Ominide 1148 punti

Le società segrete


Nell'età della Restaurazione , il dissenso politico era vietato . Per questa ragione, il principale strumento di lotta politica fu costituito dalle società segrete, di cui l'organizzazione fu ereditata dalla Massoneria. In Italia e Spagna era organizzata la Carboneria che aveva come obbiettivo la costituzione liberale.
Altre società segrete come i Comuneros (Spagna) o gli Adelfi e i Filadelfi (Francia e Italia del Nord) puntavano ad una costituzione democratica.
Con i contatti tra le società segrete si formò il caso dei Sublimi Maestri Perfetti, setta fondata da Filippo Buonarotti.
Buonarotti nasce a Pisa nel 1761, e aveva partecipato alla Rivoluzione Francese.
Discepolo di Babeuf , partecipò nel 1769 alla Congiura degli Eguali. Secondo egli la libertà non poteva limitarsi all'ambito politico: occorreva una rivoluzione sociale dove si dovesse instaurare il comunismo teorizzato da Babeuf basato sulla confisca delle Terre da parte dello Stato e l'assegnazione ai contadini.
Ma Buonarotti non ottenne risultati perché i contesti politici degli stati europei erano troppo diversi tra loro.
Il metodo di lotta seguito dalle società segrete consisteva nell'organizzazione delle insurrezioni. Accanto alle società segrete progressiste, operarono anche società segrete reazionarie,come i Cavalieri della fede in Francia e i Conciliatori in Italia.
Il limite delle società fu nella segretezza dei programmi e degli iscritti.Per questo si arriverà al loro fallimento.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email