L'ascesa della Prussia

La potenza della Prussia iniziata da Federico I che riorganizzò lo Stato, riordinandone l'apparato militare, burocratico ed amministrativo. Il più grande re di Prussia fu Federico II.
Federico II di Prussia rivelatosi dubito grande statista e condottieri ì, ebbe come obiettivo quello di collegare fra loro gli sparsi domini del suo regno. Occupata la Slesia durante la guerra di successione austriaca ed ottenuta definitivamente con la pace di Aquisgrana prevenne la colazione antiprusiana, provocando la cosiddetta Guerra dei sette anni.
La guerra dei sette anni fu combattuta per terra e per mare da Prussia a Inghilterra alleate contro Austria, Francia e Russia.
Nella prima fase Federico II sconfisse Austriaci e Francesi , ma poi l'intervento dell'esercito russo capovolse le sorti della guerra : i Russi vittoriosi entrarono entrarono a Berlino, Federico II riusci tuttavia a resistere, finché la morte della zarina Elisabetta lo salvò; infatti lo zar Pietro III, ritirandosi dalla coalizione antiprussiana, provocò la fine delle ostilità anche per mare e nelle colonie d'America e India, dove la Francia aveva subito gravi rovesci. La pace di Hubertsturg stabiliva che la Slesia rimanea a Federico II ; con la pace di Parigi la Francia cedeva all'Inghilterra il Canadà, la Nuova Scozia, la Lousiana orientale, alcune delle Antille, il Senegal e la Florida; alla Spagna dava la Lousiana orientale, in cambio della Florida ceduta agli Inglesi; si vietava alla Francia la sìcostruzione di difese militari in India ove conservava Pondichèry.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email