Fallimento delle rivoluzioni liberali in Europa

Le rivoluzioni liberali in Spagna, Portogallo, Regno delle due Sicilie e Piemonte furono un fallimento perché:
1) intervento della Santa Alleanza: Le potenze di Santa e Quadruplice alleanza si riunirono per vedere cosa si poteva fare. L’Austria voleva intervenire mentre Francia e Inghilterra no e quindi non ci fu un’identità di vedute.
L’Austria ritenne che questi moti potessero mettere in discussione l’ordine restaurato e in particolare l’idea del legittimismo e quindi intervenne per far si di tutelare queste potenze e gli insurrezionali degli altri stati non riescono a vincere contro una così grande potenza.
2) Divisioni interne tra moderati e democratici e nella questione bicameralismo, monocameralismo.
C’era la divisione tra democratici e repubblicani. Nelle sette erano favorevoli al bicameralismo (= 2 camere, una eletta dal re l’altra dal popolo) le frange più moderate che volevano accordi con il re. Il monocameralismo (= una camera a suffragio ristretto) prevalse nel Regno delle due Sicilie; si seguì questa linea più radicale ma durò per pochissimo, per otto mesi.

3) Assenza della partecipazione popolare: sono elite di studenti, intellettuali e cioè i membri delle sette.
4) Fiducia malriposta nei sovrani (comportamento Ferdinando e Vittorio Emanuele).
Al secondo convegno fatto dai rappresentanti delle potenze che volevano risolvere diplomaticamente, durante la Restaurazione, queste insurrezioni venne invitato Ferdinando I perché illustrasse la situazione. Il re per andare chiede il consenso al Parlamento. Il Parlamento glielo concede perché il re promette che sarebbe andato a Lubiana per difendere la costituzione e la monarchia costituzionale; diceva che sarebbe addirittura tornato a casa a difendere lui stesso con le armi la patria se questi principi non sarebbero stati rispettati.
Invece si presentò al congresso come vittima degli eventi rivoluzionari e quindi chiede di essere restaurato come monarca assoluto. Quindi tradisce il Parlamento e fu restaurato il regno di Federico II.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email