossifile o eosinofile. A nascita sono quasi tutte cellule principali, responsabili di produzione di

paratormone, con avanzare dell’età si associano a queste le cellule ossifile che non si sa cosa

facciano, sono cellule quiescenti. Presenza in ambiente connettivale di setti di tessuto

adiposo, tanto più aumenta componente adiposa tanto più aumenta presenza di cellule


PAGINE

7

PESO

28.11 KB

AUTORE

rot89

PUBBLICATO

8 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (6 anni)
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher rot89 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia umana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Dolci Claudia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia umana

Anatomia umana - muscoli: origine, inserzioni, azioni
Appunto
Anatomia umana - Appunti
Appunto
Anatomia umana - schema cranio: cavità, fosse, fori
Appunto
Riassunto esame Anatomia, prof Sforza, libro consigliato Anatomia Umana, Anastasi
Appunto