Che materia stai cercando?

Anatomia patologica - introduzione

Appunti introduttivi di Anatomia Patologica del professor Agozzino: la storia dell'anatomia patologica, la descrizione anatomia patologica, l'autopsia giudiziaria, il riscontro diagnostico, l'esame esterno dei visceri, l'esame istologico, la diagnosi anatomo patologica.

Esame di Anatomia Patologica docente Prof. L. Agozzino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

modificazioni che compaiono in conseguenza del decesso per cessazione delle attività vitali

cadaverica (macchie dell'ipostasi, rigidità...). nell'esame esterno si stabilisce anche quelle che sono

le varie versioni che sono presenti della salma, ad esempio lesioni da agopuntura, l'eventuale

escoriazioni... successivamente c'è la dissezione cioè si proceda l'apertura delle cavità corporee ed

estrarre gli organi addominali o eviscerazione. La terza fase è il e l'esame esterno dei visceri, c'è

visceri che abbiamo tolto di dobbiamo descrivere le lesioni presente sul visceri. Se per esempio un

fegato è cirrotico vedere la presenza di noduli, se la superficie liscia o rugosa, se il colorito è

giallastro, ed è importante nella descrizione degli organi anche il peso che questi organi vengono a

per sapere se c'è un aumento del volume dell'organo stesso una diminuzione. Ha poi dopo la

descrizione, quello che noi diciamo, alla riduzione o al campionamento, cioè, da questi organi si

preleva di piccoli frammenti vengono poi processati per l'esame istologico. ovviamente non si

preleva tutto ma si prelevano solamente piccoli frammenti dell'organo presi in considerazione o

nelle aree in cui si sospetta la lesione, se ciò paziente per esempio morto di cirrosi epatica si

prelevano dei frammenti del fegato o e il paziente è morto per una neoplasia polmonare si prelevano

il frammenti di polmone. una volta prelevati questi campioni vengono processati per l'istologia alla

fine prodotto finito è una sezione istologico, un vetrino che presenta la sezione che si esame al

microscopio. Si passa poi alla lettura al microscopio del reperto istologico descrivendo il vetrino, e

tutto viene descritta in un verbale di riscontro diagnostico. Alla fine, si formula quella che viene

definita la diagnosi anatomo patologica e realtà e una diagnosi di lesione anatomo patologica in cui

si descrivono e le patologie che si sono riscontrate. Queste patologie che si sono riscontrate, le si

deve descrivere, con uno scopo ben preciso cioè tenendo presente la causa di morte e le possiamo

descrivere in termini di importanza o in termine cronologico. Se un paziente avuto un'emorragia

cerebrale in quest'emorragia cerebrale in seguito ha sviluppato ipoventilazione polmonare, ma

broncopolmonite, un edema polmonare e di paziente morto per quest'ultimo prima si descrive

l'emorragia cerebrale e palazzine l'edema polmonare. Poi questa paziente santona di settant'anni ha

anche un'arteriosclerosi e poi si descrive quindi le altre lesioni che non hanno avuto un'importanza

fondamentale causale per il decesso. alla fine si arriva all’epicrisi che significa andare ad indicare

per la causa per cui paziente è deceduto, nel nostro caso il paziente non è morto per un edema

polmonare ma per un'emorragia cerebrale, in quanto l'edema polmonare è una causa secondaria.

Tutto questo deve essere descritto in modo abbastanza preciso perché poi il referto anatomo

patologico anche l'importanza medico-legale, può servire nel futuro anche per eventuali azioni

medico-legali, non sempre delittuose, per esempio paziente decente per una causa da malattia

professionale i familiari di questo paziente avranno il diritto di un risarcimento e richiede quindi il

riscontro diagnostico come base della loro causa.

La sargical patologi si compendia nel termine biopsia, che significa prelievo del materiale biologico

dalla vivente ai fini per stabilire la diagnosi di lesione. La biopsia prende in considerazione il

prelevamento di un singolo organo o di un frammento di un organo, per esempio una patologia

gastrointestinale si preleva un piccolo frammento se si ha un tumore renale si fa una nefrectomia e

si manda in anatomia patologica tutto il rene. può essere anche un prelevamento di singole cellule e

anche questo consta di più sezioni: la prima sezione è quello che ne definiamo ai dati clinico non è

ci è materiale che viene inviato in anatomia patologica deve essere accompagnato sempre da

un'esaustiva relazione clinica in cui c'è la diagnosi o il sospetto clinico e soprattutto il quesito che il

clinico chirurgo pone al anatomo patologo (per esempio si che è una ago biopsia epatica e si sia già

del paziente a un'epatite cronica perché ce ne dicono i dati clinici l'ecografia la visita i dati

biomolecolari l'aumento delle transaminasi, il clinico vuol sapere il grado ed entità dell'epatite ed in

base a quest'entità stabilirà la terapia da usare e di andare a definire lo stadio effettivo di epatite);

poi c'è una seconda sezione che consiste nella sezione macroscopica, cioè si descrive l'organo un

frammento e si fa la diagnosi; terza sezione descrizione istologico, cioè si descrive istologicamente

quello che si vede al microscopio; infine la quarta sezione, che la più importante, e la diagnosi

istopatologica alla fine si fa la diagnosi di lesione dicendo il tipo di lesione e poniamo tutte le 3


PAGINE

4

PESO

30.45 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia Patologica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Agozzino Lucio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia patologica

Anatomia patologica - linfomi non Hodgkin
Appunto
Anatomia patologica - tumori benigni
Appunto
Anatomia patologica - il carcinoma
Appunto
Anatomia patologica - iperplasia epiteliale
Appunto