Ominide 42 punti

Imperialismo e Belle Epoque


Imperialismo

Lo sviluppo economico e industriale porto' a forti contrasti di natura politica tra i diversi stati europei in concorrenza per la conquista e lo sfruttamento di mercati sempre piu' ampi.
Il nazionalismo si trasformo' in un aggressivo espansionismo verso i paesi extraeuropei, da qui inizio' a diffondersi l'imperialismo, cioe' la tendenza ad espandere il possesso ed il controllo economico-politico sulla maggior quantita' possibile di territori, sostenuta dall'illusione della superiorita' della razza bianca.

Con la fine della "lunga depression" inizio' per l'Europa una nuova fase di sviluppo e prosperita', caratterizzata da enormi sviluppi tecnico-scientifici tra cui: l'acqua corrente, i servizi igienici nelle case, l'illuminazione, il telefono, il telegrafo, i treni e le navi a vapore.

Queste scoperte e la fase di sviluppo portarono ad una situazione di ottimismo e di ripresa economica e culturale che ando' avanti dalla fine del XIX secolo fino allo scoppio della prima guerra mondiale, prendendo il nome di belle époque.
Dopo il 1870 le potenze europee trovarono mercati fuori dal vecchio continente e nel 1884 venne organizzata a Berlino una Conferenza Internazionale per gli Affari Africanicon la partecipazione di: Inghilterra, Francia, Russia, Germania e Stati Uniti. Durante questa conferenza, le maggiori potenze riuscirono a spartirsi l'Africa secondo il principio delle zone d'influenza.
La necessita' dell'Inghilterra a collegarsi con i propri domini indiani la spinse a conquistare Egitto, Sudan e Sud Africa; la Francia invece decise di togliere alla dominazione cinese il Vietnam che, unito alla Cambogia, al Laos e all'Annam, diede origine all'Indocina Francese.


La Belle Epoque

Durò dal 1900 al 1914, fu il periodo dell'uscita dalla crisi economica; delle scoperte scientifiche; dei progressi nella medicina e degli sviluppi nella tecnologia.
le capitali interessate dalla bella époque furono: Parigi, Vienna e Londra.

Tra le scoperte più importanti del periodo ci furono:
l'aeroplano, dei Fratelli Wrigth; la radio, inventata da Guglielmo Marconi; la radioattività, scoperta da Pierre e Marie Curie e l'automobile.

Albert Einstein enunciò le basi della teoria della relatività e Freud la psicoanalisi.
La bella époque però fu "bella" solo per chi aveva denaro; l'èlite viaggiava da una capitale all'altra e riceveva accoglienze regali.. la vita dei poveri e dei contadini rimase pero' quella di prima.

Con il tempo il pubblico volle possedere anch'essp i beni che appartenevano solo ai ricchi e, con la Seconda Rivoluzione Industriale si migliorano le tecniche di distribuzione, brevettando quindi un'automobile rivolta alla classe media da parte di Ford, successivamente anche telefono e bicicletta diventarono beni di consumo di massa.

Alla fine dell'800 la borghesia celebrava i risultati raggiunti con grandi Esposizioni Universali come il Crystal Palace e la Tour Eiffel. Accanto alle tradizionali occasioni di svago, si diffuse l'abitudine di passare le serate in locali pubblici dove socializzare; attivita' favorita dall'illuminazione elettrica che fece protrarre i divertimenti fino a notte fonda.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email