Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Patologia delle vie aereo-digestive superiori

Si tratta di quei distetti e quelle mucose di

•Cavità Nasali e Seni Paranasali

•Rinofaringe

•Orofaringe

•Cavo Orale

•Ipofaringe

•Laringe

sono un gruppo di strutture anche molto diverse tra

loro che quindi presentano una patologia anche

abbastanza complessa, di cui affronteremo solo

alcuni quadri di patologia neoplastica e non

neoplastica.

C N S P

AVITÀ ASALI E ENI ARANASALI

Partendo con un po' d'anatomia , per evitare di

sentirsi dire cose raccapriccianti all'esame ,

vediamo che le cavità nasali sono due, separate

dal setto nasale, e il loro volume è ulteriormente

suddiviso dalla presenza dei turbinati. All'interno delle cavità nasali si aprono , tramite degli osti piuttosto

piccoli, i seni paranasali. I principali sono 1. Seno frontale

2. Seno mascellare

3. Seno etmoidale

Posteriormente le cavità nasali si

continuano, attraverso le coane,nel

rinofaringe , ovviamente attraverso le

narici si aprono all'esterno. Partendo

proprio dall'esterno la prima parte

delle cavità nasali ha un aspetto

simile a quello della cute, rivestito da un epitelio

pavimentoso e contiene annessi di tipo cutaneo. La

mucosa delle cavità nasali e dei seni paranasali è invece

rivestita da un epitelio di tipo respiratorio, chiamato anche

epitelio Schneideriano, pluristratificato con cellule cubiche

basali e cellule cilindriche, dotate di ciglia che consentono il

movimento del muco, il quale si trova come un film sopra la

superficie dell'epitelio. Il muco è prodotto in parte da cellule

caliciformi, disperse in mezzo alle cellule cilindriche ciliate,

e in parte da ghiandole siero-mucose che si trovano nella

lamina propria, affini alle salivari minori,e quindi possibile

sede di una patologia neoplastica simile a quella delle

salivari.

C'è una parte della mucosa delle cavità nasali che corrisponde alla

volta ,che non è rivestita da epitelio respiratorio ma da epitelio di tipo

olfattivo. Si tratta di un'epitelio sensoriale più complesso come struttura,

in cui si trovano gli elementi recettoriali .Da qui prendono d'origine i

filamenti del nervo olfattivo che attraverso la lamina cribrosa

dell'etmoide raggiungono l'encefalo.

Patologia Infiammatoria

È una patologia estremamente comune e comprende riniti e sinusiti ,

entrambe a base infettiva (Virale o batterica) o a base allergica.Queste

forme così banali possono avere però la tendenza a cronicizzare ,

specie alcuni tipi di sinusiti . Infatti gli osti dei seni paranasali sono punti

molto ristretti in cui è sufficiente un po' di edema o una minima

variazione anatomica per favorire il ristagno di muco e dare la

cronicizzazione.

Esistono anche patologie molto più rare, legate alla immobilità ciliare

che sempre ,per lo stesso meccanismo di ristagno danno al tendenza a

cronicizzare.

La fibrosi cistica è predisponente invece per il tipo di muco prodotto, più spesso e denso.Ovviamente

immunodeficienze.

Le deviazioni del setto provocano di nuovo modificazione delle aperture dei seni paranasali.L'ipertrofia

parotidea.

Una conseguenza importante può essere quindi la chiusura totale dell'ostio di un seno , se questa apertura

rimane chiusa si ha il Mucocele, una ritenzione della secrezione mucosa nel contesto del seno.L'accumulo

col tempo può portare anche ad avere un'espansione del seno paranasale in strutture adiacenti , fino ad

avere un'erosione dell'osso mascellare e richiedere un trattamento chirurgico. I seni più colpiti nell'ordine

sono seno frontale , frontale ed etmoidale assieme,etmoidale ,mascellare.Il Mucocele si può associare oltre

che a sinusite ,anche a poliposi nasale, riniti allergiche, trauma o pregressa chirurgia a questo livello.

Patologia infettiva Fungina

o La patologia fungina può essere 1)cronica o 2)rapidamente progressiva ( fulminante).

1)Tra le forme croniche abbiamo la sinusite fungina allergica e l'aspergillosi. Nella sinusite fungina allergica

i due processi, infettivo ed allergico , si possono fondere. È un'acquisizione abbastanza recente, si vede

sempre più di frequente da quando si conosce la sua esistenza e si è imparato a diagnosticarla. E' legata a

funghi del tipo Aspergillus genere Demiataceae, che si localizzano nel seno paranasale o nelle ghiandole

della mucosa della cavità e determinano il rilascio di allergeni innescando la reazione immuno-allergica. Nel

muco prodotto in maniera abbondante si trovano molti granulociti eosinofili, richiamati dal meccanismo

allergico.

2)Le forme

invasive

fulminanti sono

invece piuttosto

rare per fortuna,

causate da funghi

di specie

diverse ,legate ad

una patologia

preesistente

(immunodepressi , diabetici...). Sono forme fulminanti in quanto il processo infettivo attraverso i segni

paranasali ,guadagna molto rapidamente l'orbita e da lì ,attraverso il nervo ottico, si dissemina a livello

encefalico,con il quadro di una vera e propria meningoencefalite fungina.Si chiama anche mucormicosi

rinocerebrale proprio per questo aspetto di diffusione cerebrale,invadendo oltre alle strutture nervose

anche quelle vascolari come si vede nella terza immagine : è un vaso venoso trombizzato nel cui contesto si

vede la proliferazione fungina.

Patologia Poliposica

o Anch'essa molto comune a questo livello, è rappresentata da polipi infiammatori e dal polipo antro-

coanale.Non tratteremo patologie come la granulomatosi di Wegener e la sarcoidosi che rientrano sempre in

questo contesto , interessando anche altri distretti come il cavo orale e la laringe

-polipo infiammatorio

È un'escrescenza polipoide della mucosa

nasale che si determina per processi flogistici

cronicizzati. Si determina quindi una

ostruzione nasale , con difficoltà

respiratorie.In genere i polipi sono multipli e

bilaterali quindi si tende a chiamarla anche

poliposi. I polipi insorgono preferenzialmente

nella mucosa della parete mediale della

cavità nasale vicino al meato medio. Anche

qui c'è un'associazione con la fibrosi

cistica.Le parole chiave da ricordare sono

1)la bilateralità che li distingue da altre forme anche neoplastiche 2)la possibilità che siano multipli

3)l'insorgenza sulla parete mediale.

Macroscopicamente i polipi hanno un aspetto traslucido, semitrasparente per l'edema, dotati di un

peduncolo che può essere anche estremamente sottile e terminano con una testa. Il loro rivestimento è lo

stesso tipo di epitelio Schneideriano , nel contesto del polipo c'è un infiltrato infiammatorio che può

contenere anche diversi tipi di cellule (eosinofili ,

Monociti e macrofagi...). Quello che si vede spesso è poi

la presenza di dotti o acini ghiandolari molto dilatati e

pieni di muco.

-polipo antro-coanale

A differenza dell'altro e in genere solitario,

monolaterale e deriva dalla mucosa o quantomeno vi è

impiantato nell'antro mascellare sporgendo nella

corrispettiva cavità nasale. Anche qui l'associazione

immancabile è con processi flogistici cronici.

Macroscopicamente è dotato di un peduncolo molto

allungato e sottile con cui sporge nella cavità nasale.

Strutturalmente è simile all'infiammatorio, ma un po'

meno infiammatorio.

Patologia Neoplastica

Forme Epiteliali

o Forme Non epiteliali

o Divise in benigne e maligne. le epiteliali sono quelle più ftrequenti

o Forme benigne:Adenomi di tipo salivare ( uguali alle ghiandole salivari) Papilloma Schneideriano

o Forma Maligne: Carcinoma a cellule squamose , Carcinoma indifferenziato , Adenocarcinoma

o Papilloma Schneideriano

o

Tumore abbastanza infrequente, 5% dei tumori della cavità nasale, patologie polipose infiammatorie sono

cinquanta volte più frequenti di questa forma. È una proliferazione monolaterale come il polipo antro-coanale

( che però ha una sua sede specifica). La sintomatologia ovviamente è simile , proliuferando determinano

ostruzione di una sola cavità ,epistassi,e altri sintomi aspecifici.Ne esistono tre tipi con differenze di sede e

comportamento clinico

Tipo Sede Recidiva Trasformazione Maligna

Fungiforme(esofitico)49% Setto 20-40% 0%

Invertito(endofitico)47% Parete laterale seno 10-70% 5-10%

mascellare

A Cellule Cilindriche 4% Parete laterale seno 30% 5-10%

mascellare

Il problema è infatti che tutti i tipi hanno tendenza alla recidiva locale e alla distruzione delle strutture

circostanti ,anche dell'osso.Inoltre c'è la probabilità di insorgenza di un carcinoma a cellule squamose , è un

eventualità rara , non c'è da fare affidamento su quelle percentuali , 10% è anche troppo: secondo

l'esperienza della nostra zona è appena il 5%.Più che altro è correlata alla forma invertita , la forma a cellule

cilindriche è già rara di suo , figurarsi l'evoluzione.

Nella figura si può vedere la proliferazione esofitica molto grande , non è traslucido ma anzi più carnoso ,

più solido.E' rivestito da epitelio transizionale , squamoso , non cheratinizzante. La forma endofitica è fatta

dallo stesso tipo di cellule ma anzichè crescere verso l'esterno, cresce in gettoni che si approfondano nella


PAGINE

8

PESO

6.49 MB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Anatomia Patologica - Patologia delle vie aero-digestive superiori. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: CAVITÀ NASALI E SENI PARANASALI, Patologia Infiammatoria, Patologia infettiva Fungina, Patologia Poliposica, Patologia Neoplastica, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Biotecnologie mediche e farmaceutiche
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia patologica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Bianchi Simonetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia patologica

Anatomia Patologica - Patologia endocranica
Appunto
Anatomia Patologica - Patologia cutanea
Appunto
Anatomia Patologica - Patologia endocrinologica
Appunto
Anatomia Patologica - Patologia genitale femminile
Appunto