Video appunto: Cavour


In questo appunto si trova la biografia, la bibliografia su Camillo Paolo Filippo Giulio conte di Cavour e di altri sobborghi piemontesi e un approfondimento nel suo ruolo nel Risorgimento e nella politica italiana.

Indice
Biografia di Cavour
Opere di Cavour
Il suo ruolo negli sviluppi politici italiani


Biografia di Cavour




  • Cavour nasce il 10 agosto 1810 a Torino sotto il controllo di Napoleone da una famiglia nobile e il suo padrino fu Camillo Borghese (marito di Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone).

  • Dopo l’accademia militare a Torino diventa nel 1827 ufficiale del Genio (carica militare).

  • Cavour nel 1830 si trasferisce a Genova.

  • A 22 anni diventa sindaco di Grinzane (comune piemontese) ricoprendo la carica fino al 1848.

  • Nel 1834 viaggia per la Francia e l’Inghilterra per vedere i paesi industrializzati del nord Europa dove subisce l’influenza degli ideali risorgimentali.

  • 1837-1840: a Parigi frequenta l'ambiente della Sorbona e nel 1841 fonda insieme dei suoi amici la società del Whist a Torino.

  • 1847: Cavour fonda insieme a Cesare Balbo il periodico “il Risorgimento” il quale si schierava a favore della creazione di una nuova Costituzione.

  • 1849: Cavour diventa una delle figure politiche più influenti dell’epoca grazie alla fondazione del nuovo governo del regno di Sardegna che comprendeva i democratici (fazione aperta alla guerra con l’Austria).

  • 1850: entra a far parte del governo del regno di Sardegna come ministro dell’Agricoltura e del Commercio e promuove delle iniziative nel campo dell’agricoltura e dell’industria.

  • In questi anni Cavour scrive dei saggi in cui spiega come l’industrializzazione dell’Italia avrebbe portato allo sviluppo della civiltà dei lumi con cui l’Italia sarebbe sfociata in una crisi politica.

  • Nel 1851 sotto la carica di ministro del Commercio ottiene delle facilitazioni doganali da Inghilterra e Belgio compiendo il suo primo atto di liberalismo commerciale.

  • Lo stesso anno diventa ministro delle Finanze con cui cercò di risanare il regno dalle spese di guerra dopo la prima guerra d’indipendenza contro l’Austria e fece delle trattative per la costruzione di ferrovie che collegassero le città piemontesi.

  • 1852: Cavour si sposta di nuovo per visitare la Gran Bretagna e il 2 novembre dello stesso anno viene fondato il primo governo Cavour con cui prova a far accettare al Senato la legge per il matrimonio civile, ma fallisce. altri intenti del suo governo furono restaurare le finanze dello stato e promulgare progetti nel settore delle ferrovie.

  • 1854: Cavour fa approvare con la sua ottica liberale-anticlericale la legge sui conventi per cui vennero sgomberati tutti i conventi non dediti all’istruzione o all’assistenza dei malati, esso fu poi scomunicato dall’allora papa Pio IX, Cavour dovette affrontare l’opposizione del Re, del clero e del senato, egli si dimise dalla sua carica creando la cosiddetta Crisi Calabiana (in nome del vescovo e oppositore di Cavour verso la legge sui conventi).

  • Dopo pochi giorni dalle dimissioni lo stato non riuscì a crear un nuovo governo e Cavour fu rieletto il 26 gennaio del 1855 Cavour assume anche la carica del Ministro degli Esteri e il regno di Sardegna entra a far parte della guerra di Crimea insieme alla coalizione anglo-francese.

  • Lo stesso anno Cavour viene eletto per la seconda volta presidente del consiglio.

  • 1856: col congresso di Parigi dove si stabilirono i trattati di pace della guerra di Crimea Cavour mise alla luce degli altri stati europei il problema dell’Italia e il 29 aprile fu data a Cavour dai Savoia il collare dell’annunziata, la più alta onorificenza concessa dalla famiglia reale.

  • 1858: Cavour e Napoleone terzo firmano dei trattati per allearsi contro l’Austria la quale venne provocata dall’esercito piemontese e gli dichiarò guerra provocando la nascita della seconda guerra d’indipendenza ma non venne chiusa nel 1859 con la pace di Zurigo con cui il Piemonte ottenne la sola Lombardia.

  • 1860: viene fondato il terzo governo Cavour e condiziona la fondazione del partito di Unione Liberale e firma un trattato con la Francia con cui viene annessa al regno l’Emilia-Romagna e la Toscana.

  • Cavour tiene sotto sorveglianza l’impresa di Garibaldi e dei mille e contribuisce all’unificazione italiana con l’invasione di Marche e Umbria.

  • 1861: Cavour ha uno scontro con Garibaldi riguardo allo scioglimento dell’esercito meridionale.

  • Il 6 giugno del 1861 dopo tre mesi dalla fondazione del regno d’italia muore a causa di una crisi malarica (causata dal fatto che da giovane aveva contratto la malaria),il re Vittorio Emanuele secondo in persona venne al capezzale di Cavour e le sue ultime parole secondo l’amico Michelangelo Castelli che disse furono:”l’Italia è fatta-Tutto è salvo”.



Opere di Cavour



Ecco alcune opere di Cavour:


  1. 1835-1850: Scritti di economia.

  2. 1970: Epistolario.



Il suo ruolo negli sviluppi politici italiani




  • Cavour è considerato uno dei padri della patria insieme a Garibaldi, Mazzini e Vittorio Emanuele secondo essendo stato un influente politico italiano che ha avuto un ruolo importante nel Risorgimento italiano anche se è stato accusato da Mazzini di non voler unificare l’Italia per paura delle tensioni con lo Stato pontificio, volendo solamente ampliare i confini del regno di Sardegna.

  • Cavour ha sostenuto le riforme liberali e del progresso di infrastrutture (come le ferrovie) e dell’economia (ad esempio i trattati doganali di libero scambio con Francia e Inghilterra), e attua riforme di finanza e di giustizia. In campo di politica estera ha cooperato con la Francia grazie alla quale durante la seconda guerra d’indipendenza ha fatto annettere la Lombardia al Regno di Sardegna e ha gestito le sommosse che sono nate in centro e in sud Italia che oltre alla spedizione dei mille contribuì all’unificazione dell’Italia.