Ominide 760 punti
I traffici commerciali a lunga percorrenza producono tra i commercianti e i lavoratori del settore aumenti di reddito che causano incrementi della domanda soprattutto di beni alimentari.In Gran Bretagna in particolare nel corso del XVII secolo I si concentra la maggior parte delle attività legate al commercio mondiale.I mercanti britannici che si occupano della tratta degli schiavi e di trasportare le merci pregiate dalla Cina all'India si arricchiscono mentre i redditi degli operatori coinvolti nelle attività manifatturiere crescono portando ad un aumento della domanda.T
ra il 600 e il 700 l'agricoltura europea attraversa una fase di trasformazioni soprattutto in Gran Bretagna e nei Paesi Bassi dove si produce di più a causa dell'aumento della domanda ma anche meglio di prima grazie alla rivoluzione agricola che non deriva dall'impiego di nuovi macchinari ma dall'organizzazione delle terre.Uno dei processi che avviano la rivoluzione agricola sono le enclosures,recinzioni,che introducono la costituzione di aziende agricole più compatte e ciò perchè i proprietari della zona possono chiedere al Parlamento un'autorizzazione che gli consenta di riunire gli appezzamenti e di sbarrare le terre loro assegnate con una staccionata.
I proprietari più piccoli cercano di opporsi alle recinzioni ma quando il Parlamento emette un Atto di recinzione sono costretti a vendere le loro strisce di terra ai maggiori proprietari della zone.Le zone ormai recintate vengono affidate ad affittuari che assumono manodopera salariata;questi cambiano il sistema di rotazione delle colture in una rotazione pluriennale.Essa comporta la divisione dei campi in più aree:una a foraggio,una a frumento,una a rape e una a orzo e vengono fatti ruotare.L'innovazione sta nell'introduzione del foraggio che trasmette azoto al terreno facendone aumentare la produttività e quindi la quantità di ciascun seme.Grazie a queste rotazioni si possono produrre maggiori quantità di prodotti agricoli a costi minori provocando la crescita dei redditi.In altre aree d'Europa le trasformazioni più importanti riguardano tre nuove coltivazioni.
La prima è quella del riso,proveniente dall'Asia,viene coltivato nelle marcite,ossia prati costantemente riforniti d'acqua dalle diramazioni sotterranee dei fiumi.La seconda coltivazione è il mais che proviene dall'America e può essere coltivato in rotazione insieme al grano avendo un rendimento 4 volte superiore.Una dieta basata solo sul mais provoca una malattia anche mortale,la pellagra,dovuta alla carenza di vitamina B di cui il mais è privo.La terza coltura è la patata proveniente dall'America,inizialmente viene usata solo come alimento per le bestie ma successivamente si scopre essere l'alimento perfetto per le famiglie più povere e per questo diventa la coltivazione principale.La crescita della produzione agricola ha come effetto il miglioramento alimentare della popolazione e la diminuzione del tasso di mortalità sopratutto infantile.Poichè mentre la mortalità diminuisce la natalità rimane elevata ogni anno il numero dei nati supera quello dei morti provocando un aumento della popolazione;ciò causa una fase di crisi demografica descritta nel modello malthusiano in cui l'aumento demografico segue un andamento geometrico(1-2-4-8)mentre l'aumento delle risorse segue un andamento aritmetico(1-2-3-4).


Importanti innovazioni tecnologiche si verificano anche nella produzione industriale e riguardano soprattutto il settore tessile,il siderurgico e la produzione di energia.Ciò aumenta la domanda di metalli e di legno per le macchine e portano inoltre ad incrementi della produttività e diminuzione dei prezzi.Nel 1733 viene messa a punto la navetta volante,nel 1764 la Jenny,un filatoio meccanico manovrato a mano;nel 1768 un filatoio azionato dall'energia idraulica e nel 1784 il primo telaio meccanico azionato dall'energia idrica.In Inghilterra vi sono giacimenti di carbon fossile e di minerale ferroso per una produzione di ferro e ghisa.Essa veniva lavorata secondo Cort in due procedimenti:pudellaggio e laminazione con i quali si ottiene ferro di buona qualità a costi di produzione bassi.Nel 1705 un fabbro inventa una pompa a bilanciere mossa dal vapore e nel 1765 un ingengnere,Watt,mette a punto una pompa a vapore capace di impiegare solo un terzo del carbone richiesto per lo scaldamento dell'acqua.
Watt capisce che la sua pompa può essere ancora sviluppata e può diventare una macchina produttrice di energia da trasmettere ad altre macchine,ossia una macchina a vapore fornita di una ruota motrice e di un asse rotante capace di azionare altre macchine attraverso un collegamento di cinghie o catene.Fino a metà 700 le fonti di energia impiegate sono:idriche,eoliche,animali e umane;queste non possono essere applicate a delle macchine.L'insieme di questi passaggi costituisce le premesse e le fasi iniziale della prima rivoluzione industriale caratterizzata da una crescita continua e dalla costruzione di fabbriche nelle quali trovano lavoro ex artigiani o contadini.Le innovazioni tecnologiche permettono di risparmiare manodopera e per questo creano disoccupazione.Le fabbriche create sono disastrose,gli operai protestano e in Inghilterra vi sono gruppi di lavoratori chiamati luddisti che cercano di fermare il processo sabotando le macchine.
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email