Eliminato 896 punti

Le questioni italiane nel dopoguerra

L’Italia uscì dalla guerra come Paese vincitore. Di fronte alle richieste italiane i rappresentanti italiani lasciarono il tavolo delle trattative, quindi l'Italia ottenne poco. Giolitti aveva affermato che la guerra sarebbe stata una prova difficile. L’Italia era un Paese fragile già prima di entrare in guerra, per cui la guerra peggiorò la situazione, aggravandola e contribuendo alla nascita del mito della vittoria mutilata. La destra era massimalista, inoltre la grande guerra aveva causato l’indebitamento degli Stati europei, creando molti problemi economici; la fine della guerra comportò la fine delle commesse statali e le industrie dovettero optare per la riconversione. Inoltre gli scontri provocarono l'aumento dell'inflazione, ponendo l'Italia in una situazione complessa, caratterizzata da molti licenziamenti tra gli operai; inoltre la fine della guerra comportò l’aumento della disoccupazione. Durante la guerra le banche avevano concesso grossi prestiti alle industrie e con il finire della guerra, le banche faticavano a farsi restituire i soldi dalle industrie; l’inflazione colpì quelli che avevano il salario e lo stipendio.

La crisi non coinvolse solo i dipendenti a reddito fisso, ma anche la borghesia, infatti, molti erano andati a lavorare al fronte. Nel 1917 gli Stati Uniti ridussero fortemente l’immigrazione e nel 1919 aumentarono il numero dei disoccupati (due milioni). Vi era il problema di far ritornare nella vita civile i soldati, tra cui vi erano i mutilati, i feriti e anche quelli che dovevano trovare lavoro. In Italia c’erano terre incolte, quindi c’era il problema della riforma agraria che durante la guerra erano state promesse ai soldati, ma finita la guerra la riforma agraria non fu elaborata. Si registrarono molti scioperi, proteste, richieste di lavoro, manifestazioni per ottenere un lavoro e un sussidio; si affermò il comunismo, la questione femminile divenne importante, poiché le donne trovavano lavoro soprattutto nel settore bellico. In sintesi quindi l'Italia registrò notevoli difficoltà economiche, politiche e sociali nel corso del primo dopoguerra.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove