Tutor 33010 punti

Un viaggio nell'incantevole Parigi


un viaggio immaginario a Parigi

Siamo nella prima parte del mese di luglio, insieme alla mia migliore amica siamo arrivate all'aeroporto Charles De Gaulle di Parigi. L'adrenalina è altissima, non vediamo l'ora di arrivare in albergo per poi potere iniziare a visitare la ville des Lumières, un altro modo in cui Parigi viene chiamata.
Siamo arrivate in albergo, il cui nome è Moulin de la Galette, in ricordo del celebre locale parigino situato nella Rue de Montmartre. La nostra stanza è molto particolare e vi sono molte litografie dei luoghi principali di Parigi appese sui muri ( la Tour Eiffel, l'Arc du Triomphe, la Basilique du Sacre-Coeur, ecc...)
Poggiati i nostri bagagli nella stanza dell'albergo, andiamo a mangiare qualcosa in un bistrot tipicamente in stile parigino. Dopo esserci riposate, decidiamo di incominciare il nostro tour proprio dal simbolo di Parigi: la magica Tour Eiffel, prendiamo l'ascensore e arriviamo fino alla vetta e da qui la vista è fantastica possiamo vedere tutto il cuore di Parigi dall'alto: siamo contentissime, il nostro viaggio inizia a farsi interessante e magico. Dopo avere scattato tantissime foto dall'alto della Tour Eiffel, decidiamo di fare un giro per les Champs-Élysées, in cui decidiamo di fare un po' di shopping turistico. La prima giornata nella magica città è finita. Il giorno successivo decidiamo di andare a visitare i due principali musei della città: le Musée du Louvre e le Musée d'Orsay. Poiché il Louvre presenta numerose collezioni di arte antica, moderna e contemporanea, iniziamo a visitarlo, dopo avere fatto una lunga fila prima. Visitiamo varie sezioni, ma quelle che più hanno destato il nostro interesse sono la sezione di opere egizie, in cui è esposta la celeberrima sfinge e la sezione dell'arte greca antica, in cui abbiamo ammirato la Nike di Samotracia e la Venere di Milo.

Dopo aver mangiato al volo un panino, siamo andate a visitare le Musée d'Orsay, in cui abbiamo potuto ammirare quadri stupendi degli artisti impressionisti, tra cui si annoverano Claude Monet, Edgar Degas, Edouard Manet, ecc... In particolare io rimango estasiata dalle pennellate rapide dai caldi colori con cui vengono rappresentati i paesaggi naturalistici.

Ci rimangono due giorni e nel corso dei due giorni visitiamo Notre-Dame de Paris, stupenda chiesa in stile gotico situata nel cuore della magnifica città, il Quartiere Latino, in cui nel corso della giornata abbiamo visitato l’Istituto del Mondo Arabo e in cui abbiamo scorso vari ristoranti che vendono kebab in Piazza St. Michel; la chiesa Sainte-Chapelle di Parigi e la bellissima Basilique du Sacre-Coeur. Il nostro viaggio è durato quattro giorni ed è stato uno dei più emozionanti della mia vita.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email