Tutor 44696 punti

Le scoperte scientifiche del ‘700


Il 1700 è il secolo dei lumi. Nel 1700 nasce in Inghilterra un movimento politico, sociale, culturale e filosofico, che metteva al centro la ragione, l’Illuminismo. Questo movimento si svilupperà poi con grande successo in Francia. Il compito degli intellettuali dell’epoca definiti philosophes era di liberazione dalla metafisica, dall'oscurantismo religioso, dalla tirannia della monarchia assoluta, dalla superstizione. Questo movimento crede nel progresso e nella ragione piuttosto che delle verità rivelate, andando alla ricerca delle leggi naturali, pertanto avversati dalla Chiesa. In questo periodo si ebbe un grande progresso scientifico, la “rivoluzione scientifica” basato sul modello sperimentale di Galilei prima e poi di Newton. Si usa il termine “rivoluzione” per marcare il netto cambiamento rispetto al passato. Molti sono i nomi di intellettuali che raggiunsero conclusioni rivoluzionarie, tra tutti Newton è certamente degno di nota, in primo luogo perché riuscì ad affermare una teoria iniziata da Copernico, sostenuta da Galileo, e sempre avversata dalla Chiesa. Isaac Newton, grazie al telescopio inventato da Galileo, osservò il moto della Luna e della Terra, da cui dedusse che la terra attrae la Luna nella sua orbita secondo la stessa legge che attrae un corpo alla Terra, una mela che cade al suolo ad esempio. Grazie a queste osservazioni elaborò la legge di attrazione gravitazionale, che spiega la forza con cui si attraggono due corpi. Newton promuoveva la sua convinzione che né ragione né esperienza potessero agire separatamente, ma solo la loro collaborazione avrebbe portato ad una conoscenza vera. Questo pensiero venne ripreso da Kant. Un altro fenomeno verificatosi nel ‘700 fu la diminuzione della mortalità. Questa fu una conseguenza dello sviluppo scientifico nel campo medico.

Varie scoperte ancora


Tra le varie scoperte la più importante fu la vaccinazione nel 1792. Tale scoperta è merito del medico di campagna: il britannico Edward Jenner. Era noto in Inghilterra che i contadini, che durante la mungitura avevano contratto il vaiolo poi erano immuni a quello umane, più forte che aveva contratto parecchie vittime. Pertanto prese del materiale di una pustola di vaiolo bovino contratto da una giovane donna e lo iniettò ad un ragazzo. Dopo alcuni mesi inoculò il vaiolo umano allo stesso bambino. Come ci si aspettava, non successe nulla. Jenner pose le basi per la prevenzione dei futuri studi sull’immunologia e riuscì a scoprire come prevenire il vaiolo. Nel campo della chimica Lavoisier diede un contributo ottenne grandi risultati. Molte furono le sue scoperte. Osservando il processo di combustione e attraverso alcuni esperimenti affermò che una componente dell’aria che combinata con l’ossigeno produce una rugiada che appariva essere acqua, secondo gli studi di Joseph Priestley, e che fosse la stessa sostanza che nell’aria permetteva la combustione. Chiamò questo elemento idrogeno, dal greco "formatore d'acqua". La scoperta più importante di questo philosophes per è sicuramente la legge della conservazione della massa, secondo cui in una reazione chimica la somma delle masse dei reagenti è uguale alla somma delle masse dei prodotti. Le ricerche chimiche sulla composizione dell’aria erano molte in quest’epoca. Queste ricerche e i loro risultati portarono al lavoro dei fratelli Montgolfier. Inventarono il primo aeromobile a trasportare un uomo. Joseph Montgolfier stava pensando a un modo per attaccare un fortezza in Gibilterra, apparentemente inespugnabile sia via mare che via terra. Iniziò a pensare alla possibilità di un attacco dall'alto, con truppe sollevate in aria dalla stessa forza che innalzava le scintille del falò. Egli ipotizzava che all'interno del fumo vi fosse una qualche sostanza, un gas speciale (il "gas di Montgolfier"), dotato di una speciale proprietà che definì "lievità". Basandosi su questa teoria riuscirono a realizzare il primo aereo mezzo capace di trasportare l’uomo.
A cura di Daniele
Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email