Test di ingresso Medicina 2020, iscrizione: come farla e scadenze

Paolo.Ferrara
Di Paolo.Ferrara
test medicina 2020
È finalmente uscito il Decreto Ministeriale con le modalità e i contenuti delle prove di ammissione a Medicina. Dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19 non era chiaro in che modo si sarebbe svolto il test il 3 settembre e quali fossero le eventuali modifiche rispetto agli scorsi anni. Ansioso di conoscere le modalità di svolgimento della prova, i quesiti, il tempo a disposizione e le scadenze? Ecco tutto quello c’è da sapere.


Guarda anche

Test di Medicina: la procedura per l’iscrizione

Con il Decreto Ministeriale del 16 giugno 2020 si conoscono finalmente tutte le informazioni utili per chi ha deciso di sostenere il tanto difficile test di medicina a settembre. Stando alle informazioni riportate, la data del test rimane il 3 settembre e gli studenti potranno iscriversi da mercoledì 1° luglio a giovedì 23 luglio 2020 alle 15. Per farlo dovranno collegarsi su portale dedicato, Universtaly, e inviare la domanda seguendo meticolosamente tutte le indicazioni per la registrazione.
Il perfezionamento dell’iscrizione avviene a seguito del pagamento del contributo per la partecipazione al test secondo le procedure indicate dall’università in cui il candidato sostiene la prova. Tali procedure devono in ogni caso concludersi entro il 29 luglio 2020.
All’atto dell’iscrizione bisogna indicare, in ordine di preferenza, le sedi per cui intende concorrere. Tali preferenze sono irrevocabili e non integrabili dopo le ore 15:00 del 23 luglio 2020. Per prima preferenza utile si intende, nell’ordine delle preferenze indicate, l’opzione migliore relativa alla sede e al corso in cui il candidato, in base al punteggio ottenuto e al numero dei posti disponibili, risulta immatricolabile.
Si è in ogni caso obbligati a sostenere il test nella sede indicata dal CINECA all’atto dell’iscrizione, visto che per regolamento si è tenuti a svolgere la prova nella sede universitaria più vicina (a causa dell'emergenza Covid).
Per il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria, lo studente una volta effettuata l’iscrizione potrà eseguire un test psicoattitudinale contente settantadue domande che esplorano il profilo di personalità, l’orientamento accademico e l’orientamento professionale del candidato e sessanta quesiti a risposta multipla estrapolati dalle prove effettuate negli anni precedenti secondo la ripartizione per materia definita dal presente al decreto per il rispettivo corso di laurea.


Modalità test di Medicina: in presenza ma vicino casa

Il test non sarà erogato online ma si farà in presenza. Il Decreto presenta, però, un punto molto importante che interessa tutti i candidati: il test si farà nella sede più vicina alla provincia di residenza. Si legge, infatti, che “in considerazione dalla normativa di contenimento dell’epidemia da Covid-19, al fine di garantire l’applicazione delle disposizioni di natura emergenziale nonché di limitare gli spostamenti nell’ambito del territorio nazionale e regionale”, lo studente dovrà svolgere la prova presso la sede dell’ateneo disponibile nella propria provincia a prescindere dalla sede indicata come prima preferenza di assegnazione.

Domande test di Medicina: i quesiti e il tempo a disposizione

I candidati dovranno rispondere in 100 minuti massimo a 60 quesiti. Ogni domanda avrà come sempre 5 opzioni di risposta di cui solo una sarà esatta. Ecco il numero di quesiti e le materie di riferimento.

  • Cultura generale: 12 quesiti
  • Ragionamento logico: 10 quesiti
  • Biologia: 18 quesiti
  • Chimica: 12 quesiti
  • Fisica e matematica: 8 quesiti

  • Il punteggio minimo per entrare in graduatoria è 20 e il punteggio massimo che si può ottenere è 90. Ecco le specifiche sui punteggi.

    • 1,5 punto per ogni risposta corretta
    • 0 per ogni risposta non data
    • -0,4 punti per ogni risposta errata
    Potrebbe Interessarti
    ×
    Skuola | TV
    #Piudiprima: i giovani chiedono, la ministra Bonetti risponde – Skuola.net ft. Angelica Massera

    La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, ‘interrogata’ da Skuola.net e da Angelica Massera, spiega cosa sta facendo la politica per rispondere ai bisogni dei giovani in ambito di Pari Opportunità

    10 luglio 2020 ore 10:00

    Segui la diretta