Ominide 7041 punti

I Normanni in Italia


La civiltà comunale si affermò soprattutto nell’Italia settentrionale e centrale. Una sorte diversa ebbero le regioni dell’Italia meridionale: infatti nel XI secolo esse furono conquistate dai Normanni, che appartenevano al popolo dei Vichinghi. I Vichinghi provenivano dai Paesi delle regioni scandinave, Svezia, Norvegia e Danimarca, ricchi di foreste ma ricoperti di neve per molti mesi all’anno. Nel secolo IX i Vichinghi, che erano abilissimi marinari, commercianti e anche feroci guerrieri, cominciarono a emigrare dai loro Paesi d’origine. Spinti dalla necessità di trovare terre migliori da sfruttare e dallo spirito di avventura, essi cominciarono a compiere esplorazioni, spedizioni, conquiste. Molti di loro si stabilirono definitivamente nei territori conquistati. Agli inizi del secolo XI , i territori dell’Italia meridionale erano ancora governati dai Bizantini, mentre la Sicilia era ormai da quasi due secoli dominata dagli Arabi. I primi gruppi di Normanni approdati in queste regioni ottennero il possesso di alcuni feudi in cambio delle loro prestazioni militari. Nel corso degli anni, a partire dal 1020, tali possedimenti aumentarono fino a comprendere tutti i vasti, ricchi e popolosi territori dell’Italia meridionale, compresa la Sicilia, sottratta agli Arabi dopo una lunga guerra. La conquista fu condotta principalmente dalla famiglia Altavilla e Ruggero II fu il primo sovrano di un nuovo regno, che sotto la stessa dinastia riuniva tutte le regioni del Sud. I normanni si rivelarono ottimi governanti: crearono infatti uno Stato potente e solido, in cui seppero convivere in ace con le popolazioni arabe e bizantine, conservando le proprie consuetudini. Essi diedero impulso alla cultura e favorirono lo sviluppo di una nuova scuola di medicina che ebbe come centro Salerno. Ancora oggi nell’Italia meridionale, soprattutto in Sicilia, si possono ammirare opere d’arte in cui si fondono elementi delle civiltà normanna, araba e bizantina.
Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email