Sapiens Sapiens 13859 punti

Rinascimento carolingio

Pur avendo una scarsa cultura letteraria al punto di non essere in grado di scrivere correttamente, Carlo Magno era convinto dell’importanza della diffusione all’ interno dell’ Impero dell’istruzione e dell’opera civilizzatrice dei monasteri benedettini, in un’ Europa ormai in mano a civiltà barbariche. Per questo affidò al suo consigliere Alcuino, un filosofo e teologo anglosassone, di istituire una sorta di accademia itinerante destinata ad accompagnare l’ Imperatore durante i suoi spostamenti, chiamata Schola Palatina. Il vocabolo schola, che inizialmente indicava un’insieme di funzionari imperiali o una formazione armata, cominciò così ad assumere il significato moderno di scuola o centro di formazione culturale. Il termina “palatina” significata “di palazzo”. Di essa facevano parte gli uomini più sapienti dell’epoca fra cui Paolo Diacono, Pietro da Pisa ed Eginardo. Paolo Diacono è l’autore di una Historia Longobardorum, Pietro da Pisa insegnò a Carlo Magno i primi elementi di grammatica mentre Eginardo scrisse una biografia in latino dell’ Imperatore, Vita Karoli. Inoltre, Carlo Magno fece sorgere delle scuole annesse alle sedi episcopali e ai monasteri benedettini con lo scopo di istruire sia gli ecclesiastici che i laici. La cultura impartita in queste scuole era di stampo classico della bassa latinità, mantenuta in piedi all’interno dai monasteri benedettini; tuttavia, in esse non si studiavano solo testi religiosi, ma anche testi dell’antica Roma, copiati dagli amanuense nell’elegante scrittura carolina. Nell’ambito di questo fervore di rinascita culturale, Carlo Magno dette anche ordine ai suoi missi dominici di restaurare chiese e di ristrutturare gli edifici in malora. Egli stesso si fece costruire a Aquisgrana, capitale dell’ Impero, la Capella Palatina il cui scopo era di rivaleggiare con le chiese bizantine di Ravenna e che costituisce il nucleo più antico della cattedrale della città. A giusto titolo, gli storici hanno parlato di Rinascenza o Rinascimento carolingio, come un’anticipazione della rivoluzione culturale ed artistica del Quattrocento italiano.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email