Teemo92 di Teemo92
VIP 3655 punti

IL 1700

Il 1700 è segnato da quanto avvenuto nel secolo precedente: scoperte scientifiche, nuove tecniche ma anche povertà, dovuta alla guerra dei trent’anni (1618-1648).
Il lavoro si industrializza sempre più grazie all’uso di macchine meccaniche e i commercianti reclamano lo studio delle artes mechanicae. Per quanto riguarda la lingua e la cultura, il latino diventa sempre più la lingua dei dotti mentre i letterati capiscono che c’è la necessità di avvicinare la cultura al popolo. Questo secolo è caratterizzato da uno sviluppo delle arti tecniche e da un abbandono dei classici. Torna la necessità di educare l’uomo secondo la sua individualità. Di questo periodo sono i primi libri di avventure come Robinson Crusoe e I viaggi di Gulliver. In questo periodo Cesare Beccaria pubblica Dei delitti e delle pene dove nell’ultimo capitolo afferma che il mezzo per prevenire i delitti è perfezionare l’educazione. L’illuminismo però, in Italia è osteggiato dalla Chiesa perché portatore di idee rivoluzionarie.

Intanto in Francia, Luigi XIV (1638-1715) decise di assumere da solo la direzione del Paese attirando la nobiltà, artisti e poeti alla corte. Re Luigi usa anche la censura controllando le tipografie che potevano stampare solo dopo il suo consenso.
In Inghilterra invece, acquistano importanza il settore industriale e le scoperte scientifiche che porteranno ben presto ad una rivoluzione industriale.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email