Ominide 2539 punti

Il regno Franco

La Gallia dopo il crollo dell'impero romano d'Occidente era suddivisa fra varie popolazioni germaniche.Alla fine del V secolo si verifica l’unificazione delle sparse tribù dei Franchi in una forza compatta e terribile, in grado di imporre il proprio dominio sulla Gallia. Nel 496 il re Clodoveo e i Franchi si convertono al Cristianesimo. Clodoveo approva la legge salica, che fu un tentativo di sostituire alla faida una compensazione pecuniaria; le popolazioni germaniche intendevano infatti il diritto penale in termini economici, grazie a questa legge fu possibile eliminare la faida che era un vero e proprio flagello perché scatenava infinite guerre tra le famiglie. Nel 511 Clodoveo muore e si verifica la spartizione del Regno Franco. Il 732 avvenne la vittoria di Poitiers contro gli Arabi del maggiordomo di palazzo Carlo Martello. Nel 751 viene incoronato Pipino il Breve come re dei Franchi. Nel 754 avviene la Consacrazione papale di Pipino il Breve. Tra il 755-756 Pipino il breve vince contro i Longobardi. I Franchi avevano formato, fra alterne vicende, un regno forte e ben organizzato che sarebbe diventato in Occidente il campione della Cristianità. E' il periodo in cui finalmente l'influenza politica dei Bizantini si attenua e lascia così spazio alla formazione di un Occidente cristiano-germanico.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove