Che materia stai cercando?

Anatomia patologica - early carcinoma

Appunti di Anatomia patologica del professor Agozzino sull'early carcinoma con analisi dei seguenti argomenti: classificazione degli endoscopisti giapponesi, i fattori prognostici clinici e morfologici, i tumori stromali gastrointestinali (GIST), i linfomi, l'intestino, malattia celiaca, retto colite ulcerosa, morbo di Crohn. Vedi di più

Esame di Anatomia Patologica docente Prof. L. Agozzino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lezione 09-10-2009 prof. Agozzino

EARLY CARCINOMA

E’ una definizione clinica, non patologica. Può essere un tumore invasivo, poiché supera

la muscolaris mucosae, ma può anche essere carcinoma in situ o intramucoso. Va diviso

(secondo la classificazione degli endoscopisti giapponesi) in:

1. Tipo 1 - polipoide, nodulare o ulcerato;

2. tipo 2 - rilevato o depresso (2A e 2B);

3. tipo 3 - escavato, in genere che non supera sottomucosa.

È confinato alla mucosa (e alla sottomucosa, perché essa fa parte della mucosa, quindi un

carcinoma che può essere anche invasivo). Una delle caratteristiche importanti, che fa sì

che lo possiamo classificare come early, è l'infiltrazione della muscolare: se questa

infiltrata non è più early. Questo perché l’early può giovarsi di terapia conservativa.

L’early carcinoma si diagnostica con l'istologia, ma si vede anche con l'endoscopia, perché

si vede anche microscopicamente a volte. È chiaro solo con l’istologia si può definire. Se

tu vedi una lesione che sembra avere le caratteristiche endoscopiche (polipoide etc.)

dell’early ca, dopo la biopsia si avrà la conferma. In realtà la vera conferma è

dell’escissione chirurgica, perché con la biopsia non si arriva alla muscolare, e proprio per

questo nell’early ca si fa un’escissione localizzata, una gastrectomia parziale etc. Un po'

come il carcinoma invasivo della cervice: lo puoi sospettare sulla biopsia, ma se non ti

danno il “cono” non puoi fare una valutazione fatta. Naturalmente si lavora sempre in

intraoperatoria.

I fattori prognostici vengono distinti in:

• clinici;

• morfologici (di pertinenza dell’anatomo patologo).

Fattori per agnostici del carcinoma gastrico

1. età (prognosi peggiore nei più giovani), difficile che si verifichi al di sotto dei

trent'anni a meno che non sono forme congenite;

2. stadio>TNM (nell’N dello stomaco si fa la differenza tra linfonodi loco

regionali: quegli a 3 cm dalla neoplasia e quelli a più di 3 cm dalla neoplasia,

per il resto e come gli altri – per esempio quelli che hanno come hanno sede

cardiale hanno una più facile diffusione all’esofago);

3. dimensioni > importante;

4. grading microscopico > poco importante, la prognosi no è poco condizionata;

5. tipo istologico> importante, s'era un tubulo o tubulo-papillare, se è un

mucinoso, hanno una buona prognosi; se è un infiltrato diffuso, o con cellule

ad anello con castone e più aggressivo;

6. margini del tumore> tipo d'accrescimento;

7. reazione infiammatoria> importante;

8. invasione perineurale> si osservano nei calci nomi più differenziati e a cellule

ad anello con castone. Si presentano con dolore. Con prognosi peggiore.

9. margini di resezione: la presenza di tessuto neoplastico ai margini indica

un'alta incidenza di recidiva;

10. metastasi ai linfonodi loco regionali;

11. indici di proliferazione: importante è il Ki – 67;

12. positività al c – erb B2 correlata la capacità di metastatizzazione;

13. p53: è segno di prognosi peggiore, insieme alla catepsina D;

14. ruolo della chirurgia: la prognosi è nettamente migliore nei pazienti sottoposti

a gastrectomia radicale subtotale con linfadenectomia. E invece peggiore nei

pazienti con gastrectomia parziale, con o senza linfectomia. Gli interventi

demolitivi (per alcuni tumori piccoli, con basso rischio di recidiva) sono stati

aboliti a favore di quelli parziali. La linfadenectomia va fatta sempre.

15. DNAploidia.

Tumori stromali gastrointestinali (GIST)

lo stomaco possiede una tonaca muscolare. Tale tonaca origina tumori benigni, leiomiomi

e sibromi, e tumori maligni,leiomiosarcomi, che sono delle cellule muscolari lisce, cresce

nelle gastrico. Vi prego di non confondere tumori stromale in gastrointestinali con i

leiomiosarcomi (il leiomiosarcoma è un tumore che ha una differenziazione muscolare

liscia, e lo vediamo sia con metodiche istochimiche oppure immunoistochimiche – astina

del muscolo liscio, desmina – e quello è un tumore aggressivo, maligno etc.), sono due

cose distinte separate.

I tumori stromale in gastrointestinali possono avere varie dimensioni.

sono venuti fuori recentemente questi tumori gastrointestinali, il cui requisito importante

per la diagnosi e la positività all'anticorpo CD – 117, che individua una proteine espresso

dalla mutazione oncogenica si chiama c – kit. La positività quest'antigene fondamentale

per esprimere la diagnosi di un tumore stromale gastrointestinale. Poi,1 volta stabilito

questo, ci sono tumori che si differenziano in senso muscolare liscio (e quindi con

positività all’actina muscolo liscio etc.), in senso neuronale (S - 100 positivi), con

differenziazione in senso neuronale e muscolo liscio, e poi forme con assenza di

differenziazione, indifferenziate.

La prognosi dipende dalla sei idee in cui si trova il tumore, dall'attività mitotica, degli indici

di proliferazione, e dalla differenziazione.

Macroscopicamente: lesione abbastanza limitata.

Istologicamente: elementi con differenziazione.

Ricapitolando:

• con differenziazione muscolo liscio

• con differenziazione neuronale anzi meglio dire neuroectodermico

• con differenziazione neuronale e muscolo liscio

• con assenza di differenziazione nei due sensi

1. positività al CD 117 (c – kit)

La valutazione della prognosi, attualmente, in base la misurazione dell'attività mitotica per

HPF (bisogna contare almeno 10 campi), in base gli indici di proliferazione (percentuale di

cellule neoplastiche positive al Ki67 – ki2), sono classificati in forme abbasso e ad alto

rischio -quindi forme che sono più maligne ed altre che lo sono meno. Questi tumori

naturalmente potete trovarli in qualunque sede gastrointestinale, colon tenue etc. Quindi

hanno importanza le dimensioni gli aspetti istologici.

Il WHO ha definitivamente segnato la differenza nosologica tra leiomiosarcomi e GIST,

affermando che sono due cose nettamente differenti, infatti l'approccio per la terapia e

diversa.

GIST: per quanto riguarda l'aspetto macroscopico esso risulta essere costituito da masse

di forma sferica, con aspetto polipoide o ulcerato.La diagnosi differenziale soprattutto con i

tumori delle cellule muscolari lisce.

Vi sono dei casi di negatività al c – kit dovuti ad artefatti nella tecnica utilizzata in

laboratorio.

Linfomi

Nello stomaco abbiamo soprattutto linfomi MALT, ma non solo, possono avere anche altri

linfomi.

Vengono classificati in:

• linfomi di Hodghin

• linfomi non Hodghin, i quali a loro volta vengono classificati in:

- centrali: linfoblastici, con un’alta incidenza pediatrica e localizzatio agli organi

centrali;

- periferici: localizzate in tutti gli organi linfatici periferici (milza, placce del Payez,

nell’intestino, timo…) e vengono classificati in linfomi a cellule B e linfomi a

cellule T.

Nello stomaco che ha tessuto linfatico abbondante possiamo avere dei linfomi. Tale linfomi

vengono classificati in:

1. MALT (a basso grado): rara localizzazione linfonodale, ma con

localizzazione nel tubo gastroenterico in generale. La localizzazione più

frequente però nello stomaco ed è un linfoma cellule B a basso grado. A

differenza della maggior parte dei linfomi che hanno una localizzazione

sistemica, la cui unica terapia è la chemioterapia, il MALT (con

localizzazione gastrica) si presenta come una lesione ulcerata e da una

localizzazione gastrica e raramente coinvolge linfonodi regionali, tant'è

vero che si parla di metastasi quindi c'è un linfoma non sistemico. I MALT

fanno parte dei linfomi della zona marginale, insieme alla forma splenica

e monocitoide. Esprime in genere una policlonalità, presenta anche

linfociti B, plasma cellule e quant'altro. È localizzato soprattutto la

mucosa, e al massimo può interessare linfonodi locoregionali. E’ l'unico

linfoma che si giova della chirurgia della loro insorgenza sembra essere

implicato l’HP, che sembra avere un'azione cancerogena sulle strutture

epiteliali. Probabilmente perché il MALT nasce da una regione

infiammatoria violenta. Prima si pensava che linfomi MALT non fossero

celati. In effetti, il vero MALT tende più a sollevare la mucosa che ad

ulcerarsi.

2. linfonodi ad alto grado: quelli ad alto grado sono caratterizzate dal fatto

che ci sono più stazioni colpite e sono dei linfomi sistemici.

INTESTINO

Anatomia

Il piccolo intestino è costituito dal duodeno e dall’intestino tenue,poi attraverso la valvola

ileo – cecale si passa al grosso intestino.


PAGINE

8

PESO

44.96 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Anatomia patologica del professor Agozzino sull'early carcinoma con analisi dei seguenti argomenti: classificazione degli endoscopisti giapponesi, i fattori prognostici clinici e morfologici, i tumori stromali gastrointestinali (GIST), i linfomi, l'intestino, malattia celiaca, retto colite ulcerosa, morbo di Crohn.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Anatomia Patologica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Agozzino Lucio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia patologica

Anatomia patologica - linfomi non Hodgkin
Appunto
Anatomia patologica - tumori benigni
Appunto
Anatomia patologica - il carcinoma
Appunto
Anatomia patologica - iperplasia epiteliale
Appunto