Mongo95 di Mongo95
Ominide 6474 punti

Sempre impegnato in guerra, Filippo V deve prima di tutto preoccuparsi di preservare l’impero spagnolo. La Spagna era governata dallo strumento del Consiglio, organismi presenti in ogni territorio, piuttosto complessi, talvolta anche pletorici. Ne esistono anche diversi per varie competenze. In questa polinodia, si ha la tendenza dei Consigli ad attirare a sé dei poteri sottratti anche alla sovranità regia. Filippo vuole piuttosto passare a una forma di organizzazione del potere centrale che sia più vicino a delle istituzioni “ministeriali”, Segretari di Stato al posto dei Consigli. Specialmente il Consiglio d’Aragona era problematico, in seguito alla politica di Carlo II che sempre cercava di rispettare i particolarismi, riconoscendo una certa autonomi a determinati regni, che quindi nel periodo di Guerra di Successione si vanno a schierare con la Francia. Filippo VI sceglie quindi di non riconoscere nemmeno diritti e organizzazione speciale al Regno d’Aragona.

Il rispetto di Carlo II nei confronti di questi corpi intermedi si era riflettuto anche nella creazione di consigli particolari, come la Giunta delle Cortes, che appunto si occupava della convocazione delle cortes, le istituzioni rappresentanti dei ceti spagnoli. Un Consiglio d’Inquisizione, che mediava i rapporti Stato-Chiesa e si occupava anche dei moriscos.
Altra particolarità erano i fueros, unità di una comunità, particolarità organizzative che stavano alla base dell’autonomia di un territorio. O anche corpi di leggi che appunto assicurano tale autonomia. Consuetudini proprie del territorio, che i monarchi sempre avevano rispettato. Sistemi autonomi fondati sul diritto, scritto o meno, che rappresentavano un limite per il sovrano. Corpi intermedi erano appunto anche i Regni, con un proprio vicerè.
Filippo V voleva farla finita con queste particolarità che impedivano l’acquisizione del potere e l’unità del Regno. Passando quindi ad una fase di centralizzazione e accentramento che avrebbe garantito anche un migliore sfruttamento delle risorse economiche e commerciali. Ma anche facilitare il prelievo delle imposte, così come l’eliminazione delle barriere doganali.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze