I regimi parlamentari la Francia

La Francia è un paese lentamente rurale: sul piano economico.
Sul piano politico: suffragio universale c'era già da tempo.
Nel 1870 dopo la disfatta di Napoleone Tarzo è rovinato il regime repubblicano.
1870-1940 terza Repubblica dove rimase accesissimo il contrasto tra:
-Sinistra democratica radicale: anticlericale, custodi della tradizione repubblicana Gambetta, Ferry.
-destra reazionaria: filomonarchica il filo clericale, nemica della democrazia e della Repubblica (Forte nell'opinione pubblica dopo la sconfitta di Napoleone III per revanscismo di riconquista della sazia della Lorena perse per il declino dello spirito militare).

Terza Repubblica: 1870-1940, esordio contrastato.
1833 Thiers costretto a dimettersi per non aver sostenuto con energia la causa dei conservatori.
1873-75 eletto presidente dalla maggioranza conservatrice:, bonapartisti, legittimisti. Maresciallo Mac Mahon che aveva anche il controllo del potere esecutivo.

1885 la Repubblica riesce a darsi una costituzione, una forza per la restaurazione, monarchia assai attive, tanto che il presidente era ancora Mac Mahon.

1879 il governo è sotto il controllo del parlamento:
Elezioni vincono i repubblicani dimissioni di Mac Mahon.
Poteri del presidente limitati, il governo rimane fermamente sotto il controllo del parlamento.
Grevy primo vero presidente repubblicano, il parlamento viene trasferito da Versailles a Parigi.

La conquista delle campagne: posta tra le due parti in lotta
- 1884 matrimonio civile.
- 1882 obbligatorietà della scuola primaria gratuita, laica, maestro di scuola e dall'altro il parroco.
- 1881 adottata la politica economica protezionistica per difendere i prodotti agricoli francesi.
Libertà di associazione e di stampa.
1885 vincono i monarchici
Tentativo di sovvertimento delle istituzioni repubblicane: 1886-89 con
Boulanger, ministro della guerra, generale sostenitore della politica di rivincita con i tedeschi, mirò alla presidenza della Repubblica con l'aiuto dei monarchici progetto fallì.
Conservatori, radicali, bonapartisti, raccolti nel movimento nazionalista del bullismo.

Clemenceau 1841-1929 proviene dalla sinistra radicale, si stava anche formando un movimento sindacale socialista.
1892-93 scandalo del canale di Panama: bancarotta della società per le azioni.

L'affare Dreyfus 1859-1935
Dreyfus era capitano di stato, impiegato presso il ministero della guerra francese, di famiglia ebrea di origine alsaziana nel 1894 venne accusato di spionaggio a favore della Germania, processato per alto tradimento degradato e condannato all'ergastolo nella Guyana francese, nel' isola del diavolo, in Cayenna.

Successivamente al processo si vennero a formare due partiti o dreyfusards (intellettuali, socialisti, radicali, e repubblicani antimilitaristi) e gli anti dreyfusards (destra nazionale, antisemita e clericale).
Anche Emile Zola si schiero dalla parte di Dreyfus, pubblicando sul quotidiano di Clemenceau l'"Aurore" l'articolo con il titolo "J'accuse" che poi divenne famoso, venne querelato, multato e condannato ad un anno di carcere.
Venne riaperto il processo, e si capi che era innocente, ma in un primo momento non si volle riconoscere l'errore, grazie anche a delle prove contraffatte; venne reintegrato solo nel 1906.
L'affaire Dreyfus non fu solo un errore giudiziario, ma rese evidente che l'opinione pubblica francese era stata travolta da sentimenti antisemiti, e che nella Francia della terza repubblica c'erano ormai due raggruppamenti di forze ben distinte tra loro, la destra e la sinistra.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email