I romani erano già a conoscenza dell'esistenza dei franchi, poichè i romani avevano accolto un gruppo germanico di stirpe franca, al di qua del confine e vennero insediati in Gallia. Il loro re Meroveo, combatté a fianco dei romani contro il re unno di Attila. Alla caduta dell'impero d'Occidente, i franchi si insediarono nella Gallia settentrionale (odierna Francia)

Con il re Clodoveo, si ebbe una riunificazione delle tribù. Egli si convertì al cattolicesimo, con questa decisione egli trascinò con se il suo popolo.

Ma perché decise di convertirsi al cattolicesimo?


Si convertì al cattolicesimo per avere una lungimiranza politica, ossia superare uno dei principali motivi di attrito con la maggioranza romana; inoltre grazie a tale conversione, si ebbe uno dei regimi romano-germanici, in cui l'integrazione funzionò al meglio.

Il re Clodoveo, aveva l'intenzione di conservare sempre eccellenti rapporti con il sovrano bizantino, presentandosi come un rappresentante dell'impero d'Oriente. Egli inoltre intraprese l'espansione verso la Gallia meridionale, controllata dai visigoti (ariani). Tra il VI e la metà del VIII, il regno franco, vide una fase di divisioni dovute alla debolezza del potere centrale. Clodoveo, sconfisse i visigoti e i suoi successori sottomisero i burgundi, tentando inoltre di scacciare gli ostrogoti dalla Francia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email