L'Europa e il mondo


Il tramonto degli imperi coloniali e le nuove prospettive di lavoro:

La perdita dell'egemonia europea, a causa della grande guerra, ragioni ideologiche ed economiche

Ideologiche:
Europei, nuovi territori, vi espone idee, propria cultura e diffusione del principio di eguaglianza.
La penetrazione della cultura dipendeva dallo sviluppo dei popoli dominati. Cultura scritta, ceti con livello di educazione.
Inconciliabile con il rapporto di dipendenza proprio dei regimi coloniali.

Di per se la guerra aveva accelerato questa penetrazione perché promosse la mobilitazione di truppe indigene (indie, medio oriente, Africa settentrionale).
Parteciparono alla guerra dell'intesa, una nuova coscienza (propri valori, diritti), ideologia Wilsoniana e il principio dell'auto determinazione dei popoli (sensibilità nuova di fronte al fatto che l'uomo bianco si ritenesse in diritto di mantenere soggetti altri popoli.

La conferenza della pace e i mandati:
Assegnazione di ex-colonie in Africa (tedesche)
Territori appartenenti al l'impero ottomano
Mandato: tipo di amministrazione temporanea che avrebbe dovuto preparare le popolazioni locali all'auto governo.

La rivoluzione russa facilitò la penetrazione di nuove idee e fornì o incentivo ai movimenti antinazionalistici.
Anche perché la Russia (nei primi anni dopo la rivoluzione) concedette larga autonomia a quei popoli che pur all'interno dei suoi confini appartenevano a gruppi etnici differenti.

Difficoltà dei grandi imperi coloniali:
Economiche: guerra devastati finanze di tutti gli Stati Europei, risorse prosciugate e gravati di debiti.
Impone la riduzione delle spese necessarie per l'amministrazione dei grandi imperi coloniali. Spese per l'esercito e la flotta.
Limitata le possibilità di investimenti nei possedimenti coloniali.
Ma la colonizzazione sarà dolo dolo la seconda guerra mondiale.
Adesso solo disagio. Si profilano spinte verso l'indipendenza dei popoli,m regime coloniale al tramonto.

Supremazia dell'economia occidentale:
Che acquista dimensione mondiale per rivoluzione industriale, moderni sistemi produttivi si servono di materie provenienti da ogni parte.
Ma anche il resto del mondo coinvolto della rivoluzione industriale, viene a conoscenza di qualche forma di sviluppo, le materie prime provengono solo dall'occidente, ora richiesti nel resto del mondo.
Il progresso nei trasporti, relativamente facile flusso, materie e prodotti.

Imprese multimediali:
Processo di integrazione:
-Nuovo tipo di organizzazione industriale che favoriva la concentrazione delle attività produttive in alcune grandi unità ( sindacati e cartelli)

-distribuzione dei centri di produzione di una impresa in poi paesi.

Il mondo diviene un unico e vasto mercato, che poteva portare ad una cooperazione tra popoli: programma Wilsoniano, ma con differenti difficoltà.

Perduranti pregiudizi del nazionalismo, favorita l'economia di indipendenza (autarchia).
Distanze tra occidente e resto del mondo rimanevano grandi per consentire rapporti paritetici e per evitare che gli Stati e i singoli operatori economici utilizzassero superiorità per imporre ad altri popoli nuove forme di sfruttamento conformi ai loro interessi.
Ragioni dell'economia non sempre corrispondevano con la religione, la cultura e la politica.

Esempio dell'occidente poteva sollevare i popoli verso l'indipendenza, ma non era previsto che prendessero a modello gli Stati occidentali di cui mancavano anche i presupposti.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email