Graduatoria test di medicina 2019, la lista completa

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
Graduatoria medicina

E' in arrivo la data del 1 ottobre, giorno della pubblicazione della prima graduatoria ufficiale, il momento in cui le aspiranti matricole potranno scoprire se tutto è andato effettivamente per il meglio.
Qualcuno, in particolare quelli con i punteggi più alti, dopo la pubblicazione del 27 settembre sa già di avere ottime chance di successo.
Al contrario, quelli con i punteggi più bassi hanno iniziato in anticipo a studiare dei piani alternativi per iscriversi all'università. Ma non bisogna disperare: la graduatoria verrà aggiornata ogni settimana con continui scorrimenti fino all'esaurimento dei posti.

Guarda anche:


Test ingresso Medicina 2019: la graduatoria nazionale e le preferenze

Vi ricordiamo che la graduatoria del test di medicina 2019 è unica e nazionale, gestita direttamente dal Miur. In questo modo, ad essere premiati sono gli studenti che hanno ottenuto i punteggi più alti, indipendentemente dalla città in cui hanno svolto i quiz. Anche se, poi, l'assegnazione dei posti avviene in base alle preferenze segnalate dai singoli candidati al momento dell’iscrizione al test.

Test Medicina 2019: assegnato o prenotato?

Infatti, ogni candidato doveva esprimere l’elenco delle sedi università in cui sarebbe voluto entrare, in ordine di preferenza. L'ateneo segnalato come prima scelta la sede dove svolgere il test. Una volta sostenuta la prova di ammissione, ogni studente deve innanzitutto aver ottenuto un minimo di 20 punti per risultare idoneo ed entrare in graduatoria. Se risulterà 'assegnato', significa che è riuscito ad ottenere un posto nella sede preferita e ha 4 giorni per immatricolarsi; se risulta 'prenotato', è stato ammesso in un'altro ateneo da lui segnalato e può immatricolarsi, o aspettare che nei successivi scorrimenti si liberi un posto nella sede preferita confermando l'interesse di rimanere in graduatoria.

Risultati test Medicina 2019: i punteggi provvisori

Il 17 settembre 2019, come detto, sono stati pubblicati i punteggi del test di medicina in forma anonima nell’area riservata ai candidati sul sito www.universitaly.it. In questa fase è riportato solo il codice etichetta. Il 27 settembre 2019, invece, ogni candidato potrà vedere - nell'area riservata sul porta.e Universitaly.it - il proprio test, la scheda anagrafica e il proprio punteggio. La graduatoria nazionale test medicina 2019 sarà pubblicata invece il 1 ottobre 2019.

Punteggi test ingresso Medicina

Il massimo punteggio possibile al test di medicina 2019 è di 90 punti: un numero che sembra irraggiungibile visto che nessuno è riuscito ad ottenerlo. Secondo quanto comunicato dal Miur, la prova è stata sostenuta da 60.776 studenti, di cui 42.745 idonei (circa il 70%). Il punteggio medio calcolato risulta 35,23, cifra che conferma l’andamento dei 35,67 dello scorso anno, mentre quello medio più alto a livello locale, per il secondo anno consecutivo, è stato registrato a Pavia con 39,12.
L’ateneo che invece vanta il numero più alto di idonei è quello di Udine che ne conta ben l’83,5%.
Infine, il punteggio più alto è stato conseguito presso l’università Statale di Milano con l’82,4% che supera e soppianta il primato che lo scorso anno deteneva l'università di Verona.
In generale, il maggior numero di candidati che hanno raggiunto i migliori punteggi si è registrato nelle università di Milano-Bicocca (14 candidati), Bologna (14 candidati), Catania (10 candidati), Padova (10 candidati) e Pavia (8 candidati).

Graduatoria Medicina generale 2019

Il giorno della pubblicazione della graduatoria del test di medicina 2019, ogni studente può risultare “Assegnato” o “Prenotato”. Gli studenti assegnati sono coloro che hanno ottenuto il posto nella sede indicata come prima scelta e devono procedere all’immatricolazione all’università, mentre i candidati “prenotati” sono quelli che hanno ottenuto uno dei posti disponibili, ma non nella loro prima scelta. In questo caso possono decidere di immatricolarsi subito nell’ateneo in cui risultano prenotati, oppure possono decidere di aspettare i successivi scorrimenti, ma devono ricordarsi di manifestare la conferma di interesse a rimanere in graduatoria.

Scorrimenti Medicina 2019

Il primo scorrimento della graduatoria è previsto per martedì 9 ottobre 2019. Il secondo per il martedì successivo e così via. Gli scorrimenti di graduatoria sono estremamente importanti ed è essenziale seguire tutti gli aggiornamenti. Ma cosa vuol dire "scorrimento"? In poche parole, si forma una nuova graduatoria in base a chi ha rinunciato ad immatricolarsi, non ha confermato l'interesse ad iscriversi entro i termini stabiliti (e ha quindi perso il posto in graduatoria), e chi invece si è effettivamente immatricolato. In questo modo, si rimescolano le carte per chi era in attesa di entrare in posto utile o di accedere ad una sede migliore.

Scorrimento graduatorie Medicina: bisogna confermare l'interesse

Il Miur ha reso obbligatoria la conferma d’interesse all’immatricolazione. Ogni candidato che non ha completato la procedura d'iscrizione e vuole restare in graduatoria (risultando, quindi, prenotato) deve entrare nella propria area riservata sul sito di Universitaly e dare la conferma d’interesse entro le ore 12.00 del quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione della graduatoria o dello scorrimento. Dopo ogni scorrimento, quindi, è necessario rinnovare la propria conferma di interesse (a meno che non vi immatricoliate). Chi non dà la conferma viene escluso dalla graduatoria test medicina 2019.

Punteggio minimo Medicina 2019

Per risultare idonei ed entrare in graduatoria test medicina 2019 è necessario aver ottenuto il punteggio minimo di 20 punti. Se non si raggiunge il punteggio minimo, si è esclusi dalla graduatoria. Tuttavia, avere 20 punti e risultare quindi idonei non assicura un posto in facoltà. Infatti, i posti disponibili saranno suddivisi tra quanti hanno ottenuto il punteggio più alto. Ma qual è il minimo punteggio utile per poter ottenere un posto al momento delle prime assegnazioni della graduatoria nazionale del 1 ottobre? Tutti gli anni viene teorizzato da Alphatest, il sito leader nella preparazione ai test universitari, a partire dai risultati anonimi del 17 settembre.
Quest’anno il punteggio minimo teorico sarebbe di 41,7 punti, di 1,5 punti più basso rispetto a quello del 2018, nonostante il livello di difficoltà del test sia stato ritenuto pressoché invariato rispetto all’anno scorso. Il punteggio minimo teorico calcolato subito dopo l’uscita delle graduatorie anonime equivale, più o meno, al punteggio minimo per poter risultare assegnati fin da subito, a patto di aver indicato tutte le preferenze, sia di medicina che di odontoiatria, ma ricordiamo che l'unico documento ufficiale che è necessario seguire per sapere se si è stati assegnati o prenotati e la graduatoria nazionale ufficiale del Miur in uscita il 1 ottobre e i successivi scorrimenti.

Punteggio test Medicina 2019

Ma come funziona il punteggio del test di medicina 2019? I quiz del questionario sono 60: ogni risposta esatta assicura 1,5 punti; una risposta non data equivale a 0 punti; una risposta sbagliata toglie 0,4 punti. In caso di parità di punteggio tra due o più candidati, si attribuisce diversa priorità alle materie del test. Ad essere diversa è la priorità con cui le singole materie vengono considerate, non il punteggio. L’ordine di importanza decrescente delle materie è: ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, matematica e fisica.


Skuola | TV
A Skuola con... Il Menestrelloh

In conduzione, Gianluca Daluiso e Valeria Angione. La webstar sfiderà Il Menestrelloh in una challenge molto particolare...

19 febbraio 2020 ore 16:00

Segui la diretta