dins di dins
Habilis 576 punti

Guerra su due fronti: 1939-1940

Dopo il 1919 si ebbe una ‘guerra totale’, di movimento, ideologica, che venne combattuta per annientare il nemico. L’offensiva della Germania partì dalla Polonia per poi estendersi ai paesi scandinavi, concentrandosi contro Belgio, Olanda e Francia. I successi tedeschi furono il risultato della strategia militare del Blitzkrieg ‘; la ‘guerra lampo’, bruciando i tempi: (attaccando il nemico con campagne brevi, con mezzi corazzati e aerei; i territori conquistati erano fonte di materie prime, fabbriche, manodopera per incrementare la produzione). Il 3 settembre del ’39 la Polonia non poté contare sull’aiuto di Francia e Gran Bretagna, il 26 settembre cadde Varsavia; la conquista della Polonia segnò una rottura delle convenzioni internazionali. Caduta la Polonia Hitler decise di puntare sui paesi scandinavi per il controllo del Baltico con l’attacco a Danimarca e Norvegia(la prima non riuscì a resistere, la seconda cedette il 9 giugno). Sul fronte occidentale si ebbe la drole de guerre, ‘guerra farsa’, con i tedeschi superiori in uomini e in corazzate, contro la Francia arretrata dal punto di vista strategico(fu eretta la linea Maginot alla frontiera tra Germania e Svizzera). L’attacco tedesco si ebbe il 10 maggio secondo un piano che prevedeva offensive secondarie verso l’Olanda e il Belgio, i tedeschi sfondarono al centro lo schieramento alleato, conquistando il 15 Maggio l’Olanda, il 28 il Belgio. Il 20 i tedeschi raggiunsero la Manica, e il 14 giugno le truppe naziste occuparono Parigi;il maresciallo Pétain, divenne capo del governo dopo la firma dell’armistizio, la Francia fu divisa in due (il nord sotto il controllo tedesco, il sud e le colonie sotto l’amministrazione collaborazionista di Pétain, con capitale Vichy). L’Italia entrò in guerra il 10 giugno del ’40 con l’armistizio con la Francia; per i tedeschi l’ultimo ostacolo rimaneva la Gran Bretagna, dove Churchill aveva assunto la guida di un governo di coalizione(conservatori e laburisti), che chiese e ottenne aiuti e armi dagli Usa. Le truppe tedesche non incalzarono con decisione gli alleati a Dunkerque e il piano di invasione dell’Inghilterra fu rinviato, grazie alla resistenza della popolazione, all’efficace difesa dell’aviazione e delle postazioni antiaeree inglesi(col radar). La ‘battaglia dell’Atlantico’ portò allo scontro tra la flotta britannica e i sottomarini tedeschi, che tra il 39-41, affondarono navi alleate.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email