IL RINASCIMENTO NEL 1400

Il Rinascimento è un periodo storico che nasce alla fine del 1400 e finisce nel 1500. Essa viene preceduta dall' Umanesimo, una corrente letteraria di estrema importanza che pone l'uomo al centro dell'universo.
Nel Rinascimento l'arte cambia, soprattutto a Firenze che infatti viene chiamata ''la culla del Rinascimento'' ed era considerata la ''New York dell' epoca''. Uno dei personaggi più importanti fu Cosimo de' Medici, padre di due figli, Lorenzo e Giacomo de' Medici (venne assassinato). Cosimo si arricchì grazie ai banchi, ovvero il cambio di monete caratterizzato da una tavola. Egli infatti prestava soldi (uno di questi era il papa) che poi ne ricavava degli interessi. Furono importanti anche perché il primo palazzo fu della loro famiglia. I Medici in origine erano Speziali, ossia medici che praticavano i salassi usando sanguisughe per prelevare il sangue in eccesso dal corpo del paziente.
Non si considerava l'igiene e per questo molte donne, prima di partorire, scrivevano un testamento. La mortalità infantile era molto alta. Gli artisti si mettevano in proprio e aprivano botteghe in cui veniva insegnato ai ragazzi un po di tutto (cucire, scolpire, ricamare, disegnare vestiti, preparare colori, d cui il più pregiato era il blu ).

Filippo Brunelleschi fu il primo architetto a saper leggere, scrivere, e conoscere la matematica. Questo lo aiutò a concepire la cupola di Santa Maria del Fiore (dal diametro di 80 m) grazie all'aiuto della curva naturale seguendo l' inclinazione dei vasi.
Non si conosceva la prospettiva, ma studiando poi la matematica fu possibile accorgersi di quanto fosse importante nei quadri. Andrea Mantegna usò questa tecnica nel quadro ' I Promessi Sposi'. Importanti pittori di questo periodo furono: Botticelli, Giotto, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email